Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

STELLA CADENTE...
si dice sempre il l...
Storia di un seme...
Il velo del tempo...
Che nostalgia Obama!...
Al mio caro babbo...
Prendi il mio cuore...
Cavaliere errante...
A te...
E i pinguini non vi ...
LUOGHI DEL PAS...
Il rumore della risa...
Versi tersi....
Buone vacanze...
Zio Primo...
Ammonite...
L\' omino di latta...
Tu, la mia vita...
Senza armonia...
Una nota d\'amore...
Inverno...
Ormai è sera......
SCRITTURA AGOSTO...
Compleanno...
Un'altra vita mi ucc...
NEL CUORE DEL MONDO...
Il veliero...
L’uomo del buonumore...
Bella e lucente...
AMO LA SOLITUD...
CLOCHARD...
Tinte tenue...
Nuraghe Losa...
Per i veri amici, co...
Il Privilegio...
Torneranno a cadere ...
La corona di alloro...
Nell'azzurro...
Margherita...
Notte di rugiada e g...
La farfalla di Falco...
LUCE CREMISI...
Gladiolum detto di p...
Avere una mente calm...
MILLE E NON PIU’ MIL...
Polvere di farfalla ...
RICAMI...
HAIKU 15...
Baci casti...
Miseri resti...
Del Sole...
L'ironia della besti...
Trovano posto verso ...
Chi sa e finge di no...
Fiamma...
Soffermati...
Ma quanto tempo......
LA COSCIENZA...
Senza permesso...
Morire senza morte...
Silenzio dei pensier...
Marea...
La sera ad agosto co...
Livia...
La vita è un viaggio...
Bisso...
canzone triste...
Farfallina colorata...
Murales...
Parodia di Volare di...
Il mocio...
Il suo albero...
Con ottimismo...
ACQUA...
SATELLITE...
I promessi sposi del...
Agosto...
La notte nel mirino...
Nel mantello della n...
EMOZIONI...
DI DOMENICA...
Notte d'estate...
Quando ti ritroverò...
MARE RIME IN ...
30 Luglio 2022...
Artiste de rue...
L'amore sognato...
Lo sdraio a dondolo...
Violento temporale e...
Canto della Porta de...
Rosellina...
HAIKU 14...
La Luna ci è amica. ...
Taciturno (carmi)...
E piove così (con...
La terra è piena di ...
Era amore...
Il pupazzolaio...
Una notte jazz...
IN QUELLA TERRA DIME...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

L'ARTE POETICA

L’arte poetica è una riva sperduta
a volte esistita, altre volte sognata
che non servono quieti incandescenti
o derive accecate per ritrovarla.
Chi meglio di te riesce a conquistarne
ogni granello incompiuto,
chi se non te è capace di tracciarne
il confine ormai crollato,
mio esausto esploratore dell’inconscio.
Certo, puoi navigare su vascelli di gloria
e chiamarla condanna,
quando attingo a queste labbra
coppe stracolme di tempo immortale;
oppure puoi invocarla: “Dolce pazzia!”
mentre assisto esiliato alla mia libertà:
<<il suicidio incombente dell’anima!>>
Dall’onde scoscese, agl’abissi lucenti,
dai benevoli dei, ai tesori d’oriente,
celestiali maree puoi persino sfidare
per sfuggire sconfitto ad epiche imprese;
addirittura virare tu puoi
nude sirene d’amabile incanto,
mentre sguarnito d’alcun sentimento
ormeggi pentito le vele al rimorso.
Ma isola dopo isola,
miglio dopo miglio,
io sarò qua dentro te stesso
come un’ombra impigliata
che riemerge dal cuore.
E rammenta…
Nessun faraglione potrà contrastare
l'inciso passo oltre ogni nesso,
quel palpito tuo sulla sabbia intarsiato
che un orafo mastro mai forgerà:
“In un pugno un oceano rosso sangue!”



Share |


Opera scritta il 15/12/2015 - 14:18
Da domenico pesci
Letta n.765 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?