Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La donna che vorrest...
Specchio...
la notte...
Haiku 2...
Il mostro dorme...
Notti di giugno...
E arriveranno quei g...
Scacco matto...
OGGISCRIVO...
MENZOGNA...
Parlami ancora .......
In bigio fluire...
Il gioco...
Luce d'amore...
Un metro dal cielo...
SE NE VANNO......
Haiku G 3...
Felicità e divertime...
UN LAMENTO NELLA NOT...
La via...
I respiri della mia ...
Un amore grande...
Sii profondo come il...
Amarcord...
HAIKU D2...
Ninna nanna per una ...
Cielo Stellato...
Quando nomini gli an...
Amico mio, so dei tu...
Ma quali fantastici....
...e adesso io non s...
ANATOMIA DI UN AMORE...
LA VITA VA AVANTI...
Non Può...
Assenzio....
Il tepore dei ricord...
ABBANDONO...
Alfabeto...
Momenti...
I fiori migliori...
L'amore che resterà...
Arcobaleno...
Sergio B....
Tutto scorre....
Haiku 2...
Semplice...
Il ritorno...
Terra di mare...
Salto culturale...
AL RISVEGLIO...
STRETTA ABITUDINARIA...
Riflessione sulle di...
Il cuore mio che pal...
Così bella...
Decadenza...
LA LEGGE DEL SERPENT...
Distanza...
Ero......
Mentre rileggi...
ALLA MIA CLASSE 4B....
Haiku 56...
Lentissima è la risa...
SOLO LA POESIA...
La strada perduta...
Ma, in fondo, cos'è ...
Collins, chi era cos...
sarà il mio soltanto...
Come in una spirale...
io rinasco...
RICORDI DI MAM...
L'abbraccio...
La sponda irraggiung...
Mi persi in te...
La laguna...
2 Giugno, ancora...
Il ballo in maschera...
Tutto in quarantena,...
Occhi, vi vedo...
IL QUADERNO DI CORA ...
HO VISTO FARFALLE VO...
DI ME......
la luce...
Dialogo con la fanta...
I confini più nascos...
Haiku...
Fortezza...
Io e Borel, una scim...
La libertà è un bene...
Il sottotenente Caud...
ricominciare...
Se si fosse voltato ...
GLI INQUILINI DEL CA...
Senza tempo...
Un virus nell'aria...
Sabbia...
Il mio canto d'amore...
- Inoltrarsi...
haiku 55...
LE PARETI DELL'ANIMA...
Sogno di dipingere.....

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

L'ARTE POETICA

L’arte poetica è una riva sperduta
a volte esistita, altre volte sognata
che non servono quieti incandescenti
o derive accecate per ritrovarla.
Chi meglio di te riesce a conquistarne
ogni granello incompiuto,
chi se non te è capace di tracciarne
il confine ormai crollato,
mio esausto esploratore dell’inconscio.
Certo, puoi navigare su vascelli di gloria
e chiamarla condanna,
quando attingo a queste labbra
coppe stracolme di tempo immortale;
oppure puoi invocarla: “Dolce pazzia!”
mentre assisto esiliato alla mia libertà:
<<il suicidio incombente dell’anima!>>
Dall’onde scoscese, agl’abissi lucenti,
dai benevoli dei, ai tesori d’oriente,
celestiali maree puoi persino sfidare
per sfuggire sconfitto ad epiche imprese;
addirittura virare tu puoi
nude sirene d’amabile incanto,
mentre sguarnito d’alcun sentimento
ormeggi pentito le vele al rimorso.
Ma isola dopo isola,
miglio dopo miglio,
io sarò qua dentro te stesso
come un’ombra impigliata
che riemerge dal cuore.
E rammenta…
Nessun faraglione potrà contrastare
l'inciso passo oltre ogni nesso,
quel palpito tuo sulla sabbia intarsiato
che un orafo mastro mai forgerà:
“In un pugno un oceano rosso sangue!”



Share |


Opera scritta il 15/12/2015 - 14:18
Da domenico pesci
Letta n.457 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?