Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La gente dei monti...
Gianna la matta...
Tu oltre il tempo...
e lì, dormire...
Ombra...
Simmetrie di pura me...
UN REGALO DAL CIELO....
Tana!...
QUALE REALTA’...
Old...
Il tempio...
IL TEMPO LADRO DE...
NOI NON CI CHIAMIAMO...
Luce...
Haiku n 9...
Nel calle brullo...
Addio...
Verso il mio infinit...
Aspetando Anna...
Sogno...
Vorrei...
AFORISMA La statu...
Ricordi sul muro...
SOLO UNA ROSA...
Nasce tutto per caso...
Gravita'...
E' BELLO...
Mia opinione su Poes...
Haiku 17...
la coscienza in vers...
Delfi...
Fogli di neve...
Addio....
Quando salivo i grad...
Eri....
Foulard...
DENTRO ME...
Essenza di un tempo ...
Un arcobaleno a nove...
Haiku 2...
Le nuvole della piog...
Reclame...
Telefonofobia...
Di neve e di sole...
Dubbio...
steli di rugiada...
Non c'ero quel giorn...
AMICI (terza e ultim...
Legare...
Eco di un addio...
DIRSI ADDIO...
Confusione in testa ...
Scrivi ancora...
Nell'attimo sublime ...
METAFORE (2)...
L'autunno2...
ANIME DI PIETRA...
Thipheret...
Argento...
Haiku 15...
LE DIECI STANZE...
riflessioni n. 6...
UNA BELLEZZA DA SALV...
La nave va...
La poesia è il siste...
Questa bomba di vita...
Pelle d'Ocra...
Goccia...
Le Carte...
MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...
Lassù nel cielo...
IN BILICO COME UN EQ...
MISURA DEL TEMPO, MI...
Qui...
Oltre la vita...
EFFIMERA SEMBIANZA...
Disordine e anarchia...
Vento di profumi...
Forza Cagliari...
Io amo....
Turista nella nebbia...
fuga dalla solitudin...
Distorsione Notturna...
Lasciami andare...
Un fiore...
SAMAEL, il concepime...
Noi...
Dimmi...
Autunno....
Pensieri ,(per la fi...
Bevendo birra in tab...
ANCORATI RINGRAZIAME...
AUTUNNO...
Quante lune attraver...
20:48...
Foglie...
Oggi e ieri...
La marcia...
ADDIO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'ARTE POETICA

L’arte poetica è una riva sperduta
a volte esistita, altre volte sognata
che non servono quieti incandescenti
o derive accecate per ritrovarla.
Chi meglio di te riesce a conquistarne
ogni granello incompiuto,
chi se non te è capace di tracciarne
il confine ormai crollato,
mio esausto esploratore dell’inconscio.
Certo, puoi navigare su vascelli di gloria
e chiamarla condanna,
quando attingo a queste labbra
coppe stracolme di tempo immortale;
oppure puoi invocarla: “Dolce pazzia!”
mentre assisto esiliato alla mia libertà:
<<il suicidio incombente dell’anima!>>
Dall’onde scoscese, agl’abissi lucenti,
dai benevoli dei, ai tesori d’oriente,
celestiali maree puoi persino sfidare
per sfuggire sconfitto ad epiche imprese;
addirittura virare tu puoi
nude sirene d’amabile incanto,
mentre sguarnito d’alcun sentimento
ormeggi pentito le vele al rimorso.
Ma isola dopo isola,
miglio dopo miglio,
io sarò qua dentro te stesso
come un’ombra impigliata
che riemerge dal cuore.
E rammenta…
Nessun faraglione potrà contrastare
l'inciso passo oltre ogni nesso,
quel palpito tuo sulla sabbia intarsiato
che un orafo mastro mai forgerà:
“In un pugno un oceano rosso sangue!”



Share |


Opera scritta il 15/12/2015 - 14:18
Da domenico pesci
Letta n.406 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?