Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Rondini in viaggio...
Virus......
Nel chiuder quella p...
La merlettaia...
HAIKU C...
Un danzare di voci...
Suggestione di Febbr...
L'ETA' DEL CINISMO...
Notte d'inverno...
Due amori all'età de...
IL DUBBIO...
Un giorno finito...
Spiriti protettori...
DANZA DELLA PIOGGIA...
La Casertana...
Notti infauste...
Se vuoi sapere a cos...
LE TUE MANI...
La luce dell'univers...
Non fermarti...
Sei tu il mio redent...
Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...
Contrappasso...
Inverno...
Attorno alla cera...
Passiamo tempo a pe...
Tanka 28...
Nel ricordo di te...
Ritornando dall'agil...
IL MISTERO DELLA VIT...
Orme...
Come battiti d'ali...
La vera storia di Ce...
IO TI VEDO...
Carnevale...
Persona Amata che no...
persecuzione...
Attacchi di panico...
Un domani...
Quegl’occhi...
Basterà una rondine...
Quando ti vestivi co...
TRAMONTO...
Così...
Il bambino Dawn...
Non posso restare....
UN OTTOBRE NORMALE...
L'impervio sentiero...
Un'altra battaglia...
Fiabilandia...
Trasparenti sembianz...
IL FUOCO...
Filastrocca dello st...
Ipnosi...
Presenza....
Riflesso...
Dedica...
HAIKU B...
IL SORRISO DEL TRAMO...
CONTINUO A SOGNARE...
Guardando il cielo...
Il mare - Il progres...
Cuore d’ippocastano...
Cosmo sfiorito...
Passaggi...
Gianny Mirra...
Un Marinaio...
Dolce...
Mia Luce, mie tenebr...
L’interrogativo del ...
BOCCA A BOCCA...
Il mattino...
Prospettiva...
sbarre...
Cerca altrove...
Giorni senza cuore...
PASSERÀ...
Non era il tuo volto...
Scusa lo sfogo...
La risata del picchi...
Il pilota dei sogni...
le violette...
Appennino...
Terra...
Miriade di stelle...
AMORE PERDUTO...
Tanka 27...
Lungo una strada pol...
15 febbraio...
DISLESSIA...
Anche i virus hanno ...
COME I CAVOLI A MERE...
Amore unico...
La vita fuori...
Percezione...
Per sempre....
Il nostro amore è fi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Natura indifesa

Betulla era il tuo nome
notte e giorno a stender fronde
t'adoperavi


L'usignolo in flebile ramo
la reggia aveva costruito
per non turbare la quiete tua


Nella calura estiva
al ritmo del danzante vento
spargevi ombra


Maestosità palesavi
e il bimbo gaudente
al sorriso esortavi.


Che resta
d'intarsiate fronde
negli avviluppati rami?


Poco! L'uomo t'ha preso
una mattina di marzo
con ardore storpio t'ha reso


Povera mia voce
combattuto ha la battaglia
ma sconfitta mi son vista


Dopo essersi annoiato
l'uomo
ti ha lasciato.


E ora la tua forza ammiro
pur nello strazio fresca esistenza offri
a ciuffi di foglie dei mutilati ceppi.




Share |


Opera scritta il 22/04/2016 - 14:26
Da Maria Rosa Cugudda
Letta n.421 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Maira Rosa.. bella e riflessiva la tua poesia.. Complimenti cara ciao.

Maria Cimino 22/04/2016 - 23:58

--------------------------------------

BE PROBABILMENTE NON GLI PIACEVA LA SUA OMBRA ESTIVA O GLI SERVIVA LEGNA *****

POETA DELL'AMIATA LUPO DELL'AM 22/04/2016 - 18:13

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?