Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E ora cala il vento...
Le scarpe sotto l'or...
Proxima...
Combinazioni...
False promesse...
Il nostro tempo...
Storia degli intenti...
Gogyoshi - IL SOGNO...
Un libro...
Mettete l’impermeabi...
Attendere che ti por...
Dolofortia in poema...
Danza celeste...
Tiepidamente...
ECHI...
Ovunque si vada si è...
Volo di gabbiano...
Una storia unica...
Vino alla mescita...
Il potere della mamm...
Paura...
Buona notte...
Singolo momento...
Metà del Mondo...
UNA VALIGIA...
Inumato fuorimano al...
Dimmi di chi sei...
GLI AMORI DI UN TEMP...
Hai mai visto?...
Bianchi pensieri...
Stabilimento balnear...
La musa epatologa...
Il filo sottile dell...
IL SOGNO SPEZZATO...
Albe dorate...
Il fischio del merlo...
Rispettare la natura...
10...
La forma di una paus...
Il cuore pulsa di vi...
Povero gatto...
Il motivo delle dimi...
Il sellino lilla...
Piazzetta Gattamelat...
Questo è troppo!...
L'arrogante miseria ...
Veduta prospettica...
Cagliari, Via Napoli...
Mani...
IL PARADISO INFERNAL...
Oltre l'Infinito...
Aria di Luna...
Affiorano ricordi...
Il dominio del fuoco...
Smeraldi...
Notte tostata...
NOTTE DI AGOSTO...
SOTTO ASSEDIO...
Dove tramonta il sol...
Gogyohka...
Monotonia...
Appuntamento rionale...
Fantasia...
PISA...
Una foglia come cigl...
Gli incattiviti...
Giallo pervinca...
I CINQUE FRATELLI...
Odori antichi...
Internet è come una ...
Dietro le case la se...
GENERAZIONI DI S...
Ortensie e falesie...
Effimero Trionfo...
Come farfalla che su...
Pippo (no uno de i m...
Il mondo è taglia XS...
Cagliari castello Vi...
Profumo di mare...
nel gioco assorto di...
LA DOTE DELL' I...
Una stella...
Per caso....
Udite...
E ti penso...
Il maestrale...
Nostalgia e......
Azioni rionali...
Sto invecchiando...
Soggettiva...
Respirandoti...
GLI OCCHI DELL'...
Di primo taglio...
Choka...
Un reato commetti...
NOTTURNO...
Birre and bacon...
Il clown...
Santo Graal...
PER COSTRUIRE IL FUT...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Conserva il mio ricordo.

Conserva il mio ricordo quando la pioggia bagnerà le vetrate della tua camera, quando la nostalgia busserà e tu la lascerai entrare, dopo averla rifiutata tante volte avendole fatto credere che non ci fosse nessuno a cui far visita.
Ricorda il suono della voce che ti ha provocato la pelle d’oca al minimo sussurro e che ti ha urlato contro quando anche il cielo ha deciso di cadere.
Fermati a pensare se ne è valsa la pena e dopo gridalo a squarciagola, così che io, ovunque sia, possa sentire che nulla è stato vano.
Illuditi di avermi ancora accanto e di poter sentire la mia mano sul tuo petto che tiene il tempo dei battiti concomitanti dei nostri cuori.
Desidera, di anno in anno, un mondo dove al soffio delle candeline non avresti avuto bisogno di chiedere il mio ritorno.
Sogna il futuro che avevamo progettato insieme, sogna i viaggi che avremmo fatto, sogna i tramonti che non guarderemo mai.
Regalati la sensazione di svegliarti un’altra volta a fianco a me e di sentirti invincibile per questo, immagina i miei capelli arruffati e il mio sguardo dolcemente assonnato darti il buongiorno e stringerti tra le lenzuola fresche.
Guarda fuori e disegnaci passeggiare mano nella mano soffermandoti sulle nostre linee della vita che si incrociano vorticosamente.
Pensa alla sensazione del mio respiro sul tuo collo, alle gambe tremanti quando ti sono stata troppo vicina e ai vuoti allo stomaco quando invece me ne sono andata.
Voltati indietro e ripercorri le orme del nostro passato e apprezzami per aver lottato per comprendere e occupare la parte più profonda di te.
Lascia che il desiderio di me ti richiami durante la notte e ti risvegli, inquieto e amareggiato, lascia che il mio profumo ti pervada senza preavviso e ti riporti sensazioni mai archiviate, ma gelosamente nascoste.
Vai a guardare il mare alle prime luci del mattino e riscopri un po’ di me in ogni sfaccettatura del cielo: scoprirai che sai già tutto e che mai più conoscerai così a fondo qualcun altro.
Custodisci segretamente i resti di una me che hai conosciuto soltanto tu.
Porta nel cuore e nella mente l’idea di ciò che sarebbe potuto essere, della rosa che non coglieremo mai.



Share |


Opera scritta il 06/08/2018 - 15:01
Da Martina Ciano
Letta n.898 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Un racconto
...vera poesia
Complimenti

laisa azzurra 06/08/2018 - 17:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?