Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

A Guia...
Reset...
Poldino...
Trasparenze...
Tanto tanto tanto...
Tropea...
L'atleta dei due mar...
BREVE...
Santa Sofia...
Il Tempo...
Impara a proteggerti...
L'aquila trova sempr...
Insieme...
Quando il fisico ti ...
si cambia...
annusa......
Vengo anch'io...
Tre anime in una sca...
un'acqua distante...
Il piccolo sentiero...
Una malia...
QUESTO PAZZO MONDO...
LO UADI DELL'ANIMA...
LE TUE PAROLE DICONO...
Aria infante...
L’unica cosa che gli...
Simulazione...
Il Gladiolo...
LIBERO DI AMARTI...
Compassione...
IN QUESTA GUERRA...
Non ho dimenticato l...
La ragazza dagli occ...
ISTANTE MELANCONICO...
Strana estate...
Dolci pendii...
Scherzi della mente...
Pensando le margheri...
DIALOGO...
ALBUM DI FAMIGLIA...
COME NELLE FAVOLE...
Medusa...
Il colore giusto...
Preziosità silenzios...
Scorri e scivola nat...
Poesia (Haiku)...
Sabato quattro lugli...
Il Diluvio universal...
LA LUMACA...
C'est l'ètè...
La Ranocchia...
SE POTESSI......
Non sono di questa e...
Il cielo...
Trasognanza...
LA VITA CHIUSA ...
Mike (si può vivere ...
Poetica è la fatica ...
Ho sognato...
LE NOTTI CHE NON DOR...
Santiago De Composte...
Tutti scappano da me...
A dorso d'un secolo ...
Lenzuola al vento...
Il viale di sera...
Tremori...
La promessa...
HAIKU M2...
Smarrimento...
NUVOLE DI LUGLIO...
L' AEDO DEL SILENZIO...
Trottola...
Lungo le rive della ...
Haiku 01...
Il primo compleanno...
triste pietà...
Persa...
VENTI di PASSIONE (P...
Tornerò...
La menzogna anche se...
La fame è lo schizzo...
Sei ancora qui? (Seg...
Dall’Alfa all’Omega...
Insonnia...
Ardere...
Storie remote....
Il mio male il mio b...
Attori...
Maledetto Vento...
IL VIVERE DI OGGI...
DENTRO LA NEBBIA...
QUESTA NUOVA E...
ESTATE...
Verano...
Furetti e fiordalisi...
Mare e ricordi...
Entra dalla finestra...
Un ultimo compleanno...
IL CORAGGIO CHE SCAC...
L'inferno non si può...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Amo il mare

Sono stata e son tua figlia
inquieta potente distesa
d’azzurra acqua.
Ti ho amato nelle onde
sempre mi sono lasciata cullare.
Non stanotte mio Mare
sei duro violento
troppo sicuro di te
per questa fragile notte per me.
Lo spirito
sopraffatto dal tuo fragore
invoca sai tu chi
per calmarti e lasciare
che le ossa stanche
tra le tue ormai rilassate braccia
s’assopiscano finalmente.



Share |


Opera scritta il 10/01/2019 - 14:44
Da Maria Rosa Cugudda
Letta n.352 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Vi ringrazio, di vero cuore, Eugenia ed Antonio!

Maria Rosa Cugudda 13/01/2019 - 22:35

--------------------------------------

È troppo grande il mare per capire la sua maestosità. Tu l'hai cercata. Stupenda poesia.

Antonio Girardi 10/01/2019 - 18:15

--------------------------------------

Molto bella Maria Rosa.
ciao buona serata!

Eugenia Toschi 10/01/2019 - 17:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?