Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La vera gentilezza c...
Il mondo a quote più...
Fobia...
Quando ognuno fa que...
La Coccinella...
Cento anni...
HAIKU 11...
Grotte...
Non ascoltiamo quell...
Finzione (Anglicismi...
PULIZIE EXTRA...
Afflato di luna...
L\'uomo che conobbe ...
Il mio sogno...
Illusioni...
L'ITALIA DEI FURBETT...
In pensiero...
L'ora del corvo...
Balconcino...
CALA LA NOTTE...
LA CHIMICA INCENDIAR...
Due universi...
Una piccola malincon...
Je...
Milos tra le braccia...
Silenzio assordante...
Scrivo di getto...
Ortensia Selvatica...
Eccomi amore......
Distratta...
Ancora sorridono i f...
PETALI...
L\'uomo che conobbe ...
Il faro...
NOTTI IN PRESTITO...
MADRE MIA DOLCISSIMA...
IL CONOSCENTE PIACIO...
LA FELICITA' VIE...
caro Mango...
ROGER...
Cieli silenziosi...
Infinita luce (conco...
Note diverse...
I SUOI OCCHI COME UN...
Destino...
Cullami o mare...
Compendio universale...
In bilico...
La mia amica Martina...
LA VIA DEL CIELO...
Tra le figlie di Net...
DOLORE...
Il dolore degli altr...
Lucente D'amore...
Donna... e...
L'egocentrica a teat...
Canto di lei...
Piccolo soldato...
L\'uomo che conobbe ...
Giaggioli...
E sei sempre lì...
QUADRO DI BOTTICELLI...
Il Timido Gheppio...
Essere se stessi..ri...
IL SOLE AL TRAMONTO...
LA TEMPESTA PERFETTA...
Cartolina...
Vestita di nero...
I misteri dell\'abba...
L'unica creatura...
Tu, Alato Amorino...
Brucia la terra...
La dolce compagnia...
Lei, ride amara dei ...
La partigiana...
Rosengarten...
Dillo un'altra volta...
Intenti d'amore...
Bianco e nero...
LA CHIMICA INCENDIAR...
Silvestre...
APRI IL CUORE...
La rosa...
Il calamaio di latte...
UN FIORE RECISO...
Eppure...
Tace il silente tigl...
PASCIUTI TARLI...
Musa in prestito (a ...
Nei righi...ti ritro...
MILKY CUCCIOLO...
A Mia Madre...
Il mio destino è il ...
AL MARE IN LIGURIA...
La paura della morte...
Tra un rigo e l'altr...
Poesie di gioventù...
La colazione (prosa ...
Haiku 12...
LA TRAPPOLA RUSSA. ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Il Granchio Reale

In un affollato ristorante ai carruggi di Genova, io e Francesca, la mia fidanzata, ci sediamo nell'unico tavolo libero, desiderosi di mangiare pesce. Nell'attesa che ci portino i menù, osservo pigramente la vasca dei Granchi Reali di fronte a noi. Noto che l'unico crostaceo rimasto, attraverso le chele, sul vetro sta freneticamente componendo più volte --- Aiutami - Aiutami - Aiutami Aiutami... --- in codice Morse, un codice che conosco bene in quanto l'ho imparato nell'Esercito.
Strabuzzo gli occhi, incredulo. Ciononostante, con un cenno d’intesa, gli faccio capire che ho captato i suoi “SOS”.


--- Se riesci a portarmi fuori di qui, ti rivelerò dove trovare un forziere sommerso, pieno di oro e di gioielli --- detta ancora quell'essere marino. 
                                     
Chiamo un cameriere per cercare di ordinare quel Granchio Reale, non per farmelo cucinare ma bensì per averlo vivo, in modo tale da portarlo tranquillamente a casa, anche a costo di passare per pazzo. Male che vada, alla mia fidanzata spiritosamente dirò così: «Ho preso un granchio!»
Cribbio, proprio adesso uno dei camerieri afferra velocemente il crostaceo e lo porta in cucina.
«Porca puttana!» esclamo con tono stizzito, battendo nervosamente il piede sotto la sedia.
«Che c'è amore?» mi chiede Francesca con aria perplessa.
«Niente tesoro!»
Il "niente tesoro!" senza virgola è tutto dire.




Share |


Opera scritta il 20/07/2020 - 14:21
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.475 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Di certo con me il crostaceo non sarebbe finito dalla pentola alla padella, l'avrei ringraziato a vita qualora la storia del tesoro sarebbe risultata attendibile, sebbene avrei dovuto trovare un modo per recuperarlo visto che non sono un sub, anzi, addirittura non so nuotare proprio.
In conclusione "Il granchio Reale" non è uno di quei racconti da... "prendere con le pinze".
Un salutone e grazie ancora a tutti voi!

Giuseppe Scilipoti 24/07/2020 - 12:46

--------------------------------------

Giacomo, Ernesto, Maria Luisa, Barbara, Santa, Giulia Rebecca, Moreno e Afrodite, granchie tante, emh, grazie tante.
Il racconto ha qualcosina di autobiografico. io e Francesca, una sera, nei caruggi di Genova, andammo a mangiare pesce. Ad un certo punto mi soffermai sui Granchi Reali in una vasca... e oplà, ecco che immediatamente è scattata in me l'ispirazione per scrivere "Il Granchio Reale.
(segue risposta)

Giuseppe Scilipoti 24/07/2020 - 12:42

--------------------------------------

Certo, che soltanto una mente geniale come la tua, avrebbe potuto immaginare un dialogo "telepatico" con il Granchio Reale che, almeno per qualche istante, si è illuso di poter sperare in una destinazione diversa, rispetto alla fine indecorosa che invece ha fatto.
Bravo, come sempre!

Afrodite T 22/07/2020 - 16:00

--------------------------------------

Mannaggia al cameriere! Storia divertente e con spirito giocoso.
Grazie Giuseppe

Moreno Maurutto 20/07/2020 - 23:56

--------------------------------------

Le chele non nascondono animo sincero, la metamorfosi rare volte dirada la presa. Niente tesoro? Direi: certe razze galleggiano a tutti i livelli ma fininiscono sempre in tegame ed è un piacere rompergli il carapace con l’affilata tenaglia.
Fluida narrazione, mantiene la tensione burlesca.

GiuliaRebecca Parma 20/07/2020 - 21:41

--------------------------------------

Quando si dice che l'immaginazione non ha confine, basta leggere i racconti di Giuseppe Scilipoti. Di sicuro non ne leggerai di simili da nessun'altra parte.Mi associo a Giacomo per quanto riguarda le virgole, se ricordi bene a tale proposito ho scritto anche un racconto. Lode, lode...e ancora lode.

santa scardino 20/07/2020 - 21:16

--------------------------------------

Veramente divertente e ben scritto ...Giuseppe! anch'io come Maria Luisa solidarizzo con il granchio

barbara tascone 20/07/2020 - 19:02

--------------------------------------

Ahahah .... bravo, un bel racconto e un bel gioco di parole. Povero granchio ... mi spiace ma non per il tesoro ma perché io sono vegetariana....

Maria Luisa Bandiera 20/07/2020 - 18:52

--------------------------------------

Insuperabile sei! Mai letto niente di simile e scritto in modo così piacevole.
Ciao.

Ernesto D’Onise 20/07/2020 - 15:51

--------------------------------------

ahahahahah...spiritoso gioco di parole. Invece la frase Niente tesoro, la userò per far capire come una virgola possa cambiare il senso di una frase, e di molto. Ciaociao.

Giacomo C. Collins 20/07/2020 - 15:38

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?