Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La foto...
Vivi, in ogni caso v...
La verità il lume de...
LA VITA CONTINUA...
Benjamin e i turbame...
Lettera d'addio a mi...
Non è carità illuder...
AIUTAMI A ESSERE FEL...
Virgole come petali...
Diventando grande...
Narcisi...
Tenebre...
EPPUR MUORE UN SOGNO...
Dove le parole hanno...
Sussurrami...
Meriggio Di Maggio...
Meraviglia...
Testamento...
LA MADRE DI CECILIA...
Un qualche cielo...
SENTIERI DI VITA...
Acqua...
Mamma....
TI SENTO...
Sussurri e nuvole...
L'incanto...
Soggetto Beta II°ep....
Quanto amore...
Solchi di poesia...
Il tempo dei sogni...
UNA LUNGA NOTTE...
Piazza Papa Giovanni...
SOTTIGLIEZZE...
Quanto durerà ancora...
La vita non è che ...
INCONTRI NELLA N...
Un granello...
Sognando...
Non voglio sentire i...
Tutta la vita...
Tra Rosse Aurore ed ...
Filastrocca...
La quercia...
Vento dell'est...
Pearl River...
LA VITA...
Soggetto Beta I°epis...
Giorni...
Reprobi Angelus 12....
Ora che non guardo p...
Albeggia...
Svegliarsi...
La casa di Elisabeth...
RICORDI PENSIERI ...
Fido Randagio...
Abitudine...
Pensieri confusi...
GRIDA...
Cravatte...
Incredibile che rina...
Come Fa Il Vento...
Dove sei.......
LA SCARPETTA DOMENIC...
Il Tramonto...
Capo Bianco...
Incendio...
FINALMENTE SI SPOSA...
Tutto senza capire...
Illusione d'amore...
Le promesse spese...
Trovare la chiave pe...
Dio è in te,nella mi...
L'uomo può avere con...
Fabbrico nostalgie ...
Oltre i tuoi capelli...
Uomini e Donne… Sold...
Murales...
Il fieno tra i capel...
Malinconico Maggio...
Sete di libertà...
Case dalle finestre ...
GIOVANE AMORE...
HAIKU 6...
Vento d'estate...
Calde lacrime...
Confusa e felice...
LUCCIOLE...
Pianto di stelle...
....interferenza...
Granito...
Canto dell' amore ri...
Il Papavero...
haiku 10...
I GATTI DEL QUARTIER...
Reprobi Angelus 11....
In questi momenti bu...
“MADRIGALE” PER LA M...
La chiglia s'incagli...
Il palcoscenico dell...
Donna Violante...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



The gift

Cinzia guardò malinconicamente dalla finestra le magnifiche luci natalizie sulle case dei dirimpettai. Verdi, rosse, blu... sfavillando contribuivano a ravvivare ulteriormente l'atmosfera del quartiere. 
Tra le mani stringeva una tazza fumante di tè e tra un sorso e l'altro si avviò verso la sedia a dondolo dinnanzi al caminetto scoppiettante. Con un sospiro, si sedette, e tastando l'anulare, le si inumidirono gli occhi.
Alla sua destra, sotto l'albero addobbato, tra i panettoni e una serie di pacchetti colorati, c'era un piccolo involucro avvolto in una raffinata carta rossa e con un elegante nastro bianco. Quel regalo era destinato a lei, il quale l'avrebbe certamente scartato se non fosse avvenuta la tragedia che costò la morte di Natale, il fidanzato.
Ogni anno, Cinzia, attaccava il pacchettino nella parte bassa dell'abete natalizio e con la ferrea decisione di non scartarlo per nessun motivo al mondo. 
Quel maledetto 25 Dicembre 2013 l’uomo della sua vita avrebbe festeggiato l'onomastico e, sfortunatamente, la ragazza non aveva potuto fargli un regalo altrettanto prezioso: l'annuncio di una gravidanza, il frutto del loro amore che sette mesi dopo venne chiamato Natale.
Natale, lo stesso nome dell’insostituibile amato.



Share |


Opera scritta il 17/12/2021 - 17:14
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.203 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Anna, Maria Luisa, Santa, Alberto, Mirko, Angela
I vostri bellissimi e toccanti commenti, di cui alcuni corredati di pertinente parallelismo li reputo come se fossero "gifs", difatti avete "addobbato" il mio animo narratore tant'è vero che si sta già dando da fare per un nuovo e breve progetto di scrittura...
Grazie di cuore a tutti voi, lietissimo di sapere che il testo è stato apprezzato. Con la speranza di stupirvi ancora nei miei prossimi componimenti.
Un abbraccio a tutti voi!


Giuseppe Scilipoti 18/12/2021 - 23:08

--------------------------------------

Una toccante storia di un progetto incompiuto...di un dono mai scartato in contrasto con il regalo più bello dove però convivono nascita e morte. Stridente e toccante... le poche immagini di questo breve racconto ti addolorano ma nello stesso tempo ti danno speranza quando il vagito della vita diventa più potente della morte. Molto bello Buon fine settimana Giuseppe ***** Chiaramente

Angela Randisi 18/12/2021 - 08:11

--------------------------------------

Anche questa volta hai fatto centro.
Complimenti Giuseppe

Mirko D. Mastro 18/12/2021 - 07:08

--------------------------------------

Natale come questo periodo di Natale. Bella sorpresa! Un po'triste il racconto ma con un finale simpatico.
Buon Natale

Alberto Berrone 17/12/2021 - 23:46

--------------------------------------

Caro Giuseppe,un racconto dolce e tenero come sei tu. È pura emozione questo racconto. Cosa c'è di più prezioso dell'annuncio di una nuova vita? Il Natale una vita ed una speranza che si rinnova instancabilmente da 2000 anni. Un'idea meravigliosa espressa con poche parole ma 8ntensa di significato. Sei bravissimo in qualunque campo ti cimenti. Stelline a go go per te. Ciao

santa scardino 17/12/2021 - 20:59

--------------------------------------

Commuovente questo bel racconto, anche se questa volta un poco triste, ci hai deliziato enormemente.

Maria Luisa Bandiera 17/12/2021 - 19:46

--------------------------------------

Grazie a te Giuseppe..spero torni qui presto e che il tuo lavoro non ti porti troppo via da noi..intanto ti auguro buone feste e abbracci forti e baci decisi.

Anna Cenni 17/12/2021 - 19:32

--------------------------------------

Carissima Anna, il tuo bellissimo commento è come un dono per me.
Se fossi Babbo Natale, non ti porterei di certo il carbone perché sei troppo buona e generosa.
Le tue parole mi colpiscono, riconosco però di aver scritto un testo molto triste. Purtroppo l'esistenza di ognuno di noi è fatta anche di cose spiacevoli. A tal proposito, nella tua breve, attenta e partecipata disamina si percepisce di come conosci bene l'amaro della vita.
Ti regalo il mio abbraccio, il più caloroso che possa esistere assieme alla mia empatia.
Per il resto, da lunedì nonostante sarò presissimo dalla mia nuova avventura lavorativa, in qualche modo cercherò di di essere presente nel sito. Altrimenti aspetterò tempi più tranquilli per tornare su Oggi Scrivo.
Ti auguro tantissimissimi auguri di buon Natale.

Giuseppe Scilipoti 17/12/2021 - 19:19

--------------------------------------

Cosa dire...a parte la gravidanza...mi ci vedo riflessa un po in questo racconto..che non mi fa intristire perché so che chi non c è più è sempre riparato dentro il nostro cuore.cinzia lo fa rivivere ogni natale.bellissimo racconto..tu sei sempre soavemente leggero e delicato soprattutto quando racconti di cose tristi che accadono. Tu sei uno scrittore poeta e non è da tutti esserlo entrambi. Milioni di stelline per te.

Anna Cenni 17/12/2021 - 17:45

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?