Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

In un filo di voce...
IN INGHILTERRA È IL ...
Scusami......
Caramelle...
ILLUSIONE INTRISA ...
Il finto autunno...
Dadi e fortuna....
Nonsense...
Anima potente...
Spazio-Tempo....
La stanchezza nascon...
Quando sarai lontana...
Gelo...
Per questo mi batter...
Pani e pesci...
Le Notti di Elisa -n...
Castel Toblino...
Violata...
TORNA IL NATALE...
Una rosa, un sorriso...
Come rugiada...
Occhi...
E' mistero...
A spasso di notte tr...
Il rifugio...
Sul cortile...
Ti lascio una poesia...
Mar della Melassa...
Quando l'amore è un'...
Figure sulla volta...
Subliminale...
Cielo di ogni colore...
L'uguaglianza nasce ...
IL GRIDO DELLE DONNE...
Colombo...
La dama e la pagnott...
Saudade...
AI FIGLI...
OMBRE CINESI...
LA DEMOCRAZIA DELLA ...
Qua la mano...
Spensieratezza...
DIANA...
haiku 16...
In bilico...
Tramonta l’alba mia...
Tra le foglie...
Una spiga di grano....
Tanka 2...
Io ritorno da te...
L’uomo è stato l’art...
Il bene che si fa no...
Scrivere di te...
l'unico amore è quel...
Lugano...
Orfana d'un sogno ru...
AMORE ETERNO...
Amo la vita...
Il volo di una capin...
Bella Napoli...
Mi chiamo Giufà...
Pioggia rigenerante...
A fine turno (il mac...
Cala la notte nella ...
Pece...
Donna...
4:50...
Io sono il poeta...
Rosario a Siliqua...
Falce di Luna...
Nel tempio dell'anim...
Sonni troppo profond...
L'invito...
L\'ARROGANZA DEL COR...
La magia del circo...
Una vecchia topolino...
Perdersi le sfumatu...
Cieli diversi sulla ...
Sentieri d’autunno ...
TROVARE L' AMORE...
UN TUFFO NEL PASSATO...
Nuvole...
MARE D'AUTUNNO...
Magari...
Eri bella...
VIAGGIO DI LAVORO...
Miravo....
Incantesimo occident...
Haiku 93...
L'anima arranca...
BEA...
QUEGLI ABBRACCI CHE ...
L'anima arresa...
Non c'è più sangue n...
Gocce...
...lacrima...
Campo di basket...
Oltre questo paradis...
ALLA SUOLA...
'O PRESEPE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Solo statue di alabastro bianco

Cammino a piedi nudi
su una spiaggia di cenere
tra tante sigarette spente
ammucchiate come alghe
lasciate dai capricci del male
d'una violenta estate.


Intorno a me
solo statue di alabastro bianco
che fanno da eco alla luce del sole
ma un dio non affida loro un'ombra
per timore che la perdano,
né lascia fluire il vento
per paura che lo sporchino.


I loro occhi di fuoco,
fissandomi,
lasciano scorrere sul viso
lacrime,
come colate di cera
di una candela
che senza vento non si spegnerà
consumandosi
fino a scomparire tra la cenere.


In terra uno specchio
la mia foto
un pezzo di vetro trasparente.


Non so.


Provo ad urlare
ma dalle mie labbra esce solo un sibilo
impercettibile ed inutile,
provo a fuggire
ma le mie gambe sono immobilizzate
da questo incubo.


Non c'è aria
in questo sottovuoto
ed io respiro il niente
che entra ed esce
dai miei polmoni bruciati.


Non puoi capire amica mia
è come svegliarsi da un incubo
e trovarsi in una peggiore
irreale...
"REALTÀ "...




Share |


Opera scritta il 05/05/2022 - 12:21
Da fabio bruschi
Letta n.153 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Ci son dei passaggi...incredibili!! Bellissima!

Anna Cenni 06/05/2022 - 11:47

--------------------------------------

"ma un dio non affida loro un'ombra
per timore che la perdano" e ancora
"lasciano scorrere sul viso lacrime,
come colate di cera di una candela"
li ho trovati passaggi splendidi.

Mirko D. Mastro 06/05/2022 - 05:33

--------------------------------------

Di grande impatto e profondità! Molto apprezzata.

Maria Luisa Bandiera 05/05/2022 - 13:46

--------------------------------------

E' molto forte, trasmette profonda inquietudine.
Molto ben scritta, complimenti!

Marina Assanti 05/05/2022 - 12:49

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?