Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Normale Follia...
Sensazioni 7...
Sulle onde stropicci...
Scoprire l' Amore...
HAIKU N. 14...
Nei momenti di fragi...
Dell'attesa...
L'ammartaggio...
Haiku 14...
Poeti...
L'aprés midi d'un ph...
Il canto più soave...
Tanka 2...
Donna...
Vivere cosi...
Mio dolce ardire...
Alcuni buoni passagg...
Dò un cenno...
Ode alla Madre Terra...
L\'ulivo...
Scusa se cammino...
RITROVARE SE STESSI...
Ode al polacchino...
Ti conosco da appena...
Cos'è la vita ......
NON E' SEMPLICE...
Dolce settembre...
Chi sei?...
Fossili...
Follia...
- Racconti dal mare...
Padiglione 1...
Ormai la pioggia...
Fra una carezza e l'...
La voce...
STRANE FORME...
SCUSATE IL RITARDO (...
Castell'Arquato...
E ogni volta che cad...
E poi...
Troppo piccola per.....
La vecchia che fila(...
siamo come fiori,alc...
PROFEZIA DI UN ESSER...
Ti ascolto...
A settembre...
Haiku t...
Dipinto di uomo con ...
Una carezza sul viso...
La cura...
Un suono non odo...
Nuvoletta rosa...
Il nipote del vecchi...
1 sett 1939 2 sett ...
Il lento gocciolio d...
Leitmotiv del mio l'...
INVITO ALLA VITA...
licantropi,lupi mann...
La Coccinella Rossa....
A VOLTE E' IL...
SENTORE D'AUTUNNO...
haiku 6...
Bucolico romano...
Tenera Frida...
Lo sguardo di un bim...
Sensazioni 6...
Incorrisposto...
La MIA ESTATE...
FONDALI OCEANICI...
È tutto un click...
La credenza guida il...
Un Libro...
E se pur per errore...
Il seguito...
Per qualche malintes...
Haiku 13...
Particolarmente...
Versi decrescenti...
Oltre il tramonto...
Contorni sbiaditi...
LIBELLULA...
L'ultimo ballo...
Haiku s...
Amicizia...
Tutto Finto...
I RICORDI...
La Verità...
Cinema IRIS...
Tanka1...
La paura è un meccan...
SETTEMBRE...
A qualcuno piace ton...
La Notte scende sul ...
HAIKU N. 13...
Il rumore della piog...
Soffio...
Sensazioni 5...
Manca coraggio...
Musa 2...
Non avrei potuto...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LE MIE SCARPE.........!

Ho indossato quelle scarpe,
mi hanno avvolto i piedi
come la coperta che avvolge teneramente
il bambino appena nato.
Son le scarpe ideate
per me che ora sono grande;
di pelle o di tela,
con il tacco alto o no.
Quando invece sono nata
mia madre mi metteva
le scarpine di cotone fatte a mano,
rosa,bianche, gialle o verdi.
Quelle scarpe sempre belle,
a coprire i miei piedi infreddoliti
a tenerli sempre al riparo
dal freddo e dalla polvere.
Han percorso strade e strade,
incontrando sole o pioggia,
neve o vento;
proteggendo i miei piedi
dai tanti e svariati pericoli.
Scarpe quando strette,
quando larghe;
quando chiare,
quando scure;
ora chiuse per l'inverno,
ora aperte per l'estate.
Scarpe belle ed eleganti
o comode ma anche ingombranti.
Le mie scarpe, le tue scarpe
parlan tutte del nostro cammino.
Scarpe che oggi le fa
un grande macchinario,
ma che un tempo le faceva il ciabattino.


Share |


Poesia scritta il 21/04/2011 - 15:13
Da lucia fiorillo
Letta n.898 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?