Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
PER FAVORE,POETI...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...
NUMMERI di Enio 2...
Sullo scoglio...
Er chiodo fisso...
Zacchete !...
Vivimi...
UN FIORE NEL CIELO...
AGOSTO...
Il Volo...
Punti di vista...
21 aprile...
I tuoi momenti...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Masturbazione Festiva

La morte sale dalle piante vergini.
La terra si piega su se stessa.
Quando sarà il primo sisma?
Nel frattempo, i bambini si spaventano
davanti a fiori che sanno di fiele
e il circo esplode in riva al mare.
I poveri cercano il mais nascosto
nella tasca di chi lo compra.
Il seme, però, strappa le tenebre.


La città compromette di peccati il tuo destino.
La città dove le donne si tuffano fino al midollo osseo,
fino alla sillaba strappata dalla notte.
Elevati suoni coprono la bocca, la corrodono,
la sfrenano, la sporcano.
Ti affondano con una boa di pietra,
ti ingrandiscono con violini in mezzo al fieno.


Il musicista arriverà veloce, ereditario delle acque,
e ti dico:fiore, erba, pianta spinosa, goccia di miele.
Alla porta della foresta
temo i passeri di profilo, gli avvoltoi, il becchino,
alcuni serpenti.
Il piano ha la tastiera consumata,
corde di fango.
Alcol per il traguardo dell’inverno.
Solitudine pisciata da due ubriachi.


La fessura si copre di muschio vicino all’ano.
I pagliacci rovinano tutto,
persino il proprio aroma in bocca scomposto dal riso.
Al fondo, la statua si muove cauta al sapore della brezza
ed è trascinata da bisce già morte.
Masturbazione?
È un gioco a molte voci, pensano i giovani,
e a fuoco lento la carne va cuocendo.



Share |


Poesia scritta il 29/01/2015 - 12:20
Da Poeta Operaio
Letta n.348 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?