Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Camelia...
Consumato in segreto...
La bambina al balcon...
Credevano di poterla...
Al vostro fianco...
In questo mondo così...
Il venditore di oliv...
GOCCE D'AMORE...
SOGNO O REALTA'...
L'oblio non si dimen...
Ancora bianchi e ner...
A ME RITORNO...
Sconfiggere il passa...
Vento del nord....
Lapislazzuli...
Calore...
Vecchio...
Tanka n. 12 inedito...
Per voler destino...
Decisioni difficili ...
L' ABISSO DEL LING...
L'EDICOLA...
Piante...
Nel mio sangue scorr...
Bianco gabbiano...
Paturnie e piaceri...
Uno sguardo luminoso...
Giulia e il ricordo ...
Angeli in prova...
Sorelle...
IO IL SOLE E TU LA L...
Ci sono parole che ...
Quando nel cielo non...
Confuso (mi innervo,...
Il dubbio...
Ansia sociale...
Memoria...
Il colore dei ricord...
ti lascerò andare...
Auschwitz 1943...
PENSIERI...
Il segno...
Haiku19...
Sentirsi soli...
finestra...
Dal buio alla luce...
Il Sole...
Il giorno della memo...
Di Luna, e del suo a...
Io, la Valle e Trism...
Amarti tutta la vita...
solo un cantastorie...
RESILIENZA...
Sant'Ambrogio 2020...
Dachau...
Echi nel vento...
HAIKU Z...
Favola sotto il ciel...
San Silvestro...
Un giorno come tanti...
la spalla...
Vinca il migliore?...
Storia di una badant...
Il suono dei mostri...
Sorriso di stelle...
Sentirti...
Stagno...
Il pettirosso...
Chi salva...
Da Epigrammi Notturn...
Come hai potuto (ded...
Haiku n° 12...
Lo spettacolo più be...
Minimalismo siamese....
SEMBRA IERI...
Piccole Ali...
Che possa toccare un...
FINE DI UN AMO...
Non umana...
Portami via...
Notevole...
Dedicata a Grazia Gi...
Metamorfosi...
La ragazza delle mil...
E' quando aspetti un...
Farfalla....
ANCORA ACCANTO A ME...
Sonno...
Storia di una badant...
La collezionista...
Si dice...
Stanca serata...
Nuvole e Gabbiani...
Andiamo avanti così...
Igor Michail...
Dell’inviolabilità d...
Canto del dove i sen...
Dammi...
In tempo di guerra...
Trilussa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Intemperanza politica

Mi trovavo, di mattino, al Municipio
giacchè sbrigar dovevo un’incombenza;
di botto fui d’ergumeni in corto spazio
che perso aveano il senso della decenza.
L’un volgarmente all’altro si scagliava
mentre quell’altro,in urla, bestemmiava;
l’uno del ladro dava al suo collega
l’altro parea avere gusto a brutta bega.


L’uno la Benemerita invocava
l’altro, la strozza,d’un balzo afferrava;
quello di stazza grossa ed imponente
rendea quell’altro nullo ed impotente.
Fortruna l’ali stese,in quel frangente,
giacchè trovavansi vigorosa gente
che, il piccolo sollevava con veemenza
e al bisonte entrava in colluttanza.


Ed or,ciò detto, pure il mio pensiero,
mi si consenta esponga: Degrado
peggiore esser non potrebbe se al guado
d’aspettar il collega l’altro n’è altero:
Miserabili,di cordata, furon compagni
per conquistare un umile sgabello
e non disdegnaro neppur loschi convegni
amando coda di leone a capo d’agnello.


Di bega e lascivia la gente non ha usanza,
nel rispetto di legge vuole governanza;
necessita ,d’amministratori, vera presenza
che alla comunità dia rispondenza.
Uomini, quindi, di governo degni
di rispetto intrisi, non di sdegni,
ch’abbiano per sol fine bene comune
e interessenze mai, giammai niune.


Chi della cosa pubblica ha la reggenza
non stia un letargo e misera temperanza;
s’adoperi a togliere crosta e indecenza,
dimostri ancor fermezza e sua prestanza
pur senza dare sfogo all’impazienza.
Ridoni al popolo suo persa speranza,
fà che ripudio non tocchi comunanza
e designi il consigliere per competenza.



Share |


Poesia scritta il 05/12/2011 - 16:32
Da nello maruca
Letta n.832 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?