Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Bianchi pupazzi...
E......
Amo la vita...
PALESTRA...
occhi...
Volevo dirti...
Profumo di casa...
Giocare con la vita,...
Noi raccoglitrici de...
In viaggio...
Il viaggio (Senryu I...
18:16...
Notti insonni...
Un bel giorno d'esta...
MARCIAPIEDE...
FRA POCO SARÀ NATALE...
l\'ULTIMO VIAGGIO....
LIBRO QUESTO SCO...
L'amore...
SPERANZE...
L’uomo per natura vu...
Le finestre degli al...
Errore in-convenevol...
A mia madre...
Con tutto l'amore ch...
Ciao Diego...
La ragazza selvatica...
Essa fu (concorso p...
Delicata...
MUSCHIO...
Tutti i santi giorni...
Vita...
QUANDO SI CAPISCE...
La viltà di un uomo...
La precarietà dell'u...
Al suono del vento...
Giuramento d’amore...
Gocce d 'acqua...
Ineffabile destino...
Il viaggio (renga, c...
Invito a cena...
Il presente disse pa...
Sonetto - Profondo e...
E' tempo di innamora...
Si apriva e si chiud...
Innamorato...
IL VIAGGIO...
Non sappiamo quanto ...
Sirene...
Milena...
I ricordi...
Ceste di fiori...
Malinconica Tristezz...
Quesito...
Io e la Risolutezza...
Il buddha...
POVERI E RICCHI...
L'ultima foglia dell...
ultima foglia...
Era bello...
Numero trentadue...
ZIBALDONE...
La paura...
La mia Italia...
L'essenziale...
Mi disse parlami...
Il viaggio (Cartolin...
A DUE PASSI DA ME...
Speranza d’autunno...
Glorioso passato...
LVX...
ADRIANO...
Elucubrazione n. 6...
Sospesi in un tempo ...
L'autunno...
SE NON CAVALCHI LA T...
Con disgusto (concor...
In riva al mare...
Se non vinciamo tutt...
I NOSTRI GIORNI...
Casa...
La mente suggerisce ...
Buonanotte...
Se ti abbraccio non ...
Luna pretesa...
INVERNO...
IL CUORE DEI PENSIER...
I miei nemici alla f...
Il vela...
The Bergen Belsen...
09:35...
Grazie...
Notte senza luna...
Fermarsi...
Friedrich Nietzsche....
La Parola del Vangel...
Pelle...
Tenebre...
L'ultimo canto di Sa...
Ombre voraci...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

LVIII

Ah! Quante volte ritornata in mente
la stanza mia e di nonna, giovincelle,
quante rabbuffi per le marachelle
che , a turno, facevam continuamente.


Ti ritrovo, mia stanza, finalmente
e riascolto il garrir di rondinelle,
rivedo beccare le gallinelle
all’aprire di man pacatamente.


Tardi sono tornata e, ora, son sola
che la compagna degl’ingenui giochi
la Morte l’ha ghermita e in cielo vola.


Se fosse qui, pur lei , con la sua mole,
con l’intimità di cucina e fuochi
a tutti prenderebbe per le gole.



Share |


Poesia scritta il 09/08/2012 - 18:32
Da nello maruca
Letta n.1450 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Contento di averti incontrato, apprezzo la tua professionalità e capacità nell'esporre i concetti
Con stima.

nello maruca 14/08/2012 - 12:42

--------------------------------------

Gentile Enio,
anzitutto un grazie per avermi letto e apprezzato, quanto, poi, alla composizione delle terzine a me non pare ci siano regole fisse tanto che mi pare di avere letto che possono essere variamente rimate. Al proposito mi permetto citare Petrarca - sonetti LXXIX - LXXVIII; Belli - Le Cappelle Papale, La Golaccia; Gozzano - Alla Mamma, L'Antenata, Il filo ecc. Poichè, Poeti di sì elevata statura ci hanno tramandato come può essere la composizione delle terzine ritengo di non essere incorso in errore.Se così non fosse non esiterei a correggermi. Un grazie ancora e un cordiale saluto.

nello maruca 13/08/2012 - 23:18

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?