Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SOMMESSI...
Bagliori sospesi...
Per non dimenticare...
Alla mia città...
Luci sulla veglia...
Vecchio...
OMBRELLO...
Estensione (come son...
L'ultimo valzer...
Trudy...
Stanotte ti ho sogna...
I bagagli delle nost...
Le sensazioni infini...
Silenzio...
PANDEMIA ECONOMICA...
L’attimo in cui ho c...
LA VITA COME UN RAGG...
Inadeguato...
FUOCO E FIAMME...
Le nostre begonie...
Il mio faro nel mare...
FLETVS...
Sogni notturni...
Polvere...
La disputa...
POETA...
Gocce di solidarietà...
Piccoli segreti...
Alberi...
NON FIGLI MA NIPOTI...
La tela...
Sulle ali del silenz...
26 ottobre...
A soli due passi da ...
RICORDO...
La clessidra...
La gioia di vivere...
Un conforto cultural...
VITA...
Triste speranza...
Anima rinata...
La carta vincente...
L'alba sui Colli...
HALLOWEEN SONO IO...
OMBRE DI QUEST...
Danni collaterali...
Attesa...
Alzheimer...
Disincanto...
Boote...
UN NUOVO GIORNO NASC...
Le tre Madri!...
Nuvole e luce nella ...
Io manigoldo...
Però quant\'è vago i...
Oblio di ottobre...
CALA LA SERA...
Elucubrazione n. 1...
LUCI DELLA SERA...
Ci restammo dentro...
Ultima danza...
Concatenazione delle...
Terra muta...
Notte ad Est...
Terren senza via...
RIECCOCI...
Alcune persone prove...
Questione di forza...
Il silenzio...
Le persone buone...
Il principe e i suoi...
Sant’Ilario...
Il rumore della pio...
DONNE SALVEZZA ...
Bello stile...
Fa' che la tua vita ...
PERDITA...
Madre mia!...
Un ombrello chiuso...
solo...
Resta con me...
Deserto il tuo guanc...
Ammennicoli...
11:51...
Senza l'entusiasmo c...
Nessuno cercherà mai...
Che solfa...!...
Già mi manchi...
Camminando sulla bat...
Oggi come allora...
Schiudi...
A colloquio con Sten...
Perdono...
AL CHIARO DI LUNA...
Segmento...
IL MONDO CHE CROLLA...
è tornato alla terra...
Vissi d' amore...
IL TEMPO NON SEMPRE ...
Credo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

IV

Comincia allo scoccare dei Suoi trenta
anni l’ammaestramento itinerante
e ovunque moltitudine è esultante
chè sciancato al Suo dir dritto diventa.


Tempesta non è o alta onda turbolenta
che temi, né alcunchè altro esuberante
giacchè cosa non è su Lui imperante
ma tutto è qual neve che sol paventa.


I pani e anco i pesci centuplicava,
su acque di laghi e mari camminava
e furia d’acque e venti tacitava.


In Cafarnao, loco opera messianica
di Galilea, e storpi e ciechi sanava
con amore grande e bontate unica.


Gl’afflitti ver Lui amore nutrivano,
di benedizioni lo colmavano
ma avea contrari a Se scribi e sinedrio,
malvagio Pilato e tutto l’imperio.


Insultato, pestato e vilipeso,
da sommario giudizio condannato
ai carnefici senzadio è affidato
e al legno ch’è aggravato rest’ appeso.



Share |


Poesia scritta il 29/08/2012 - 23:39
Da nello maruca
Letta n.671 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


In vero,Pilato si comportò da autentico vigliacco dal momento che pur riconoscendo l'innocenza di Gesù non ebbe la forza di imporsi ad un popolo ignorante e cattivo. La sua debolezza portò alla morte l'innocente Cristo mentre colui che aveva commesso dei crimini veniva osannato. Pilato è il tipico esempio da uomo " senza spina dorsale"

nello maruca 30/08/2012 - 23:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?