Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IL PRESAGIO...
La mia storia- Dicem...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
Occhi belli (Sindro...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...
LIBERTA'...
Ad occhi chiusi...
Si tenta sempre di s...
Il fuggitivo...
C'è cosa è l'autismo...
LE PAURE DEL PASSATO...
ecce homo...
IL VOLO DEL GHEPPIO...
Le storie diventano ...
La felicità, luci e ...
Nel silenzio del cie...
Un minuto...
Difetti inutili: c'è...
Uomo rigettato...
abissi di memoria...
MAI NOTTE FU TANTO A...
Inutile tempo...
Serve chiarezza...
Rivivere...
A riveder le stelle...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'uomo che veniva da lontano.

Ma voi, l’avete visto?
Veniva da lontano
le scarpe, erano rotte
il cuore, nella mano.
La gente lo scansava
diceva, è diverso
ha in mano ancora il cuore
quell’uomo non si è perso.
Negli occhi, aveva il mare
guardava dritto, in viso
lui, non rifugiava
di donarti un bel sorriso.
La gente, avea scordato
la lingua dell’amore
da troppo tempo ormai
aveva perso, il cuore.
Così, lo derideva
diceva, è un barbone
e ancor si ripeteva
la storia del signore.
Ma lui, o chi, per lui
per sempre, tornerà
perché, l’anima sua buona
nessuno, mai
ucciderà.


Share |


Poesia scritta il 31/08/2012 - 16:33
Da Claretta Frau
Letta n.691 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Nessun film. Osservando la realtà dei nostri giorni ho auspicato l’arrivo di un messaggero d’amore, un nuovo messia per un mondo che si è smarrito. Perdendo di vista il vero senso della vita : l’amore, la carità cristiana. Grazie per l'attenzione, ciao

Claretta Frau 16/10/2013 - 15:38

--------------------------------------

Sembra la trama di un film del 1997: 'Lo straniero che venne dal mare". Ti e' stato d'ispirazione o sono fuori strada? In ogni caso mi piace molto la musicalita' che sei riuscita a dargli.

Sherazade 1001 15/10/2013 - 00:27

--------------------------------------

Andrea ti ringrazio ciao

Claretta Frau 03/09/2012 - 12:15

--------------------------------------

Signor Nello, il suo giudizio mi arriva graditissimo:la ringrazio.

Claretta Frau 03/09/2012 - 12:12

--------------------------------------

Già, il "diverso" è sempre guardato con circospezione. Ma questo è dovuto solo alla non conoscenza. Bei versi; ciao Claretta!

Andrea Guidi 03/09/2012 - 11:21

--------------------------------------

Gent.Redazione ho letto quanto sopra e vorrei anch'io dare un consiglio:Se voi riducete ad 1 opera al giorno questo sito lo chiudete,perche ho notato che a fare i commenti siamo sempre gli stessi, cioè quelli che mandano più opere. Gli altri dormono sugli allori,il mio modesto parere è che ci vuole più incremento di opere e anche pubblico esterno, mettete un facebook nel sito. Diventerete famosi!!!!Un affettuoso saluto

Mirella Narducci 02/09/2012 - 23:27

--------------------------------------

Gentile sig. ENIO, la redazione probabilmente non le ha ancora risposto perchè stà aspettando da parte mia alcune importanti modifiche al sito (che non sono ancora pronte ). Comunque i suoi consigli sono sempre ben graditi ed in futuro può scrivere anche a me webmaster@oggiscrivo.it .
Riguardo alla questione commenti bisognerà rifletterci perchè è vero che aumentano le letture, ma se uno legge "bellissima poesia" può essere attratto a leggerla . Metteremo la questione ai voti nella sezione Sondaggi come pure la richiesta di alcuni autori di ridurre ad 1 le opere pubblicabili al giorno .
Un salutone da Webmaster

max max 02/09/2012 - 23:02

--------------------------------------

" La lingua dell'amore" L'Autrice,in questa breve lirica dice quanto si sarebbe potuto narrare in un racconto. L'umanità, Claretta, è finita da un pezzo. L'amore per gli altri è ormai un lontano ricordo. Si pensa solo all'io e si trascura quanto renderebbe l'animo puro e degno di accostarsi a quel Cristo che per l'umanità ha dato se stesso.Mi compiaccio per la bontà di questa bella quanto significativa poesia.

nello maruca 02/09/2012 - 22:53

--------------------------------------

Enio scusa ho forse sbagliato io in qualcosa ? non ci capisco più niente spiega meglio.

Claretta Frau 02/09/2012 - 19:09

--------------------------------------

Un grazie a Enio e Mirella per i commenti sulla mia poesia. cerco sempre di mandare dei messaggi. Quando ci riesco non può che farmi piacere. ciao

Claretta Frau 02/09/2012 - 18:32

--------------------------------------

Claretta, bella, rimata mi fa ricordare quando da piccola mi facevano salire sul tavolo per dire la poesia.Le rime mi aiutavano a ricordare...ho sempre avuto poca memoria! Questa più delle rime è bello il contenuto ciao

Mirella Narducci 02/09/2012 - 18:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?