Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Virgole come petali...
Diventando grande...
Narcisi...
Tenebre...
EPPUR MUORE UN SOGNO...
Dove le parole hanno...
Sussurrami...
Meriggio Di Maggio...
Meraviglia...
Testamento...
LA MADRE DI CECILIA...
Un qualche cielo...
SENTIERI DI VITA...
Acqua...
Mamma....
TI SENTO...
Sussurri e nuvole...
L'incanto...
Soggetto Beta II°ep....
Quanto amore...
Solchi di poesia...
Il tempo dei sogni...
UNA LUNGA NOTTE...
Piazza Papa Giovanni...
SOTTIGLIEZZE...
Quanto durerà ancora...
La vita non è che ...
INCONTRI NELLA N...
Un granello...
Sognando...
Non voglio sentire i...
Tutta la vita...
Tra Rosse Aurore ed ...
Filastrocca...
La quercia...
Vento dell'est...
Pearl River...
LA VITA...
Soggetto Beta I°epis...
Giorni...
Reprobi Angelus 12....
Ora che non guardo p...
Albeggia...
Svegliarsi...
La casa di Elisabeth...
RICORDI PENSIERI ...
Fido Randagio...
Abitudine...
Pensieri confusi...
GRIDA...
Cravatte...
Incredibile che rina...
Come Fa Il Vento...
Dove sei.......
LA SCARPETTA DOMENIC...
Il Tramonto...
Capo Bianco...
Incendio...
FINALMENTE SI SPOSA...
Tutto senza capire...
Illusione d'amore...
Le promesse spese...
Trovare la chiave pe...
Dio è in te,nella mi...
L'uomo può avere con...
Fabbrico nostalgie ...
Oltre i tuoi capelli...
Uomini e Donne… Sold...
Murales...
Il fieno tra i capel...
Malinconico Maggio...
Sete di libertà...
Case dalle finestre ...
GIOVANE AMORE...
HAIKU 6...
Vento d'estate...
Calde lacrime...
Confusa e felice...
LUCCIOLE...
Pianto di stelle...
....interferenza...
Granito...
Canto dell' amore ri...
Il Papavero...
haiku 10...
I GATTI DEL QUARTIER...
Reprobi Angelus 11....
In questi momenti bu...
“MADRIGALE” PER LA M...
La chiglia s'incagli...
Il palcoscenico dell...
Donna Violante...
SOGNO E PENSIERO...
Follia dell'uomo...
ACCENDI LA PASS...
Talvolta...
Ovunque ella or sia...
Petali...
lago Maggiore...
E' solo tardi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Amore di donna

Della sua infedeltà, donna, sapesti
e muta il patimento in cuor tenesti
e proseguisti a seminare amore
e a lungo celasti il tuo dolore.


Dell’altrui duolo pur ti caricasti,
mai affaticata o stanca ti mostrasti
e grande donna sempre fosti in tutto
e nel lavoro trovasti tuo costrutto.


Se stato anco solo quest’atto fosse
e nessun altro mai fatto n’avessi
sol per l’amore tuo che mai si cesse
e per bontate ch’altri ebbero eccessi


meriteresti posto in una icona
a simboleggiar madre e moglie buona
ed affermare che non è circostanza
mostrare che l’amore sia abbastanza.


Enumerar tue qualità non posso
che assai furo, che parrebbero eccesso;
una sol cosa, voglio, però, dire:
da chi fu mai capito il tuo patire?



Share |


Poesia scritta il 28/10/2012 - 12:48
Da nello maruca
Letta n.857 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?