Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LA FEDE...
Prospettiva di un'Es...
Consapevolezza...
MINO'...
Sento il bisogno di ...
Prima di amare...
Un incontro per la v...
Fase di rotazione...
È Natale...
La poesia...
Il Natale che non c’...
Vita...
Vorrei amarti.......
A TE...
Il Paradiso terrestr...
HAIKU N.8...
Ricordo 'a notte...
...scappa fanciulla,...
Dicembre...
La bellezza dei prep...
Ninfea...
CASTELLI DI SAB...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...
Canto libero...
SOGNI...
Ombre e precipizi...
matto...
Bigliettini...
Il cassetto terzo a ...
QUELLA TUA FOTO...
Vent'anni senza di t...
Per capire chi ti vu...
Ombra...
Un mondo migliore...
Di passaggio...
Dal mio balcone...
Vorrei poter ricorda...
DA SOLI NON SI...
DICEMBRE(acrostico)...
TU LUNA...
Un raggio di luna...
Mendico...
Ritratto...
La bellezza della vi...
Languidamente...
Poesia in Codice Del...
IO CREDO...
Rinunce...
Solo allora...
Il senso della giust...
Soltanto il tuo prof...
INTENSO SENTIMENTO...
Nel mio cassetto mag...
haiku ....non andò p...
La Vela...
Lo stolto pensa di a...
La slealtà non fa ri...
Se ami, lavori e ti ...
Ma giurerei...
Auschwitz 2020...
Il veglio solo...
Donna preziosa...
Tu, sole e luna...
L\'ultimo viaggio...
LO SPAZIO ATTORNO...
Lacrime di stelle...
Non perdonare, figli...
SCELTE DI VITA...
Danziamo?...
TARALLUCCI E VINO...
Luna...
ACQUAZZONE D'ESTATE...
PRINCIPESSA O ...
Solo uomini...
Dialogando presumibi...
Color di mora...
Non sento il battere...
Nuvole...
La mia regina...
Autunno in collina...
NOI...
amore proibito...
Solerte musa...
L'AMORE E' MOLTO DI ...
Di sera...
Armonia e Musica...
HAIKU N.6...
La Marescialla...
e la notte m\'appart...
FIN CHE VERRA' IL MA...
Attimo...
Briciole...
Fino all'ultimo resp...
Canto della Sinfonia...
Un desiderio, è una ...
Bacio e decollo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

U - D I V O R Z I U-

U divorziu,amici,
a famigghia ha sfasciatu
e c'è cu 'mmalidici
puru cu lu ha 'nvintatu.


ma cu cci ju di 'mmezzu,
di certu, foru i figghi
sbattuti intra o fora
senza amuri o cunsigghi.


E fu 'na granni festa
ppi carti e bollati
ppi causi infiniti
e cchiù volti sbagghiati.


A stu puntu mi fermu,
chista nun è giustizia
c'è ccu resta 'ncasa
e c'è ccu va a lu spiziu.


A stu puntu vulissi
ca a liggi canciassi
e dassi a ciascunu il suo
e no sulu a una parte.


e u mali che hannu fattu,
a i figghi e a se stessu,
u pagassiru tutti
insieme oggi



------------------


ISOLATI e VINTI



Quando scende
dal cielo la neve
e il freddo e il gelo
ogni prato ha dipinto,
chi in quella terra
è nato e vive
è rassegnato e vinto.


In quelle strade,
di bianco coperti
e la corrente
che spesso si stacca
per giungere in città
ci son poche risorse
e a piedi si va
sia all'andate che al ritorno


E per scaldarsi
si torna alla legna,
l'acqua da bere
è la fredda neve
e a vivere alla natura



Share |


Poesia scritta il 23/04/2013 - 20:06
Da Aldo Messina
Letta n.451 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?