Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Alberi...
NON FIGLI MA NIPOTI...
La tela...
Sulle ali del silenz...
26 ottobre...
A soli due passi da ...
RICORDO...
La clessidra...
La gioia di vivere...
Un conforto cultural...
VITA...
Triste speranza...
Anima rinata...
La carta vincente...
L'alba sui Colli...
HALLOWEEN SONO IO...
OMBRE DI QUEST...
Danni collaterali...
Attesa...
Alzheimer...
Disincanto...
Boote...
UN NUOVO GIORNO NASC...
Le tre Madri!...
Nuvole e luce nella ...
Io manigoldo...
Però quant\'è vago i...
Oblio di ottobre...
CALA LA SERA...
Elucubrazione n. 1...
LUCI DELLA SERA...
Ci restammo dentro...
Ultima danza...
Concatenazione delle...
Terra muta...
Notte ad Est...
Terren senza via...
RIECCOCI...
Alcune persone prove...
Questione di forza...
Il silenzio...
Le persone buone...
Il principe e i suoi...
Sant’Ilario...
Il rumore della pio...
DONNE SALVEZZA ...
Bello stile...
Fa' che la tua vita ...
PERDITA...
Madre mia!...
Un ombrello chiuso...
solo...
Resta con me...
Deserto il tuo guanc...
Ammennicoli...
11:51...
Senza l'entusiasmo n...
Nessuno cercherà mai...
Che solfa...!...
Già mi manchi...
Camminando sulla bat...
Oggi come allora...
Schiudi...
A colloquio con Sten...
Perdono...
AL CHIARO DI LUNA...
Segmento...
IL MONDO CHE CROLLA...
è tornato alla terra...
Vissi d' amore...
IL TEMPO NON SEMPRE ...
Credo...
Un amore ingenuo...
MAGIA DELL' AMORE...
Tempo...
CULLA MARINA...
Due forme...
Simbiosi...
Ritratti o delle cos...
Un poco prima...
Il falco e l'usignol...
Luci e bagliori...
Le granite della zia...
Haiku n 10 a...
Petali...
Tempesta...
AUTUNNO...
La ballata della Buc...
Per te dalle mani bu...
Haiku 6...
In compagnia di due ...
Potessi io......
HAIKU H...
Langhe e Roero...
L'arca di Noè...
Giorno di giudizio...
LO ZERO E IL COVID-1...
Introspezione...
Nella mia solitudine...
Chicco Balleri...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Rugginosa bitta

Rugginosa bitta


Oh, massiccio fungo di rugginoso ferro
che solingo te ne stai a sfidare il tempo
imprigionato nella banchina di cemento;
mentre silente attendi l’attracco d’un vascello
che porti seco profumi d’oceani lontani,
tristo osservi l’acqua odorosa e immota
costretta tra le protettive braccia del poderoso molo,
sognando di sfidare insieme ad ella
l’onda lunga e brada del mare aperto.


Oh, vecchia bitta
‘si felice m’appari
quando il possente canapo,
cavo d’ormeggio che trasmette
aroma di mari lontani e d’avventura,
cingendoti narra di tempeste,
di delfini e albatros in volo.


Una rugginosa lacrima,
una malinconia di fondo
mi par di percepire
quando il canapo t’abbandona
e adagiato sul ponte di coperta
lasciando con il vascello suo
l’acqua cheta del porto
se ne va a franger l’onda
inseguendo nuove avventure,
nuovi mari da esplorare.


Se sai immaginare,
fantasticando lungo il molo
osservando il mare,
persino un pezzo di ferro,
una rugginosa bitta,
può prender vita
… ovvero, sognare.



Share |


Poesia scritta il 07/11/2017 - 22:51
Da vecchio scarpone
Letta n.423 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


il rapporto metafisico tra l'oggetto che può solo sognare il mare aperto dialogando con i vascelli che attraccano al suo molo, ispira l'uomo che guardando il mare dalle banchine del porto, sogna anch'esso di salpare verso mari lontani... magari, per raggiungere lisola che non c'è e ogni sognatore si porta dentro. Ti ringrazio
Ciao Giulio
Giancarlo

vecchio scarpone 08/11/2017 - 21:15

--------------------------------------

Bella questa poesia su una bitta solitaria, che vede ormeggiare vascelli di tempi lontani, e che poi rimane triste e sola quando la nave salpa. Giulio Soro

Giulio Soro 08/11/2017 - 18:26

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?