Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L’Alba del Serafino ...
Riconosciamo forme e...
Anni Sessanta...
RICOSTRUIRE IL C...
Tristezza...
Fisicità...
La barca...
E SE FOSSE L’AMORE.....
Sequenze da sogno e ...
Guardando questo cie...
Coltre...
SUA MAESTÀ...
Orchestra...
Simbiosi letteraria...
Tutto ebbe inizio. C...
Rifrazioni!...
Un cielo stellato...
Abbracciami...
I ricordi sono picco...
Notturno ma non trop...
Non volendo invecchi...
Tu sogni di notte?...
Tempo...
HAIKU E...
SENZA TITOLO...
A passo lento...
Sussurro...
Irrequieto sognare...
Nel giardino tutti c...
Il sogno.......
Contemplazione...
AL FARO...
scriverEsistere...
Vuoto...
I babbaluci...
Andiamo...
Per te...
RITORNO AL PASSATO -...
Sparse...
Clair de lune...
Si cercano ovunque M...
Cos'è l'amore...
Lorenza s'attiva (se...
SE CI PENSI…...
L'ultimo tocco di qu...
PALLIDO IL SOLE FORS...
Cinquant'anni d'amor...
L’Alba del Serafino ...
Giorgio...
In deserti dell'anim...
Il messaggio...
viola...
LE BOLLE DI SAPONE...
VIGNA...
Il cecchino...
ALLA DERIVA...
Obsolescenza...
Forse...
La tela...
ORA SO...
TROVARE LA FELIC...
Soltanto fortuna...
LA MORTE NEL CUORE...
Tra una carezza ed u...
INADEGUATEZZA...
L'usignolo malato...
Alpi...
STELLA...
Bisogna esercitare g...
Spot Lemondrink...
Dal mio giardino...
Ancor ti mostri all'...
La Historia Oficial-...
La dea bendata non c...
Memorie antiche...
Ho bisogno...
Luna...
UN FULMINE A CIEL SE...
GRAZIE ALL'AMORE......
MA CHE COLPA ABBIAMO...
Ritrovarmi...
Chiedi all'universo ...
Sognando gli aquilon...
Il simbolo dell'appa...
Chi pensa che, per e...
Isola che non c'è...
La cultura dell'amor...
E VIENE SERA...
INCOMPRESO SCAPIGL...
Notte...
C'eravamo tutti....
Prologo...
Senza nessuna cura...
NOI...
Suggestioni campestr...
LA LUNA...
Luna...
Afflato di luna...
In mezzo al gelo...
L’Alba del Serafino ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Scivolare via

Un amorino stava col suo arco e frecce sul frontone,
come una dedica a un fatto accaduto,
e l’atmosfera era bigia e asettica,
senza possibilità di luce.


Ti sto aspettando davanti a questo portone,
come si aspetta una gazzella nella savana,
come si aspetta uno scriba sullo scrittoio.
Non son certo che tu verrai.


Le calendule fioriscono sullo steccato,
e infiorettano questa parte di spazio
che sembra a loro dedicato.
Non c’è nulla di più bello che i gigli in fiore.


Non c’è nulla di più bello della tua pelle ambrata,
e dei tuoi seni prorompenti,
della tua vita stretta
e del tuo sguardo di rapina.


Le rotaie del treno si fermano al capolinea,
come tronche protuberanze infantili,
e l’erba ci cresce sopra e di fianco,
formando un corollario di verde.


Ti sto ancora aspettando.
Ma già sento farsi strada la sera e la frescura della notte.
Continuerò a rigirarmi i pollici,
guardando la luna scivolare via.



Share |


Poesia scritta il 28/11/2017 - 14:09
Da Giulio Soro
Letta n.502 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Immagini, frammenti che scorrono...
bella!

Grazia Giuliani 29/11/2017 - 23:11

--------------------------------------

Molto piaciuta,complimenti Giulio 5*

Paolo Perrone 29/11/2017 - 14:57

--------------------------------------

Ciao Giulio caro sono sempre cariche
di significato le tue poesie...


Già la vita scivola via...
a volte con gioia dolcezza e allegria..


a volte con tristezza e malinconia..


Grazie per aver condiviso con noi
il tuo pensiero.
un abbraccio grande ciao caro.


Maria Cimino 28/11/2017 - 20:49

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?