Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La gente dei monti...
Gianna la matta...
Tu oltre il tempo...
e lì, dormire...
Ombra...
Simmetrie di pura me...
UN REGALO DAL CIELO....
Tana!...
QUALE REALTA’...
Old...
Il tempio...
IL TEMPO LADRO DE...
NOI NON CI CHIAMIAMO...
Luce...
Haiku n 9...
Nel calle brullo...
Addio...
Verso il mio infinit...
Aspetando Anna...
Sogno...
Vorrei...
AFORISMA La statu...
Ricordi sul muro...
SOLO UNA ROSA...
Nasce tutto per caso...
Gravita'...
E' BELLO...
Mia opinione su Poes...
Haiku 17...
la coscienza in vers...
Delfi...
Fogli di neve...
Addio....
Quando salivo i grad...
Eri....
Foulard...
DENTRO ME...
Essenza di un tempo ...
Un arcobaleno a nove...
Haiku 2...
Le nuvole della piog...
Reclame...
Telefonofobia...
Di neve e di sole...
Dubbio...
steli di rugiada...
Non c'ero quel giorn...
AMICI (terza e ultim...
Legare...
Eco di un addio...
DIRSI ADDIO...
Confusione in testa ...
Scrivi ancora...
Nell'attimo sublime ...
METAFORE (2)...
L'autunno2...
ANIME DI PIETRA...
Thipheret...
Argento...
Haiku 15...
LE DIECI STANZE...
riflessioni n. 6...
UNA BELLEZZA DA SALV...
La nave va...
La poesia è il siste...
Questa bomba di vita...
Pelle d'Ocra...
Goccia...
Le Carte...
MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...
Lassù nel cielo...
IN BILICO COME UN EQ...
MISURA DEL TEMPO, MI...
Qui...
Oltre la vita...
EFFIMERA SEMBIANZA...
Disordine e anarchia...
Vento di profumi...
Forza Cagliari...
Io amo....
Turista nella nebbia...
fuga dalla solitudin...
Distorsione Notturna...
Lasciami andare...
Un fiore...
SAMAEL, il concepime...
Noi...
Dimmi...
Autunno....
Pensieri ,(per la fi...
Bevendo birra in tab...
ANCORATI RINGRAZIAME...
AUTUNNO...
Quante lune attraver...
20:48...
Foglie...
Oggi e ieri...
La marcia...
ADDIO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

NON ME LO SO SPIEGARE

Non me lo spiegare
E’ un dolore cosi’ forte che mi assale
Nel rumore del silenzio
Un enorme peso sul mio petto
Quando accenno ad un respiro...


Nella mia stanza non ci sono colori
Solo pareti bianche come recinto
Poi tutto intorno a me
Il dolore di nero dipinge...


Stretto forte nella morsa di quell’ agonia
Mentre il mondo vero e’ la fuori
Quel mio animo dannato
Ora pura follia
Chiudo la porta e dietro quel muro
Le mie persone care, i loro cuori...


Nella sofferenza in quella sua gabbia
Ora ne sono rinchiuso
Solida e di infinite catene costruita
Ogni errore una catena
Ogni istante da scontare
L’ ennesima pena...


Quando guardo nello specchio
Rivedo in quel suo riflesso
Quella mia controfigura
E per un attimo quella vera
In me riaffiora...


Provo allora a pensare
A qunto quel mio male
Fa male
Ma forse ancor di piu’
Alle mie persone care
E quel mio scappare nel restare...


Al centro della mia essenza
C’e’ ancora una piccola fiamma non ancora spenta
E nel suo ardore
C’e’ la chiave della speranza
Di una nuova ripartenza...


Dove sciogliere quelle mie pene
Aprire tutte le catene
Alzare gli occhi miei al cielo
Su di me il calore delle mie persone care
Per non sentire piu’ quel gelo
Ma un caldo abbraccio di quelle stelle...



Share |


Poesia scritta il 03/07/2013 - 21:35
Da Alessandro Faccini
Letta n.675 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?