Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Causa e Effetto...
Retorica-mente?...
Erotico sogno...
La erta salita...
In equilibrio instab...
Meglio cadere, anche...
PRIGIONIERI DEL COVI...
POI NULLA PIÙ...
Click ()...
Panacea...
Quel tempo che fu (l...
Il mondo che verrà...
Quando finisce un am...
E' tutto qui...
Possiamo...
Calpestar il proprio...
Non è un granché (v...
GAMBERO...
FERMA È LA VITA...
Metafisica...
Il venditore di frit...
Paese mio...
Stella...
LA FEDE...
IL PROFUMO DELL...
Diogene e il sonetto...
Dominique Noir...
Chiaroscuro...
La provocazione è un...
Si comunica non per ...
La Tigre...
Poeti stropicciati...
IL SOLCO DELLA MATIT...
PIOGGIA SABATINA...
Patate in picchiata...
Solo fra i soli...
Un sogno...
Il colore dei ricord...
La crociera...
Dimmi quanto mi desi...
Un incontro fatale...
Nuovi colori simili ...
Nell'aldilà...
LA TERZA GUERRA MOND...
Sorrido...
Elisir Di Una Madre...
La mia dimora...
Sorridi, credimi e l...
Il messaggero dell'a...
Brividi d'Aprile...
Invisibile senso...
I COLORI DELL' ...
Le lacrime più amare...
Il tempo è denaro...
Gioventù 1968...
Se sei onesto e buon...
La palla lanciata gi...
Scendere...
Un velo sottile...
Il contrasto dei col...
Per...sopravvivere...
Lingue lunghe...
Il violinista...
Com'è difficile.......
Arrivare alle stelle...
Perchè piangi?...
haiku a...
Libertà...
Per Te...
Il Maggiore Lionel W...
Venti di guerra...
La vita come le stag...
Anima e corpo in gin...
GALLI...
Se entri nella mia v...
Argonauti...
SONO UN ANGELO...
Moda...
Il primo amore...
Il forestiero...
Più dai risorse, buo...
Soverchio...
Questo amore impossi...
Distopico...
Mormorio di bandiere...
Le cento candeline...
Come in trincea...
L’immaginario si fon...
Il piacere guasto...
Oltre le rughe...
Ti guardo...
TRAMONTO...
Betelgeuse...
L’Atmosfera misterio...
IL DIALOGO...
Spicchi...
PRIMAVERA COVID...
Lo sgretolarsi di az...
A LUCIANA...
Il colore della giov...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

NON ME LO SO SPIEGARE

Non me lo spiegare
E’ un dolore cosi’ forte che mi assale
Nel rumore del silenzio
Un enorme peso sul mio petto
Quando accenno ad un respiro...


Nella mia stanza non ci sono colori
Solo pareti bianche come recinto
Poi tutto intorno a me
Il dolore di nero dipinge...


Stretto forte nella morsa di quell’ agonia
Mentre il mondo vero e’ la fuori
Quel mio animo dannato
Ora pura follia
Chiudo la porta e dietro quel muro
Le mie persone care, i loro cuori...


Nella sofferenza in quella sua gabbia
Ora ne sono rinchiuso
Solida e di infinite catene costruita
Ogni errore una catena
Ogni istante da scontare
L’ ennesima pena...


Quando guardo nello specchio
Rivedo in quel suo riflesso
Quella mia controfigura
E per un attimo quella vera
In me riaffiora...


Provo allora a pensare
A qunto quel mio male
Fa male
Ma forse ancor di piu’
Alle mie persone care
E quel mio scappare nel restare...


Al centro della mia essenza
C’e’ ancora una piccola fiamma non ancora spenta
E nel suo ardore
C’e’ la chiave della speranza
Di una nuova ripartenza...


Dove sciogliere quelle mie pene
Aprire tutte le catene
Alzare gli occhi miei al cielo
Su di me il calore delle mie persone care
Per non sentire piu’ quel gelo
Ma un caldo abbraccio di quelle stelle...



Share |


Poesia scritta il 03/07/2013 - 21:35
Da Alessandro Faccini
Letta n.846 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?