Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La Notte....
HAIKU C2...
Miserere...
Decisioni difficili ...
Esperienza di vita e...
Quando più occhi non...
Segmenti sahariani...
Tanka 5...
Zum-zum...
SOGNANDO A OCCHI APE...
Noi (Tanka)...
E poi...
Distacco...
Il Fonte Pliniano (S...
Speriamo in estate...
L'orsetto (Alzheimer...
Ispirazione...
Colori e musica...
Autunno...
Mare a Caorle...
Uniti...
Mistero...
L'Ordinazione...
Sensazioni notturne...
coscienze orfane...
Gli occhi della mamm...
Endorfine o delle co...
Come nascono i bambi...
Rosa ribelle...
Frammenti...
Senza stagione...
Una candela spenta...
LA SOFFITTA DEI ...
Il ricamo...
La bellezza collater...
Ci si perda (la paro...
L'ORA DELLA CENA...
TRENI PERSI...
Tanka 4...
Il sole di Maggio...
In Rima...
Mi piacerebbe ti pre...
LA DITTATURA DELL’AP...
SognoAntropomorfo....
Bosco Verticale a Mi...
La Bugia...
Vivere la vita...
Davanti allo specchi...
Il vento...
Sposa fiorita...
L’illusione...
Natura...
La metempsicosi...
Accusata di non aver...
In alto mare...
Credo che nel mondo ...
Nome di donna...
Fucsia...
HAIKU B2...
Pianificare...
Fugacità...
E Ti Sogno Ancora...
Max Stirner...
Domani senza di te, ...
Vorrei volare come u...
L'ignoranza,che non ...
Tra le tue braccia, ...
VERSO L\' ETERNIT...
Milena e i doni dell...
Elisir...
Los Angeles notturno...
NATURA...
Desiderio...
IL NAUFRAGO...
È l'amore che conta...
Canzone triste...
Amaro...
Un biglietto, come u...
L'isola che non c'è...
Orme sulla sabbia...
TESTIMONIANZA DI FED...
PENSIERI...
Respirando l'aria...
Vorrei chiederti...
Shot down...
Dentini bianchi...
Sentiero interrotto...
Voglia di scrivere...
shhhh...
L'attrazione fisica ...
Vortice...
HAIKU A2...
Spiragli di luce...
Qualcosa è stato...
Sulle rive del nostr...
RIPARTENZA...
LUNA DEI FIORI 2020...
Ho dimenticato...
Bella Viola...
Chi rimane fanciullo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

fazzoletti di nuvole

Sul guardo adagiansi a deterger pianti
per man stringon le lacrime per farne canti
lor stesse gemito son dorato e donansi alla terra
poi che col sol vinta han la loro dolce guerra.
Guisa recan di tenui fazzoletti di biancore
dimora son di chi in vita pinse gioia e dolore
cirri le chiaman, oppur nembi, cumuli e strati
ma sempre son casseforti di cuor che fuor innamorati.
Or come ieri è il viaggio lor un dolce dondolare
tra mari da baciare e montagne da carezzare
i velivoli avvincon in magico abbraccio
per l'uran menandoli sopra caldi paesaggi o di ghiaccio.
Nuvole, ardenti altari che cibansi di preghiere
ch'a riposar vanno tra le labbra di mille sere
braccia d'avorio protendon all'albeggiar mattutino
d'acqua sorelle e aralde del divino.


Share |


Poesia scritta il 23/04/2019 - 09:56
Da cristiano comelli
Letta n.215 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Bellissimo e dolce messaggio dove impera il tuo lodevole poetare.Le nuvole mi hanno fatto ricordare un importante viaggio fatto in aereo. Un saluto.

santa scardino 23/04/2019 - 20:34

--------------------------------------

Ringrazio entrambi di cuore. Buona giornata.

cristiano comelli 23/04/2019 - 14:35

--------------------------------------

Mi associo al giudizio di Francesco

Ernesto D'Onise 23/04/2019 - 13:37

--------------------------------------

Bellissima

Francesco Cau 23/04/2019 - 12:08

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?