Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio dolce ardire...
Alcuni buoni passagg...
Dò un cenno...
Ode alla Madre Terra...
L\'ulivo...
Scusa se cammino...
RITROVARE SE STESSI...
Ode al polacchino...
Ti conosco da appena...
Cos'è la vita ......
NON E' SEMPLICE...
Dolce settembre...
Chi sei?...
Fossili...
Follia...
- Racconti dal mare...
Padiglione 1...
Ormai la pioggia...
Fra una carezza e l'...
La voce...
STRANE FORME...
SCUSATE IL RITARDO (...
Castell'Arquato...
E ogni volta che cad...
E poi...
Troppo piccola per.....
La vecchia che fila(...
siamo come fiori,alc...
PROFEZIA DI UN ESSER...
Ti ascolto...
A settembre...
Haiku t...
Dipinto di uomo con ...
Una carezza sul viso...
La cura...
Un suono non odo...
Nuvoletta rosa...
Il nipote del vecchi...
1 sett 1939 2 sett ...
Il lento gocciolio d...
Leitmotiv del mio l'...
INVITO ALLA VITA...
licantropi,lupi mann...
La Coccinella Rossa....
A VOLTE E' IL...
SENTORE D'AUTUNNO...
haiku 6...
Bucolico romano...
Tenera Frida...
Lo sguardo di un bim...
Sensazioni 6...
Incorrisposto...
La MIA ESTATE...
FONDALI OCEANICI...
È tutto un click...
La credenza guida il...
Un Libro...
E se pur per errore...
Il seguito...
Per qualche malintes...
Haiku 13...
Particolarmente...
Versi decrescenti...
Oltre il tramonto...
Contorni sbiaditi...
LIBELLULA...
L'ultimo ballo...
Haiku s...
Amicizia...
Tutto Finto...
I RICORDI...
La Verità...
Cinema IRIS...
Tanka1...
La paura è un meccan...
SETTEMBRE...
A qualcuno piace ton...
La Notte scende sul ...
HAIKU N. 13...
Il rumore della piog...
Soffio...
Sensazioni 5...
Manca coraggio...
Musa 2...
Non avrei potuto...
l\'errore...
Il primo bacio...
Tradire...
SONO STATA...
Il recapito...
l'embrione dell'amor...
Se fossi vento...
ITALIA BELLA...
un gatto randagio...
HAIKU F...
Ascolta il vento...
Dialogato...
Haiku n°8...
Pianura...
Figlio/a...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il cacciatore

Il cacciatore


Quando la bianca alba s’affaccia al vagito del novello
giorno dipana la matassa della morente notte.
Tra fiochi raggi confusi nell’ aere più fresca del mattino,
si leva il cacciatore già pregusta il suo bottino.
Rozza sacca lo adorna. Ispido pel il viso ricolma.
Lo schioppo al petto stringe come se fosse la sua donna,
ed un cappellaccio il capo adorna a mo’ di corona.
Fischia è conforta il suo levriero che con scatti fulminei
la preda addenta.
Per balzi e clivi segue lo stornir d’oche pellgrine,
il ciel di piombo riecheggia come un temporale d’aprile.
Prende la mira e colpisce, vengon giù le sventurate
qual foglie d ‘albero ai soffi d’autunno.
Si colora l ‘erba di rosso sangue.
Riecheggia per il canneto il latrato,
pute d’ intorno quel pungente aroma dello sparo.
Come van leggere quelle creature all’ aria libere
né le piega la canna del venatore.
Al tramonto tutto tace.
Avanti l’uccellatore segue a muso basso il fido azzannatore
Esausti ma paghi del carnier ricolmo.
Rosso fuoco arde nel cascinale gira lo spiedo
sui carboni ardenti
Va tra canti e suoni l’odor
della carne.
Inonda il vino, calici.
Fermenta allegro il mosto
nei tinelli
Si perdono tra giubili e sollazzi
le ore del vespro,
ed un muto silenzio,
Copre il fumo, i resti del banchetto
Mentre di lontano tra le rossastre
Spire monta la luna
Che alla tarda sera apre il petto



Corrado cioci



Share |


Poesia scritta il 13/05/2019 - 19:09
Da corrado cioci
Letta n.113 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?