Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

In equilibrio instab...
Meglio cadere, anche...
PRIGIONIERI DEL COVI...
POI NULLA PIÙ...
Click ()...
Panacea...
Quel tempo che fu (l...
Il mondo che verrà...
Quando finisce un am...
E' tutto qui...
Possiamo...
Calpestar il proprio...
Non è un granché (v...
GAMBERO...
FERMA È LA VITA...
Metafisica...
Il venditore di frit...
Paese mio...
Stella...
LA FEDE...
IL PROFUMO DELL...
Diogene e il sonetto...
Dominique Noir...
Chiaroscuro...
La provocazione è un...
Si comunica non per ...
La Tigre...
Poeti stropicciati...
IL SOLCO DELLA MATIT...
PIOGGIA SABATINA...
Patate in picchiata...
Solo fra i soli...
Un sogno...
Il colore dei ricord...
La crociera...
Dimmi quanto mi desi...
Un incontro fatale...
Nuovi colori simili ...
Nell'aldilà...
LA TERZA GUERRA MOND...
Sorrido...
Elisir Di Una Madre...
La mia dimora...
Sorridi, credimi e l...
Il messaggero dell'a...
Brividi d'Aprile...
Invisibile senso...
I COLORI DELL' ...
Le lacrime più amare...
Il tempo è denaro...
Gioventù 1968...
Se sei onesto e buon...
La palla lanciata gi...
Scendere...
Un velo sottile...
Il contrasto dei col...
Per...sopravvivere...
Lingue lunghe...
Il violinista...
Com'è difficile.......
Arrivare alle stelle...
Perchè piangi?...
haiku a...
Libertà...
Per Te...
Il Maggiore Lionel W...
Venti di guerra...
La vita come le stag...
Anima e corpo in gin...
GALLI...
Se entri nella mia v...
Argonauti...
SONO UN ANGELO...
Moda...
Il primo amore...
Il forestiero...
Più dai risorse, buo...
Soverchio...
Questo amore impossi...
Distopico...
Mormorio di bandiere...
Le cento candeline...
Come in trincea...
L’immaginario si fon...
Il piacere guasto...
Oltre le rughe...
Ti guardo...
TRAMONTO...
Betelgeuse...
L’Atmosfera misterio...
IL DIALOGO...
Spicchi...
PRIMAVERA COVID...
Lo sgretolarsi di az...
A LUCIANA...
Il colore della giov...
LA MAREA E L' ...
SILENZI...
La sensibilità non è...
Pensieri solitari...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

spaventapasseri

Si è alzato pian piano
come un vento leggero.
E' diventato maestrale
che ubriaca il cuore
offusca la vista.


Pian piano mi ha presa
con ali di dolcezza
con mani di piacere
entrando nei luoghi
che fanno sognare,
mi ha fatto volare,
piangere, amare.


Si è spenta la luce
il sole è calato, sono
solo uno spaventapasseri
lasciato in mezzo al prato.
Non più ali dorate.
Mi sporcano i passeri
e animali strani.
Si sono accorti tutti
che sono senza mani.



Share |


Poesia scritta il 07/05/2010 - 10:13
Da patrizia stocco
Letta n.834 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Soffusa, diretta....bellissima! Complimenti

Donna 21/05/2010 - 11:44

--------------------------------------

Mi hai fatto pensare come alcune volte l'uomo usa a suo piacere e interesse sia cose e sentimenti che con il passare del tempo non gli necessitano piu...bellissima poesia.

Zenit 10/05/2010 - 23:10

--------------------------------------

devo dire che hai saputo rendere così "Umano" lo spaventapasseri,che ho provato pena per lui...bravissima nel descrivere...

adelaide 10/05/2010 - 13:39

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?