Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Nuovi eroi...
CADUTA LIBERA...
Domenica II...
La valigia...
I vecchi e i contadi...
Risveglio...
Tempi instabili...
AMORE ILLUSIONE...
Ci Manca...
Preghiera per un bam...
Sentire....
Un vero mistero...
Felicità...
L'uomo ed il cane da...
Se Cristo tornasse...
Note tra il vento...
Il pastore bianco...
L'ASCETA...
Per i sogni un posto...
Camici bianchi...
Dove andiamo...
Amanuense...
Lettera senza fine...
Isolamento...
Sconosciuti eroi...
Tu aspetti, io non c...
Sabato sera di quara...
DISTANZA DA......
*Parabolina* Vidi...
Pazienza e rinascita...
Albero,quadro eterno...
Invece...
Suggerimento...
Quietudine...
La Rosa profumata...
Preghiera 2...
LETTERA D' AMORE...
Sul filo dei sensi...
È SEMPRE MEJO ‘NA BO...
È come trovarsi un g...
SBAGLIARE ANCORA...
Sento lontano un rum...
Versi ribelli...
ALLA FINESTRA...
L'odore della pelle...
Città e paesi...
Quattro poesie picco...
Conforto...
La Croce...
Tutto è bello...
Quattro passi in cro...
Un silenzioso tramon...
Assentarsi....
Il Poeta...
Brescia Mia!...
HAIKU M1...
Dal salotto al soggi...
Verso l'alba...
Sedoka 10...
La Stanza Rossa (per...
1968... l'amore libe...
SUPPLICA A MARIA...
Oppressione...
Un cielo così non è ...
Abbracciami...
PER ASPERA AD ...
Ho fatto un sogno st...
Silenzioso...tempo...
LA NOTTE SVANISCE...
La coccarda tricolor...
ALBA CHIARA...
se tu non ci fossi...
Il figlio della luna...
Grunding...
La veste dell'anima...
…in cerca di titolo...
La nuova strada...
Vorrei ma non posso...
LE MASCHERE...
L'amore non era per ...
Lo steccato...
Il bagatto...
Marzo...
La maestra innamorat...
TERRA - VITA...
Solitudine...
In sospeso...
Ella è bella...
HAIKU L1...
.L'aeroplanino di ca...
La morte dell’Etica...
Sylvia Plath, non so...
Un piccolo spiraglio...
BASTÒ NIENTE...
La quarantena...
Non guardarla...
Pensieri contorti...
PASSIONE IRREALE...
Pazuzu...
SE CHIUDO GLI OCCHI....

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

D'un tratto (espansione)

E dopo che ci siamo seduti l'una di fronte all'altro,
che ci siamo toccati le mani, cercando di far
combaciare le nostre impronte
- incantesimo mai visto e così desiderato -,
abbiamo mescolato i nostri pensieri.
Quiete ed impeto, boato e spegnimento:
una candela che aspettava solo di essere accesa,
con una fiamma che adesso si dimena
al suono di un respiro.
Non so se hai presente il prodigio di un amore
che prende forma, che si fa simulacro
e specchio di due sguardi che a lungo si sono
incrociati, di due vagiti che per troppo tempo
sono rimasti imprigionati nella eco
di un usuale <<Ti amo>>.
Un incantesimo che rompe le consuetudini.
Che spezza il legame fra due anime,
consapevoli di una rinata unità.


Share |


Poesia scritta il 11/02/2020 - 16:10
Da Giuseppe Centamore
Letta n.89 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Testo molto piaciuto, complimenti..

Salvatore Rastelli 12/02/2020 - 08:45

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?