Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Tornerò...
La menzogna anche se...
La fame è lo schizzo...
Sei ancora qui? (Seg...
Dall’Alfa all’Omega...
Insonnia...
Ardere...
Storie remote....
Il mio male il mio b...
Attori...
Maledetto Vento...
IL VIVERE DI OGGI...
DENTRO LA NEBBIA...
QUESTA NUOVA E...
ESTATE...
Verano...
Furetti e fiordalisi...
Mare e ricordi...
Entra dalla finestra...
Un ultimo compleanno...
IL CORAGGIO CHE SCAC...
L'inferno non si può...
Fantasmi dal passato...
Ovunque tu sia...
Riflusso...
Tanka 6...
Ah la calma!...
Aspettami...
Ricordi di un tempo...
LAGO D'ORTA...
ASTRO DEL CIELO...
Sirena...
Cola Pesce...
Oggi scrivo in rima ...
I giorni del sole...
A GIACOMO C....
Non si nasconde la l...
HAIKU B...
Sono invecchiata nel...
La Luce Blu...
I LARICI...
Yakamoz...
concedimi...
L'ombelico del quiet...
L’Eco di Avalon...
Nei miei sogni bambo...
DUE GEMELLI ALLO SBA...
Il cono...
Notte...
LA PIOGGIA...
Un sogno è come perd...
CRASH...
Silenzi diurni, desi...
Opinioni e punti di ...
Il Rimprovero...
A Siciliana...
In viaggio...
L'amor proprio...
Il quadro di sughero...
Ricordo di un\'estat...
SCOMPARSI...
Non mi dici...
Antichi ricordi...
Profumo d'amore...
Covid 19...
Frammenti colorati...
PER TE, DONNA! (Poem...
Lascia che sia Estat...
Amore...
Linea rossa 1...
Vecchi ruderi...
A cena con qualche r...
Tutto tace...
PAROLE...
ULTIMO RESPIRO...
Sarà estate...?...
Solitudine...
La notte...
MITOLOGICA EUROPA...
SEDOKA 11...
Ti porto con me ovun...
Attimi...
E nessuno sa dove...
Cara lady del sessan...
Querelle all'italian...
E guardati con accet...
Per Te...
A DIANA...
Come un albero spogl...
L'ATTESA DI UN AMORE...
Inciuci...
FILI TRASPARENTI...
Sono un poeta?...
L’inchiostro è la lu...
Psiche In Tempesta...
HAIKU H2...
La Piazza...
Caffè Florian...
STELLA POLARE...
Falsità spezzate...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Inshan Samash

Mille e una notte,
novella Sherazade racconta,
voce di donna chiara,
appena incrinata dalla commozione,
tempo astratto di tormento,
di ferite inferte senza essere guarite,
in una fiaba di magico sentire,
di labbra accese e fervido stupore.
Forse perché è rimasta solo la voce,
per vivere, per parlare,
mani piagate dalla sofferenza,
bellezza sfiorita di antico splendore.
Basta una moneta o un tozzo di pane
perché lei sorrida, racconti,
le guance infervorate,
nel mito senza dolore.


Voce di cristallo che si diffonde,
entra dentro, accarezza, commuove,
espande respiro dove il respiro manca!



Share |


Poesia scritta il 20/05/2020 - 11:09
Da Alpan .
Letta n.128 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Hai evocato delle immagini suggestive intorno a questo personaggio fiabesco... bella voce narrante

Atrebor Atrebor 20/05/2020 - 20:49

--------------------------------------

Bella descrizione di questa Sherazade invecchiata a cui è rimasta la voce di cristallo per raccontare le favole di Mille e una notte.Questa deve mendicare, ma la capacità di favellare è integra. Che storia! Fatta di bei versi!

Anna Maria Foglia 20/05/2020 - 17:48

--------------------------------------

Un bel testo e molto particolare, è vero, entra dentro anche a noi poeti/lettori e commuove.

Maria Luisa Bandiera 20/05/2020 - 16:23

--------------------------------------

Una voce meravigliosa che si espande donando il respiro dove non c'è. Splendida. Complimenti, Alpan

MARIA ANGELA CAROSIA 20/05/2020 - 15:36

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?