Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Campi desolati...
Labbra...
Dedica ai non presen...
Impressioni...
PASCIUTI TARLI...
Non v'è esistenza pi...
Io, papà e il lago...
La luce nella nebbia...
La lapide di ghiacci...
Appartengo...
SOGNI...
Disegnerò l'amore...
QUANDO...
INNAMORATA...
Haiku 67...
Male oscuro...
Pensiero...
Stelle filanti (O te...
Ipnosi...
PRIVO DI LIBERTA'...
Nel deserto dell'ani...
Lui ti chiama...
A lavè la càp o ciùc...
Morti Inutili...
I RIFLESSI DEL TRAMO...
Mare d'inverno...
ALL'OMBRA DEL GIGANT...
Spirito Ribelle...
Assiomi...
Archivio...
Pensieri e parole d'...
Le poesie...
Ciao MAMMA....
IL PITTORE DI PAROLE...
CARI ESTINTI...
Guardando il cielo...
Pratoline di marzo...
GIOCHI PROIBITI...
Risuona sul campanil...
In cerca d'ispirazio...
Stelle filanti (Benv...
Adagio...
Una notte irlandese...
si, so che lo sei...
Chi sa...
Viviamo di calore um...
Mareggiata Del Cuore...
Fermati...
VITTORIA...
Poesia è......
Composizione n.380...
Sorride...
Piccole grandi felic...
Testimoni preziosi...
Occhi belli...
Immagina...
Io Filosofo Tu Ladra...
il Sole a Mezzanotte...
Il tuo sorriso...
IL CREATIVO...
Diapason...
Ultimo sogno...
Don Gesualdo 2...
LA NATURA SI R...
il guerriero...
LA MARGHERITA...
Il cannocchiale...
Venite...
Stelle filanti (Benè...
Nel profondo dell'an...
L' attimo...
PER LA MIA STRADA...
No...
Il dipinto...
E poi mi dicevi...
I colori del tempo...
VIRTUALITA’ in campa...
Ridammi il sorriso...
parlami ......della ...
Il silenzio è parola...
Abbandonati, ti rico...
Agli innamorati...
Giorni fragranti...
Il canto della notte...
Mamma e Madre...
Stelle filanti (Mand...
Dolce luna...
Mare d'inverno...
UNICITA' UN DON...
Il pizzaro Pasquino...
Irreversibile...
Covid 19 e varianti...
Il pregiudizio stà a...
Ognuno di noi è imme...
Oplà!...
Chissà...
Ed è poesia...
Simbiosi...
Un giovane sogno...
Siamo molecole insta...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

INQUIETUDINI

Ebbra di malinconia
mi accoglie
tra le sue braccia
un'altra notte insonne
e un vento di solitudine
trascina via i pensieri
che si tingono
di colori strani
e continuano
a vagare senza sosta.
Vorrei poterti ringraziare
per tutto il tempo
che mi hai dedicato,
per le parole
mai pronunciate
e per le frasi d'amore
nelle poesie decantate.
Vorrei poterti ricordare
come il pilastro forte
di una futile esistenza
e la spalla su cui poggiare
il capo stanco.
Ma muto rimane
il mio canto
e greve il mio dolore.


Share |


Poesia scritta il 20/01/2021 - 20:00
Da Afrodite T
Letta n.221 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Mille grazie anche a te, Margherita: il tuo commento mi ha davvero commossa

Afrodite T 22/01/2021 - 22:34

--------------------------------------

Nessun problema, Santa: i commenti sono sempre molto graditi, comunque avvengano e anch'io spesso non riesco a commentare tutto e subito.
Ad ogni modo, ti ringrazio e ti abbraccio con affetto

Afrodite T 22/01/2021 - 21:51

--------------------------------------

Ci sono poesie come questa che pizzicano le corde dell'anima mia...e lasciano segni indelebili per la profondità dei versi espressi! Meravigliosa!

Margherita Pisano 22/01/2021 - 21:32

--------------------------------------

A volte anche i ricordi possono darci quella consolazione che non abbiamo più. Tenera e malinconica.Un abbraccio e scusa il ritardo.

santa scardino 22/01/2021 - 20:46

--------------------------------------

Grazie mille, Maria Angela per il bellissimo commento

Afrodite T 22/01/2021 - 15:56

--------------------------------------

Un canto di dolore meraviglioso. Complimenti di cuore

MARIA ANGELA CAROSIA 22/01/2021 - 15:19

--------------------------------------

Un grandissimo grazie anche a Mario, Grazia ed Ernesto, per gli apprezzamenti sempre molto gradevoli e puntuali

Afrodite T 22/01/2021 - 09:33

--------------------------------------

E siamo di nuovo a pensare come Afrodite riesca ad estrarre da difficili tematiche una poesia. È una capacità non comune.
Comuni invece sono le notturne inquietudini o, comunque, non rare.
Fatto sta che tale argomento arriva direttamente nell’intimo del lettore, veicolato dalla bravura poetica dell’autrice.

Ernesto D’Onise 21/01/2021 - 22:19

--------------------------------------

La notte abbassa la nostra difesa e si finisce in balìa di rimpianti e dolori...Tu l'hai espresso con una poesia che parla all'anima.

Grazia Giuliani 21/01/2021 - 18:54

--------------------------------------

veramente bella.

mario Righi 21/01/2021 - 16:26

--------------------------------------

Grazie di cuore anche a te, Aurelio, per
avere apprezzato e condiviso

Afrodite T 21/01/2021 - 13:29

--------------------------------------

Vorrei ringraziare Anna Maria, Giuseppe, Anna e Maria Luisa per i graditi commenti, attraverso i quali ho capito di aver descritto un argomento, quello delle inquietudini, molto sentito proprio perché molto vissuto da molti. Infatti, a chi di noi non è mai capitato di essere preso da inquietudini notturne?

Afrodite T 21/01/2021 - 13:17

--------------------------------------

Palpabile il dolore e l'amarezza che l'assenza della quiete procura. Bel verseggiare, anche in situazioni che non fanno esplodere sentimenti di serenità in un tempo che annulla quasi il nostro sentire.

Aurelio Zucchi 21/01/2021 - 13:13

--------------------------------------

Il dolore è fatto di inquietudini che non si possono mai chetare, solamente lenire un poco nel tempo .... lirica toccante!

Maria Luisa Bandiera 21/01/2021 - 08:25

--------------------------------------

Leggendo ogni tuo verso è stato come rivivermi, l'amarezza, la solitudine e il rimpianto per ciò che non è stato. Notti insonni a macinare pensieri senza trovare una via d'uscita. Una lirica dolorosa che mi è arrivata nell'anima.

Anna Rossi 21/01/2021 - 05:57

--------------------------------------

Inquietudini, ingranaggi di significati innaffiati di malinconia, lo snervante susseguirsi del verseggiare provoca palpabile tormento. Il lettore si ritrova a camminare nella condizione espressa nella sua accezione più pura.
E' una poesia mirabile per la sua capacità di suscitare intense emozioni, anche se non ci si deve aspettare che tali emozioni siano felici e piacevoli, del resto la vita é costellata anche da eventi funesti e con la Solitudine che di certo non si fa scrupoli, magari adagiata proprio in quel pilastro forte che non vede l'ora di subentrare.
Cinque stelline giallo limone.

Giuseppe Scilipoti 20/01/2021 - 23:14

--------------------------------------

Non basta il ricordo di un immenso amore a lenire la sofferenza in una notte insonne dove la solitudine pesa come un macigno: poesia che tocca profondamente le corde del cuore!

Anna Maria Foglia 20/01/2021 - 22:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?