Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il giudizio, ammesso...
Dite qualcosa...
LA RABBIA...
ARIDA NOTTE...
Frammento d’amore...
La rosa gialla...
Blue Lobelia 1.15...
Paura...
BULLISMO...
Non esiste una teori...
TUTTI E TRE...
L'ombra dell'uomo ch...
Le parole più dolci ...
Scalata...
Bacio...
La saggezza consiste...
Mare in tempesta...
Prendimi per mano...
Il vinto sorgerà...
La filosofia (pensar...
Ramanujan...
soltanto un sogno...
Ritagli di vento...
L' AMORE RIPOSA...
CIMITERO ALL'IMBRUNI...
I colori dell'anima...
lascia andare...
Fiori di Pesco...
La malattia dei rico...
Emozioni a colori...
Blue Lobelia...
BRIVIDO CALDO...
CORIANDOLI DI VITA...
Il vento infausto de...
Vespero...
La distanza...
Una sera lontana...
Ti ruberei...
Le stagioni della vi...
La frontiera...
Parla...
ACCIDENTI ALL\' ...
Minchia! Signor tene...
Haiku 26...
Causa e Effetto...
Retorica-mente?...
Erotico sogno...
La erta salita...
In equilibrio instab...
PRIGIONIERI DEL COVI...
POI NULLA PIÙ...
Click ()...
Panacea...
Quel tempo che fu (l...
Il mondo che verrà...
Quando finisce un am...
E' tutto qui...
Possiamo...
Calpestar il proprio...
Non è un granché (v...
GAMBERO...
FERMA È LA VITA...
Metafisica...
Il venditore di frit...
Paese mio...
Stella...
LA FEDE...
IL PROFUMO DELL...
Diogene e il sonetto...
Dominique Noir...
Chiaroscuro...
La provocazione è un...
Si comunica non per ...
La Tigre...
Poeti stropicciati...
IL SOLCO DELLA MATIT...
PIOGGIA SABATINA...
Patate in picchiata...
Solo fra i soli...
Un sogno...
Il colore dei ricord...
La crociera...
Dimmi quanto mi desi...
Un incontro fatale...
Nuovi colori simili ...
Nell'aldilà...
LA TERZA GUERRA MOND...
Sorrido...
Elisir Di Una Madre...
La mia dimora...
Sorridi, credimi e l...
Il messaggero dell'a...
Brividi d'Aprile...
Invisibile senso...
I COLORI DELL' ...
Le lacrime più amare...
Il tempo è denaro...
Gioventù 1968...
Se sei onesto e buon...
La palla lanciata gi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



L’altro viaggio 12/16 (La tristezza ha il sonno leggero)

Lavori quotidianamente
su te stesso, e ti racconti
che la felicità davvero esiste.
Eppure ti desti un giorno
e quel che ti resta
è la sua sottoveste,
e scorgi che se n’è andata.
Resti come un bimbo
che si succhia
il dito: ha saliva, non latte.
Non resta traccia
della sua crocchia,
e una lacrima bagna il lembo
del cuscino, indelebile
come goccia di vernice.
Non rimane che riemergere
dalla polvere della tristezza,
e illuderla d’essere felice.



(Tra un po’ ti metterò da parte Celeste, ho voglia di parlare a chi sa volermi bene.
Quando ancora ero MastroPoeta misi questa poesia nella raccolta “Anche a un adespota le scarpe strette danno noia”, dicembre 2018-luglio 2019)



Share |


Poesia scritta il 07/03/2021 - 09:07
Da Mirko D. Mastro(Poeta)
Letta n.149 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Chissà perché mi viene da pensare che quella sottoveste è di una madre...forse mi sbaglio però, ma anche la polvere della tristezza mi fa pensare a lei in qualche modo. Detto questo ti faccio i miei complimenti per questa poesia così bella!

Margherita Pisano 07/03/2021 - 21:44

--------------------------------------

Bellissima,dolcissime e struggente, ma amo la chiusa,c'è speranza nel dare il benservito alla tristezza.

santa scardino 07/03/2021 - 19:32

--------------------------------------

Poesia immensamente bella e quanto fa comprendere quella sottoveste rimasta a raccontare la sua storia! Complimenti!

Maria Luisa Bandiera 07/03/2021 - 14:09

--------------------------------------

Bellissima

Orsolino Nonno 07/03/2021 - 14:09

--------------------------------------

Poesia molto originale, bella*****

Graziana Bonavero 07/03/2021 - 12:23

--------------------------------------

Quella sottoveste ha sparso attimi di felicità, permettendo di conoscersi a vicenda... l'amore fa evolvere, lei se n'è andata, ma l'amore non ci lascerà mai.
Bella!

PAOLA SALZANO 07/03/2021 - 10:04

--------------------------------------

Immagini molto belle per rappresentare che lei se n’è andata. L’incipit è molto forte e ahimè molto tragico, si unisce alla chiusa per dire che più che felici è possibile illuderci di esserlo.
Ciao Mirko e buona domenica

Anna Maria Foglia 07/03/2021 - 09:25

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?