Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il fiammifero e la c...
QUANDO SOGNARE N...
Giustezza palesata- ...
y =ax2 + bx + c...
Emozioni tessute...
Capriccio...
Ritmi d'amore...
FILASTROCCA DELL’IP...
Cambia la forma...
un amore 1979...
Il Bucaneve...
Piangiamo insieme...
Kharkiv...
LACRIMA...
Il castello...
Fiori interiori...
Oltre...
Il modo diverso...
La poltrona...
Un freddo gelo...
Giustezza palesata- ...
AMAMI SE VUOI...
Il perdono non è un'...
La lettrice...
FRAGRANZE...
Solo chi conosce la ...
Istanti immortali...
BOLLA DI SAPONE...
Scrivi Andrea!...
Una donna innamorata...
L' anima custodita...
Il sole sulla fronte...
L'INCENDIO NEL CIELO...
Silenzio...
Dolce Ricordo...
Oltre l'orizzonte...
Giustezza palesata- ...
La donna amata,o l'i...
Ti ho rivisto...
SEMPRE PIU' LONT...
Inverno...
Il tempo che va...
Welcome back...
-Haiku-...
Amenità...
Poeta tra le bombe...
Orvieto...
Quando arriva la not...
Una foglia di artemi...
L\'aurora...
AMARTI...
Pensieri d\\\\\\\'in...
Riflessiobe 11 La so...
Se tramontana soffia...
L'alba insiste...
NON SOLO DIARI...
DOLCE CALORE...
Di 14, 13 e 10 anni...
Fermo immagine...
Pagine nere...
Ricordati di me...
I raggi di sole dei ...
Alla fine è solo un ...
Con me stesso...
Tu Sei Leggenda, Ma ...
Al mondo ci sono cos...
Solo gli stolti fug...
Quale goccia di rugi...
Litorali d'inverno...
Ubriachezze...
La quiete del fondov...
La tempesta perfetta...
Ma basta!...
Ho imparato il futur...
In giorni radiosi...
LA VERA BELLEZZA ...
Gaute da Suta!...
La Strega...
L\'UOMO CHE HA DATO ...
Bucce di aurora...
RONDINE...
Haiku 4...
E così sia...
La morte...
Uno sguardo...
SMART...
Il mio tempo...
INGANNI...
Ricominciare...
A mie spese...
Cuori di cartapesta....
Nell'epoca dell'acce...
Sei la mia ragazza s...
COME VA?...
iIncubi...
SENSO MORALE...
Tuareg...
Sono le 19 di una fr...
Il Mastio...
IL DISUMANO (PERL LA...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



UN TUFFO NEL PASSATO

Verde è la nostra vallata,
da oneste anime è popolata,
i vicoli si uniscono,
s’intrecciano come serpenti
da pietre lise dal tempo,
“jafii” e scalini pendenti,
imponenti palazzi
s’ergono sulla piazza.


Poco si conosce di questo regno,
un monarca o un sovrano,
forse noti stallieri e servette
che andavano dietro al potere
per ottenere una vita comoda,
mai liberi per godere…


Chi girovagava in quella vallata?
solo menestrelli canterini
col liuto barocco dal suono scordato.


Quando al calar della sera
il regnate passava,
il garzone di turno s’inchinava
pur sapendo che nessuno l’amava
era soltanto il servo della gleba,
resta solo una rievocazione del passato.



Share |


Poesia scritta il 19/11/2022 - 12:20
Da Carmine De Masi
Letta n.124 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?