Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La gente dei monti...
Gianna la matta...
Tu oltre il tempo...
e lì, dormire...
Ombra...
Simmetrie di pura me...
UN REGALO DAL CIELO....
Tana!...
QUALE REALTA’...
Old...
Il tempio...
IL TEMPO LADRO DE...
NOI NON CI CHIAMIAMO...
Luce...
Haiku n 9...
Nel calle brullo...
Addio...
Verso il mio infinit...
Aspetando Anna...
Sogno...
Vorrei...
AFORISMA La statu...
Ricordi sul muro...
SOLO UNA ROSA...
Nasce tutto per caso...
Gravita'...
E' BELLO...
Mia opinione su Poes...
Haiku 17...
la coscienza in vers...
Delfi...
Fogli di neve...
Addio....
Quando salivo i grad...
Eri....
Foulard...
DENTRO ME...
Essenza di un tempo ...
Un arcobaleno a nove...
Haiku 2...
Le nuvole della piog...
Reclame...
Telefonofobia...
Di neve e di sole...
Dubbio...
steli di rugiada...
Non c'ero quel giorn...
AMICI (terza e ultim...
Legare...
Eco di un addio...
DIRSI ADDIO...
Confusione in testa ...
Scrivi ancora...
Nell'attimo sublime ...
METAFORE (2)...
L'autunno2...
ANIME DI PIETRA...
Thipheret...
Argento...
Haiku 15...
LE DIECI STANZE...
riflessioni n. 6...
UNA BELLEZZA DA SALV...
La nave va...
La poesia è il siste...
Questa bomba di vita...
Pelle d'Ocra...
Goccia...
Le Carte...
MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...
Lassù nel cielo...
IN BILICO COME UN EQ...
MISURA DEL TEMPO, MI...
Qui...
Oltre la vita...
EFFIMERA SEMBIANZA...
Disordine e anarchia...
Vento di profumi...
Forza Cagliari...
Io amo....
Turista nella nebbia...
fuga dalla solitudin...
Distorsione Notturna...
Lasciami andare...
Un fiore...
SAMAEL, il concepime...
Noi...
Dimmi...
Autunno....
Pensieri ,(per la fi...
Bevendo birra in tab...
ANCORATI RINGRAZIAME...
AUTUNNO...
Quante lune attraver...
20:48...
Foglie...
Oggi e ieri...
La marcia...
ADDIO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

ATENE, ATENE!

Mi addentro nella storia,
tra il mondo classico e il futuro,
nelle storie delle genti
che non han più identità.


Europa ed Asia Minore
a piedi nudi,
pellegrino di un mondo perverso,
lontano dalla modernità.


Nel silenzio di Atena Pallade,
nel frastuono di Monastiraki,
tra frontoni e automobili grigie,
nello smog di un'unione lontana...


...Dall'acropoli un masso cadente
sta roteando,
nella piazza un ladrone ed Omero
stan litigando.


"Cantami, o Diva, del Pelide Achille
l'ira funesta, che infiniti lutti
addusse agli Achei, e di cani e d'augelli
orrido pasto lor salme abbandonò..."


Atene, Atene!
Culla della civiltà,
guarda ai tuoi figli perduti
tra i rumori della stupidità.


Le paranoie del mondo
ti scuotono dentro,
ti avvelenano viscere e corpo,
ti stanno uccidendo!


Sapienza troppo lontana:
la Grecia d'un tempo
è venduta pezzo per pezzo
al gran firmamento.


E sotto a un cielo che piange
lacrime amare,
Omero che all'orizzonte non vede
ti crede ancora felice.


"Cantami, o Diva, del Pelide Achille
l'ira funesta, che infiniti lutti
addusse agli Achei, e di cani e d'augelli
orrido pasto lor salme abbandonò..."


Senti il cuore più forte
trepidante, sotto il tuo suolo,
pulsa ancora emozioni e poesia
insieme ad un'eterna rabbia.


Mar Adriatico a cento miglia:
immigrazioni di fame e sesso,
Santorini, che fine hai fatto?
Perchè non vomiti la tua ira?


"Cantami, o Diva, del Pelide Achille
l'ira funesta, che infiniti lutti
addusse agli Achei, e di cani e d'augelli
orrido pasto lor salme abbandonò..."


Atene, Atene!



Share |


Poesia scritta il 12/02/2011 - 20:34
Da Manuel Miranda
Letta n.646 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?