Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IL SOGNO SPEZZATO...
Albe dorate...
Il fischio del merlo...
Rispettare la natura...
10...
La forma di una paus...
Il cuore pulsa di vi...
Povero gatto...
Il motivo delle dimi...
Il sellino lilla...
Piazzetta Gattamelat...
Questo è troppo!...
L'arrogante miseria ...
Veduta prospettica...
Cagliari, Via Napoli...
Mani...
IL PARADISO INFERNAL...
Oltre l'Infinito...
Aria di Luna...
Figlio...
Affiorano ricordi...
Il dominio del fuoco...
Smeraldi...
Notte tostata...
NOTTE DI AGOSTO...
SOTTO ASSEDIO...
Dove tramonta il sol...
Gogyohka...
Monotonia...
Appuntamento rionale...
Fantasia...
PISA...
Una foglia come cigl...
Gli incattiviti...
Giallo pervinca...
I CINQUE FRATELLI...
Odori antichi...
Internet è come una ...
Dietro le case la se...
GENERAZIONI DI S...
Ortensie e falesie...
Effimero Trionfo...
Come farfalla che su...
Pippo (no uno de i m...
Il mondo è taglia XS...
Cagliari castello Vi...
Profumo di mare...
nel gioco assorto di...
LA DOTE DELL' I...
Una stella...
Per caso....
Udite...
E ti penso...
Il maestrale...
Nostalgia e......
Azioni rionali...
Sto invecchiando...
Soggettiva...
Respirandoti...
GLI OCCHI DELL'...
Di primo taglio...
Choka...
Un reato commetti...
NOTTURNO...
Birre and bacon...
Il clown...
Santo Graal...
PER COSTRUIRE IL FUT...
Innamorarsi...
Cento euro...
Almeno fosse stata l...
Finire...
In un vicolo stretto...
Mondo a colori...
POESIA è AMORE...
Gomma a terra...
Bacca...
HAIKU N. 22...
STELLINA...
Un motivo per vivere...
Amarsi un po'...
Sotto il cielo dei m...
L' AMORE...
Comodato d'uso (offe...
Scrittura dedica Cam...
Firenze SMN...
Fiat voluntas tua...
Spazio Vuoto...
Pippo...
TI SENTO...
La mia libertà...
Idromele...
ESPLODE L' AMORE...
Perla...
Più....
In intimità lo chiam...
Diversamente intelli...
IL NOSTRO PRIMO INCO...
E fu subito sera...
Acciughe e accalappi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Cagliari castello Via Santa Croce

Risplende,su Stampace,
armature scintillanti,
uomini dai guanti bianchi.
Ululati nella notte,
rumori da tombe.
Stridono le catene,
si spengono le candele,
immergendo la sera nel buio.
Lady Godiva sul cavallo bianco,
uno stallone di riguardo,
volge il suo sguardo,
chiedendo scusa per il ritardo.
Ma nelle notti chiare,
ecco il fantasma che appare,
svolazzando tra le strade anguste,
con urla simili a locuste.
Tenebroso amante,
che cerca nelle stanze buie,
una principessa tenera,
morta in circostanze oscure,
forse uccisa da un amante.
Notti da lupi, cieli cupi,
tra orridi dirupi.
Ragnatele ovunque,
da anni non piove.
Ma il discendente fa le prove,
sa che prima o poi morirà.
Spiriti della notte,
fino al sorgere del sole,
dove il tempo consuma la sua prole.
E io, viandante senza parole.
posso portare le prove.


Share |


Poesia scritta il 08/07/2024 - 14:07
Da Francesco Cau
Letta n.93 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Mi sa tanto che il rumore lo facevano i ladri, vestiti come nel 700! Ahahah, son belle storie le tue, e pure simpatiche!! Bravissimo!!

Anna Cenni 08/07/2024 - 20:47

--------------------------------------

Una notte, mentre stavo spolverando le sculture particolarmente complessa, ho sentito un rumore provenire dal passaggio. Era un suono lontano, quasi come un bisbiglio. Ho deciso di indagare.

Ho preso una torcia e sono entrato nel passaggio. Era stretto e umido, con l’odore della terra vecchia. Ho camminato per quello che sembrava un’eternità, finché non ho raggiunto una porta di legno antica. L’ho aperta e sono entrato in una stanza segreta.

La stanza era piena di oggetti antichi, probabilmente la refurtiva dei ladri di cui avevo sentito parlare. Ma quello che mi ha colpito di più è stato un vecchio ritratto appeso alla parete. Raffigurava una donna in un abito del 700, proprio come quelli che mi sembrava di vedere.

Da quel giorno, ho iniziato a dipingere ritratti di persone in abiti del 700, ispirandomi al ritratto che avevo trovato. Le mie opere hanno iniziato ad attirare l’attenzione di molte persone e la mostra è diventata molto popolare.

E così, le storie di fantasmi che avevo sentito sono diventate una fonte di ispirazione per il mio lavoro. Anche se non ho mai più sentito rumori di carri e cavalli, o visto persone in costumi del 700, le storie che ho sentito rimarranno sempre con me, ricordandomi quel periodo speciale della mia vita.
Francesco Cau Podda


Francesco Cau 08/07/2024 - 20:40

--------------------------------------

Grazie Annina
Nel lontano 1990, proprio lì dove vedi la foto in Via Santa Croce, ho tenuto una mostra di sculture in legno per 20 giorni. Ogni giorno facevo la conoscenza degli abitanti locali e ognuno di loro mi raccontava una storia di fantasmi.

Uno degli abitanti del piano superiore mi raccontò che di notte sentiva rumori di carri e cavalli. Proprio lì, c’erano ancora le mangiatoie. Tuttavia, un’altra versione sosteneva che erano i ladri che avevano il loro covo lì, dove portavano il bottino. C’era un passaggio che portava su in un tunnel che sbucava al Bastione San Remy.

Ascoltando tutte queste storie, quando rimanevo da solo, mi sembrava di vedere persone in costumi del 700. Naturalmente, il locale era stato restaurato, ma il passaggio era ancora lì.

Un’altra storia riguardava l’angolo esterno chiamato “Su Callenteddu”, così chiamato perché d’inverno, in quel punto preciso, c’era il sole che riscaldava i passanti.

Dopo aver ascoltato tutte queste storie, ogni notte, men


Francesco Cau 08/07/2024 - 20:27

--------------------------------------

Grazie Maria Luisa.

Francesco Cau 08/07/2024 - 20:08

--------------------------------------

Ma che bella atmosfera, castelli, dame, fantasmi, ulula il vento, tu cantastorie di oggi e d'altri tempi!! Complimenti!!

Anna Cenni 08/07/2024 - 18:45

--------------------------------------

Piaciuta questa poesia che ci fa entrare tra le mura di un castello infestato da un fantasma.

Maria Luisa Bandiera 08/07/2024 - 18:05

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?