Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IL SOGNO SPEZZATO...
Albe dorate...
Il fischio del merlo...
Rispettare la natura...
10...
La forma di una paus...
Il cuore pulsa di vi...
Povero gatto...
Il motivo delle dimi...
Il sellino lilla...
Piazzetta Gattamelat...
Questo è troppo!...
L'arrogante miseria ...
Veduta prospettica...
Cagliari, Via Napoli...
Mani...
IL PARADISO INFERNAL...
Oltre l'Infinito...
Aria di Luna...
Figlio...
Affiorano ricordi...
Il dominio del fuoco...
Smeraldi...
Notte tostata...
NOTTE DI AGOSTO...
SOTTO ASSEDIO...
Dove tramonta il sol...
Gogyohka...
Monotonia...
Appuntamento rionale...
Fantasia...
PISA...
Una foglia come cigl...
Gli incattiviti...
Giallo pervinca...
I CINQUE FRATELLI...
Odori antichi...
Internet è come una ...
Dietro le case la se...
GENERAZIONI DI S...
Ortensie e falesie...
Effimero Trionfo...
Come farfalla che su...
Pippo (no uno de i m...
Il mondo è taglia XS...
Cagliari castello Vi...
Profumo di mare...
nel gioco assorto di...
LA DOTE DELL' I...
Una stella...
Per caso....
Udite...
E ti penso...
Il maestrale...
Nostalgia e......
Azioni rionali...
Sto invecchiando...
Soggettiva...
Respirandoti...
GLI OCCHI DELL'...
Di primo taglio...
Choka...
Un reato commetti...
NOTTURNO...
Birre and bacon...
Il clown...
Santo Graal...
PER COSTRUIRE IL FUT...
Innamorarsi...
Cento euro...
Almeno fosse stata l...
Finire...
In un vicolo stretto...
Mondo a colori...
POESIA è AMORE...
Gomma a terra...
Bacca...
HAIKU N. 22...
STELLINA...
Un motivo per vivere...
Amarsi un po'...
Sotto il cielo dei m...
L' AMORE...
Comodato d'uso (offe...
Scrittura dedica Cam...
Firenze SMN...
Fiat voluntas tua...
Spazio Vuoto...
Pippo...
TI SENTO...
La mia libertà...
Idromele...
ESPLODE L' AMORE...
Perla...
Più....
In intimità lo chiam...
Diversamente intelli...
IL NOSTRO PRIMO INCO...
E fu subito sera...
Acciughe e accalappi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Come farfalla che sul fior si posa

Un banal giorno verso sera
mi recai nella casa degli andati
erano tutti soli addormentati
il due Novembre già lontano era.


Scorsi i loro volti nell’effigie
e qualcuna la feci anche risorgere
attingendo ai ricordi limpidi
altri stinti come notti bigie.


Da un loculo con quella mano tesa
Ella volle scender la scalea
e dopo un gir di valzer alla sua maniera
a mezz’aria per un po’ restò sospesa.


Poi … come farfalla che sul fior si posa
battè le ali per tornare a casa
e mentre farfugliavo una sua prece
un cenno come per dire … Lei mi fece.



Share |


Poesia scritta il 09/07/2024 - 15:08
Da Francesco Scolaro
Letta n.89 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


molto dolce delicati versi complimenti

loretta margherita citarei 15/07/2024 - 21:09

--------------------------------------

Che bella poesia! È piena di immagini evocative e sentimenti profondi.

MARIA ANGELA CAROSIA 10/07/2024 - 18:27

--------------------------------------

Le chiuse tue ripeto, son come inizio di altra...e suspense attende!!
Complimenti!

Anna Cenni 10/07/2024 - 11:30

--------------------------------------

5* molto bella.

Maria Luisa Bandiera 10/07/2024 - 08:20

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?