Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La nostra storia...
IL TRAMONTO DELL...
Pensieri...
Quasi certamente nel...
Uomini...
Insieme a te ricomin...
MI VIENI BENE...
L’altro viaggio 10/1...
La pizza sopraffina...
Campi desolati...
Lo speretatore dell'...
Amare amaramente...
Labbra...
Dedica ai non presen...
Impressioni...
PASCIUTI TARLI...
Non v'è esistenza pi...
Io, papà e il lago...
La luce nella nebbia...
La lapide di ghiacci...
Appartengo...
SOGNI...
Disegnerò l'amore...
QUANDO...
INNAMORATA...
Haiku 67...
Male oscuro...
Pensiero...
Stelle filanti (O te...
Ipnosi...
PRIVO DI LIBERTA'...
Nel deserto dell'ani...
Lui ti chiama...
A lavè la càp o ciùc...
Morti Inutili...
I RIFLESSI DEL TRAMO...
Mare d'inverno...
ALL'OMBRA DEL GIGANT...
Spirito Ribelle...
Assiomi...
Archivio...
Pensieri e parole d'...
Le poesie...
Ciao MAMMA....
IL PITTORE DI PAROLE...
CARI ESTINTI...
Guardando il cielo...
Pratoline di marzo...
GIOCHI PROIBITI...
Risuona sul campanil...
In cerca d'ispirazio...
Stelle filanti (Benv...
Adagio...
Una notte irlandese...
si, so che lo sei...
Chi sa...
Mareggiata Del Cuore...
Fermati...
VITTORIA...
Poesia è......
Composizione n.380...
Sorride...
Piccole grandi felic...
Testimoni preziosi...
Occhi belli...
Immagina...
Io Filosofo Tu Ladra...
il Sole a Mezzanotte...
Il tuo sorriso...
IL CREATIVO...
Diapason...
Ultimo sogno...
Don Gesualdo 2...
LA NATURA SI R...
il guerriero...
LA MARGHERITA...
Il cannocchiale...
Venite...
Stelle filanti (Benè...
Nel profondo dell'an...
L' attimo...
PER LA MIA STRADA...
No...
Il dipinto...
E poi mi dicevi...
I colori del tempo...
VIRTUALITA’ in campa...
Ridammi il sorriso...
parlami ......della ...
Il silenzio è parola...
Abbandonati, ti rico...
Agli innamorati...
Giorni fragranti...
Il canto della notte...
Mamma e Madre...
Stelle filanti (Mand...
Dolce luna...
Mare d'inverno...
UNICITA' UN DON...
Il pizzaro Pasquino...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Nel silenzio del lago

L’alba porporina cadeva sull’acqua.
Insieme alle parole di lei,
come una carezza che si anima
di luce per far risplendere angoli bui.
Di lui, ne La casa sul lago del tempo.


Negli occhi di Giuseppe attimi di un film capace di creare intensi accostamenti, e nel cuore affreschi di sentimento e immagini. Giuseppe è un giovane cinefilo praticante, affetto da bibliofilìa. Stamattina ha trovato un libro nel silenzio del lago. Di un autore che non conosce. Sullo schermo il fermoimmagine, profumo di carta e canneti tra le pagine si infonde nell'animo di chi legge. E in quello di Giuseppe.
Un volto dai capelli cortissimi, forse a nascondere le tinte grigie di un uomo di mezza età, esce dall’inchiostro. Sobbalza Giuseppe.
E forse a nascondere la mezza statura, l’uomo siede tra la seconda di copertina e la prefazione. La voce ha un tono vissuto, simile nella scena bloccata sullo schermo al vibrato degli ottoni.
<Dicono io sia l’autore…>. Giuseppe l’ha sentita altre volte, ma stasera la voce è più stanca.
<…ma i libri giocano con gli scrittori come le emozioni a nascondarella dentro e fuori dalla pizza su una pellicola>.


Le sensazioni cadevano sull’acqua.
Insieme alle parole di lui
tra sonno e veglia, nell'armonia che
lega il cielo e i righi di questo gioco.
Di lei, ne La casa sul lago del tempo.


Giuseppe apre gli occhi su una semplice buca delle lettere, sul fotogramma di “una scatola di vetro con vista su tutto quello che hai attorno ma che non puoi toccare”. Apre gli occhi sulle parole di Kate a Alex, negli sguardi di Sandra Bullock e Keanu Reeves.
E il libro? “Persuasione” di Jane Austen, il libro preferito da Kate di cui parlano nella scena del loro primo incontro i due protagonisti, è dove deve stare, nella libreria alla lettera A della Austen.
Ma quel libro di quell’autore che non conosce, sul dondolo del portico nel silenzio del lago Giuseppe non sa proprio come ci sia arrivato.



Se vi avessi incuriosito, vi suggerirei di infilare la mano dove il testo parla di armonia che lega il cielo e i righi di questo gioco. Potreste voltare il libro, io lo faccio sempre, e leggere sul piatto inferiore “un richiamo alla quotidianità, o forse sarebbe meglio dire ispirato ad un’idea fantastica di quotidianità”.




-Testo INFLUENZATO da recenti, graditissimi commenti. Ma tranquilli, sto bene.




Share |


Racconto scritto il 25/01/2021 - 21:52
Da Mirko D. Mastro(Poeta)
Letta n.201 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Beh! Leggerti è davvero un viaggio nella poesia/narrativa a volte anche sconvolgente per la tua destrezza letteraria. Il coinvolgimento del bravo Giuseppe è davvero fantastico.

santa scardino 29/01/2021 - 15:24

--------------------------------------

Sospeso tra film e narrativa, il tuo testo ha la firma del tuo stile, che sempre fa sognare.
Strepitosa la nota!

Grazia Giuliani 26/01/2021 - 21:18

--------------------------------------

Che bello questo racconto... il lago calmo e quella speciale luce che fa risplendere angoli bui lasciano il segno. Dedicato a Giuseppe che sorprende per la sua bravura nel commentare le opere è stato un dono da parte tua molto bello.
Come sempre sei originale nel raccontare e trovo geniale la tua idea di scrivere poeticamente la vita!

Margherita Pisano 26/01/2021 - 20:46

--------------------------------------

Quanti richiami nelle tue opere...ci trasporti sempre sulle ali della cultura! Bravissimo Mirko

barbara tascone 26/01/2021 - 19:10

--------------------------------------

Tra prosa e poesia, un testo che mi ha affascinato. Il richiamo ad un autore del sito e a "Persuasione" di Jane Austen ha finito per coinvolgermi ed incuriosirmi.
Molto particolare la tua scrittura...

PAOLA SALZANO 26/01/2021 - 15:19

--------------------------------------

Penso che ognuno gradirebbe vivere o interpretare l'avvincente film:" la casa sul lago del tempo"....
Notevoli i tuoi accostamenti

Maria Luisa Bandiera 26/01/2021 - 14:32

--------------------------------------

Molto riuscita e piacevole oltreché di profondi contenuti questa scorribanda tra film e libri. 5*
Buona giornata Mirko

Anna Maria Foglia 26/01/2021 - 10:02

--------------------------------------

Metaracconto/metanarrativa... quel che è certo l'astuto parallelo e parallelismo è reso in maniera magistrale, uno dei testi più originali mai letti su Oggi Scrivo, uno dei soggetti più "originali" mai... aspè' meglio abbassare la cresta oltre che la penna per tablet.
Per il resto la fantasia è un qualcosa di fondamentale riguardo il mio amato cinema che naturalmente si unisce all'amore per la narrativa. E tu lo sai bene, difatti hai "girato" e "ruotato" su me stesso senza "ciak" sbagliati.
Grazie ancora per questa pizza letteraria. Vorrei ricambiare scrivendo un testo rivolto a te, ma prima di scrivere su una Ferrari bisogna guidarla taaaaaanto e conoscerla "pezzo" per "pezzo."
Cinque stelline d'autore!

Giuseppe Scilipoti 25/01/2021 - 23:38

--------------------------------------

Nel silenzio... della sera, mi accingo a leggere questo brano. Ti ringrazio per avermi citato e lietissimo di essere stato fonte di ispirazione per questa pubblicazione. Ma cos'è poi quanto ho appena letto? Prosa poetica, introspezione, scrittura sperimentale, cinematografia, Poesia, narrativa...
Mirko, ti assicuro che mi sono immedesimato... in me stesso. Suggestione ed evocazione in ogni singola riga e in ogni singolo verso, c'è un sotteso elemento che definisco sfalsamento spaziotemporale che rende lo scritto ancora più particolareggiato, tra l'altro sei riuscito persino ad immettere quel po' di surrealismo che non guasta.
Ritrovo poi immagini di libertà di movimento, di scelta, sequenze nella quale la pellicola si fonde con la carta stampata.
(segue)

Giuseppe Scilipoti 25/01/2021 - 23:36

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?