Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Noi siamo nati liber...
Decoro...
PROFUMI D'INFANZIA...
Bagagli...
PRIMO AMORE...
IO NON MORIRÒ...
Occhi...
CHI LEGGERA\' LE NOS...
Si fa sera...
Il giudizio, ammesso...
Dite qualcosa...
LA RABBIA...
ARIDA NOTTE...
Frammento d’amore...
La rosa gialla...
Blue Lobelia 1.15...
Paura...
BULLISMO...
Non esiste una teori...
TUTTI E TRE...
L'ombra dell'uomo ch...
Le parole più dolci ...
Scalata...
Bacio...
La saggezza consiste...
Mare in tempesta...
Prendimi per mano...
Il vinto sorgerà...
La filosofia (pensar...
Ramanujan...
soltanto un sogno...
Ritagli di vento...
L' AMORE RIPOSA...
CIMITERO ALL'IMBRUNI...
I colori dell'anima...
lascia andare...
Fiori di Pesco...
La malattia dei rico...
Emozioni a colori...
Blue Lobelia...
BRIVIDO CALDO...
CORIANDOLI DI VITA...
Il vento infausto de...
Vespero...
La distanza...
Una sera lontana...
Ti ruberei...
Le stagioni della vi...
La frontiera...
Parla...
ACCIDENTI ALL\' ...
Minchia! Signor tene...
Haiku 26...
Causa e Effetto...
Retorica-mente?...
Erotico sogno...
La erta salita...
In equilibrio instab...
PRIGIONIERI DEL COVI...
POI NULLA PIÙ...
Click ()...
Panacea...
Quel tempo che fu (l...
Il mondo che verrà...
Quando finisce un am...
E' tutto qui...
Possiamo...
Calpestar il proprio...
Non è un granché (v...
GAMBERO...
FERMA È LA VITA...
Metafisica...
Il venditore di frit...
Paese mio...
Stella...
LA FEDE...
IL PROFUMO DELL...
Diogene e il sonetto...
Dominique Noir...
Chiaroscuro...
La provocazione è un...
Si comunica non per ...
La Tigre...
Poeti stropicciati...
IL SOLCO DELLA MATIT...
PIOGGIA SABATINA...
Patate in picchiata...
Solo fra i soli...
Un sogno...
Il colore dei ricord...
La crociera...
Dimmi quanto mi desi...
Un incontro fatale...
Nuovi colori simili ...
Nell'aldilà...
LA TERZA GUERRA MOND...
Sorrido...
Elisir Di Una Madre...
La mia dimora...
Sorridi, credimi e l...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Stelle filanti (Benènnidu Gioia)

Soffio attraverso il rotolo di strisce di carta colorata e quelle, arrotolate su se stesse, si lanciano in aria e ci Ballonzolo lasciando a voi variopinte spirali nella caduta.
Non sono solo musica, sono carezza
“Mettiti la maschera/ che poi ce ne andiamo in spiaggia(…)/ a cercare sul fondale/ il meglio dei nostri anni/ resta con la maschera/ resta per cambiare il fondo/ mentre affonda il meglio dei nostri anni./ Come fai, come fai?/ A respirare”
In questo periodo dell’anno mi presento da oltremare tra le facce nere e di legno dei Mamuthones che sfilano affaticati e in silenzio, vestito con pantaloni stretti e allacciati sui fianchi, panciotto aderente e mantella corta. Alcune volte sono un po’ aggressivo, virtuoso della commedia dell’arte; posso essere un oste o taverniere oppure un servo sciocco, altre volte son padre di famiglia. Ho sul viso una maschera con un naso molto lungo sul quale poggiano occhiali ridicolmente grandi. Sono intrigante, bugiardo e spaccone. Son Coviello. Abile nel maneggiare sia il mandolino sia la spada. Wue' Buongiorno Gioia (benvenuta Grosso Gioia Margaux). Furbo e un po' stupido o uno stupido che vuol sembrare furbo. Sono comico, buffone, menestrello di strada.
In questo periodo di cielo ha il profumo di limoni e zeppole il Carnevale, e nasconde la tristezza tra piccoli ritagli di carta e volti colorati e stelle. Di quelle filanti.
Febbraio, due cuori e una maschera. Mese di baci in costume e dolci scherzi.
…strofinavamo la bic per farne calamita per coriandoli.
“Come avevi detto tu/ siamo stati troppo male/ per rischiare ancora/ e come dici sempre tu/ qui si vive troppo male/ per restare ancora/ come fai tu a respirare/ e come fai tu!”



“…” Erica Mou, Mettiti la maschera


Correva il giorno dieci febbraio del corrente anno, un mercoledì. Sei entrata a far parte di OS con ‘A te nonna’, su quello stare alla finestra simile nella poesia ‘A mio padre’ di Sbarbaro.
Smessi i panni del ‘borghese gentiluomo’ di Molière e la frenesia delle maschere bianche degli Issohadores… come vi dissi, avevo voglia di accogliere.




Share |


Racconto scritto il 23/02/2021 - 04:10
Da Mirko D. Mastro(Poeta)
Letta n.102 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Hai citato le maschere che appartengono alla mia isola primordiali e sempre attuali che si portano sulle spalle tutta una storia...che a ben dire nel carnevale si muovono o meglio ora non possono. Ma hai legato un insieme di intenti in questa storia per omaggiare anche i nuovi autori con grazia e creatività. È stato bello leggerti Mirko...quando posso sempre!

Margherita Pisano 24/02/2021 - 18:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?