Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

VOLEVO DIRTELO...
Il sapore del vero.....
Prima che l’alba div...
QUANDO IL FORTE VENT...
Donna vuol dire dann...
Guarigione...
Luccichio di stelle...
Ona...
Un incontro d'amore....
ballata macabra...
Forse sono scomparse...
Solitudine...
Melograno...
Passo dopo passo...
La notte...
In un giorno senza s...
Da quel giorno (gior...
Una luce piangente...
Il Matto...
Ma poi oscilli...
Ascoltati...
Sassi...
Andare nella perifer...
L' AMORE E LE ...
Lucifero...
Donna violentata. La...
La Notte...
e non ti chiedi perc...
PRECARIO...
ERETICA ERMETICA ER...
Haiku: Brina...
Disavventura...
Sguardi e Pensieri...
le notti dell'abband...
La nostra vita...
I Piccoli e la lampa...
sei come l'aurora...
L'oscurità in un sog...
Che cos'è l'amore? ...
Non so. Non ricordo....
QUESTA E’ L’ITALIA...
L'inverno del cuore...
Fin dove arriva lo s...
Biscotti...
l'inganno...
A mia figlia (che no...
Leonidi...
Il tuo fiore...
grazie...
Il cavallo a dondolo...
Immenso...
ALL'ORIZZONTE...
TANGO D\'EMOZIONI...
Se non resti...
HO OSSERVATO IL MARE...
IL PROFILO DEL TEMPO...
Il vecchio frantoio...
All’ombra delle stel...
Ho camminato cento p...
Da secoli più non mi...
Come posso capire di...
Il cerbiatto...
Nella...polvere!...
I cinque semi......
il brigante...
Maternità...
le parole non cambia...
Un tramonto sul mare...
L'ultima lacrima...
L'ultimo canto...
Strano fiore...
DESIDERI...
AMAMI...
Mani tese...
UN AMICO...
Germogli di felicità...
POETI SENZA POESIA...
Passi...
Brumoso assopirsi...
Ricordi di Taormina....
Fanciulla felicità(C...
Ogni volta che vuoi ...
DONA LA PACE...
FIGLI E… FIGLIASTRI...
L'affetto è un liqui...
Se potessi le regal...
L’AMORE È COME UN’ON...
Introspezione...
Oggi si compra tutto...
Ombre d'ametista...
Gioco dell'inganno...
Indifferenza...
Il Bacio...
Goccia nel mare...
Fuggi...
Opulenza nuda......
Dall’amore dei figli...
La Cattura...
Paradiso...
Ombre di cenere...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Questa nostra pazzia

Vortici densi
di vincoli e doveri,
quotidiane rincorse
di un se stessi degli altri,
annaspando
nella polvere asfissiante
del proprio palcoscenico.


Un piede dopo l'altro
sopra il filo ad oscillare
per simulare equilibrio,
con la paura nel cuore
di uscire dal personaggio,
tremendamente nudi.


Lontano da occhio umano
un universo di palpiti e malie
conservavamo in segreto,
sfogo di ogni fantasia...


Ti prego, scioglimi ancora
inviti tagliuzzati
e francobolli di voglie,
desideri sfumati
in deliri di garza:
spudorate invenzioni
di riquadri selvaggi
per inseguire a rivoli
la tua natura.


Ti prego, insegnami daccapo
valichi, solchi, valli
dove di nuovo fondere
bollente l'immaginazione;
lasciami inseguire la tua ombra
negli anfratti schiumosi,
nelle insenature dove più ribolle
e sempre
il tuo mare agitato.


Ritorna sui tuoi passi, cos'altro
in fondo nostro soltanto resta.
Conquista un ripostiglio
dove infine tenere
e rotolare
biglie colorate di emozioni
senza ritegno, senza una bugia:
che male c'è nel liberare a tratti
questa nostra pazzia.



Share |


Poesia scritta il 15/04/2013 - 10:50
Da Francesco Patecci
Letta n.528 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Qualcosa di straordinario, da brividi.
Complimenti e grazie per questo dono...

Emanuele Flow Zito 17/04/2013 - 03:21

--------------------------------------

Stupenda. Travolgente. Induce profonde riflessioni.

Daniela Cavazzi 16/04/2013 - 13:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?