Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La gente dei monti...
Gianna la matta...
Tu oltre il tempo...
e lì, dormire...
Ombra...
Simmetrie di pura me...
UN REGALO DAL CIELO....
Tana!...
QUALE REALTA’...
Old...
Il tempio...
IL TEMPO LADRO DE...
NOI NON CI CHIAMIAMO...
Luce...
Haiku n 9...
Nel calle brullo...
Addio...
Verso il mio infinit...
Aspetando Anna...
Sogno...
Vorrei...
AFORISMA La statu...
Ricordi sul muro...
SOLO UNA ROSA...
Nasce tutto per caso...
Gravita'...
E' BELLO...
Mia opinione su Poes...
Haiku 17...
la coscienza in vers...
Delfi...
Fogli di neve...
Addio....
Quando salivo i grad...
Eri....
Foulard...
DENTRO ME...
Essenza di un tempo ...
Un arcobaleno a nove...
Haiku 2...
Le nuvole della piog...
Reclame...
Telefonofobia...
Di neve e di sole...
Dubbio...
steli di rugiada...
Non c'ero quel giorn...
AMICI (terza e ultim...
Legare...
Eco di un addio...
DIRSI ADDIO...
Confusione in testa ...
Scrivi ancora...
Nell'attimo sublime ...
METAFORE (2)...
L'autunno2...
ANIME DI PIETRA...
Thipheret...
Argento...
Haiku 15...
LE DIECI STANZE...
riflessioni n. 6...
UNA BELLEZZA DA SALV...
La nave va...
La poesia è il siste...
Questa bomba di vita...
Pelle d'Ocra...
Goccia...
Le Carte...
MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...
Lassù nel cielo...
IN BILICO COME UN EQ...
MISURA DEL TEMPO, MI...
Qui...
Oltre la vita...
EFFIMERA SEMBIANZA...
Disordine e anarchia...
Vento di profumi...
Forza Cagliari...
Io amo....
Turista nella nebbia...
fuga dalla solitudin...
Distorsione Notturna...
Lasciami andare...
Un fiore...
SAMAEL, il concepime...
Noi...
Dimmi...
Autunno....
Pensieri ,(per la fi...
Bevendo birra in tab...
ANCORATI RINGRAZIAME...
AUTUNNO...
Quante lune attraver...
20:48...
Foglie...
Oggi e ieri...
La marcia...
ADDIO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'Ibisco

Spesso invadevi i lieti, casti, sonni
Mutandoli in tormenti passionali
Nel sogno ti prestavo la mia mano
E noi cullati, sospesi, s’uno stelo
Al centro d’una corolla, sugli stami
I capelli impollinati, umidi e gialli
Sciupavamo i nostri corpi sotto il sole
Come quegl’insetti che alla Primavera
Quando sussurra i comandi alla natura
Obbediscono al richiamo dell’amore.


Erano quelli i tempi giovani dell’ardore
Dei primi approcci timidi e impacciati
Degli incontri clandestini per le scale
Dei nostri sessi sempre palpitanti e pronti
Del furto delle chiavi di quella porta
Che schiudeva su ogni nostro desiderio
E quella panchina schiva e imbarazzata
In fondo al viale, nel Perìpato ombreggiato?
Ascoltava le nostre più audaci fantasie
Soddisfatte appena tramontato il sole.


Ma a quell’età, vagabonda e scanzonata
S’inseguono i vertici d’una perfetta sfera
E dopo te solo amori e virgole e mai a capo
Un periodo che pare destinato a non finire
Che stanca alla lettura e si disperde vano
Ma quando vista stenta e barba imbianca
Si smette di cercare in fondo al mare
Si guarda finalmente dentro il cuore
E nel labirintico vagare ho ritrovato te
Il primo Ibisco colto e mai dimenticato.




Share |


Opera scritta il 10/05/2015 - 19:54
Da Marcello Caloro
Letta n.564 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Ricordi espressi con grande romanticismo e nostalgia, per un'opera molto intima nel contenuto. Pubblicazione piaciuta!

Arcangelo Galante 11/05/2015 - 13:12

--------------------------------------

Molto romantica e dolce, Piaciuta tanto, buona giornata,

Chiara B. 11/05/2015 - 10:53

--------------------------------------

Ricordi che ancora vibrano e diventano speciali da custodire,la ricerca ,il lungo vagare ha trovato finalmente il luogo in cui stare,molto apprezzata

genoveffa 2 frau 11/05/2015 - 08:45

--------------------------------------

Ci hai reso partecipi di un bellissimo tuo ricordo, piaciuta molto. Ciaooo

Fabio Garbellini 11/05/2015 - 07:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?