Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Come la neve...
Come eravamo...
TUTTO CAMBIA......
Milano sospesa...
Stanotte t'ho sognat...
Fierezza...
Parla con lui...
SENRYU 2...
Una questione di pro...
Profumi......
Notturno...
POPOLO BERGAMASCO...
Sole d'aprile...
De Passione Domini...
Il profumo dell'amor...
A un uomo che non vo...
Negazioni...
Fai bei sogni...
Innocente Panico...
Non ero un ladro...
RIFUGIO...
Brindo alla vita...
I pulcini... pirotti...
IL FUNAMBOLO...
Eravamo felici e non...
Haiku F1...
Terresti? Puah!...
SEI TU IL TUO DIO...
Nonostante il mio do...
Leggère tra le rive ...
LUCE SU UN VICOLO CI...
Varia umanità...
Puntate precedenti...
Dietro il davanzale...
I tuoi occhi...
STANOTTE...
MANDALA...
Decisioni difficili ...
3 righe. È una st...
ANGELO E DEMONE...
Come droga...
Quattro miliardi di ...
Sono aerei...
Tanka 2...
Cambierò nome alla f...
Genitore professione...
NON POSSO...
Emozioni...
INCONTROVERTIBILE...
Oh mare...
Italia credici...
Nel segreto incanto...
haiku 45...
Ho con me il silenzi...
sole primiverio...
A te amore mio...
Alberi...
Il Robin Hood delle ...
Le fatine, erbe dei ...
Quarantena...
Non vedo...
APRILE(acrostico)...
Il Tu poetico...
Ostaggi di un virus...
Ella vien ver me...
Primo aprile...
Pinocchi....
ESSERE ALLA RICERCA...
TRASCURATA PRIMAVERA...
haiku...
Street Art...
Irraggiungibile mare...
L' AMORE IN UNA B...
Caduche fiammelle ac...
La via della speranz...
Haiku 70...
PANTA REI...
Verranno gli anni po...
La Pavane...
Creatura mia...
Tornerà la Vita......
Giocano i bambini su...
Mi accontento...
Sono un Albero...
Le stagioni umane...
SOSTENZA E APPARENZA...
UN'ETÀ PER TUTTO...
Italia nera...
.Gabbiani....
UOMINI RICCHI...
Similerso...
Stracchino e cetriol...
Solo un sogno...
Ognuno...
Scrittura di gennaio...
il mio spazio...
Di miei Alberi,framm...
L'albicocco e la not...
Il governatore della...
LO SFOGO DI UN ARTIG...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

A mio fratello

Don Don suona la campana
annuncia la tua dipartita
la nostra infanzia ormai lontana
annega nel dolore della vita.


Dolci ricordi gelosamente custoditi
negli intrigati meandri dell'alma
perle di gioia dall'amor scolpiti
cullati dai sospiri della calma.


Spirito libero a volte indomito
avido, in cerca di quell'amore
trovato e da anni sopito
giace nei petali del suo fiore.


La tua bandiera l'allegria
dicevi "E' il sale della vita",
mietevi amore e simpatia
plasmati da una bontà infinita.


Attrice di una parte non mia,
stringevo le tue scarni mani
vestita da una falsa allegria
pensavo con angoscia al tuo domani.


Arcangelo caro fratello mio
amara, amara e triste la tua sorte
ignaro, pregavi il Sommo Dio
che sordo non fermava il braccio della morte.


Occhi vacui e quel tuo mezzo sorriso
tradivano il timore di quell'oscuro male
i cui dardi letali spegnevano il tuo viso
e il tuo corpo inerme in quel letto d'ospedale.


Don don suona ancora la campana
per quel tuo ultimo saluto
sento la mia anima ormai lontana
scoppiare in rotto pianto muto.




Share |


Opera scritta il 11/01/2016 - 10:03
Da MARIA MADDALENA SCANNELLA
Letta n.758 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie per le vostre parole, effettivamente ho cercato di descrivere quello che ho provato in quel periodo. Purtroppo sono passati solo 15 giorni e il dolore è ancora vivo

MARIA MADDALENA SCANNELLA 12/01/2016 - 13:03

--------------------------------------

Una dedica molto sofferta e speciale, Buona serata,

Chiara B. 11/01/2016 - 18:28

--------------------------------------

Una dedica sentita e sofferta, molto dolce. Ciaooo

Fabio Garbellini 11/01/2016 - 16:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?