Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Il Poeta e la Montag...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Seduto e abbattuto

Seduto e abbattuto
ricorda il tempo che ha vissuto,
seduto e molto stanco
vorrebbe uscire da questa stanza,
riabbracciare sua moglie
e tornare a passeggiare,
sentire di nuovo i raggi del sole.
Le gambe sono stanche,
non l'accontentano più,
gli concedono al massimo
di camminare per la casa,
sono lontani i giorni
in cui andava dove voleva,
in cui partiva e tornava,
in cui niente lo fermava.
Seduto e abbattuto
guarda le lancette,
seduto e molto stanco
aspetta la badante,
quante cose sono cambiate,
i suoi figli sono cresciuti,
hanno sempre da fare,
il desiderio di raggiungerla,
di lasciare questo mondo,
è sempre più grande.



Share |


Opera scritta il 25/01/2016 - 16:44
Da Carlo Festa
Letta n.395 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


tristezza...sentita

Francesco Gentile 26/01/2016 - 10:04

--------------------------------------

Descrizione di una amara solitudine...dove chi rimane solo non ha voglia più di restare su questo mondo....Poesia assai toccante questa tua..ciao Carlo...a te serena serata...e complimenti per la tua sensibilità..

Maria Cimino 25/01/2016 - 21:18

--------------------------------------

descrive molto bene una triste realtà.versi ben scritti..

roserosse roserosse 25/01/2016 - 17:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?