Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

STELLA CADENTE...
si dice sempre il l...
Storia di un seme...
Il velo del tempo...
Che nostalgia Obama!...
Al mio caro babbo...
Prendi il mio cuore...
Cavaliere errante...
A te...
E i pinguini non vi ...
LUOGHI DEL PAS...
Il rumore della risa...
Versi tersi....
Buone vacanze...
Zio Primo...
Ammonite...
L\' omino di latta...
Tu, la mia vita...
Senza armonia...
Una nota d\'amore...
Inverno...
Ormai è sera......
SCRITTURA AGOSTO...
Compleanno...
Un'altra vita mi ucc...
NEL CUORE DEL MONDO...
Il veliero...
L’uomo del buonumore...
Bella e lucente...
AMO LA SOLITUD...
CLOCHARD...
Tinte tenue...
Nuraghe Losa...
Per i veri amici, co...
Il Privilegio...
Torneranno a cadere ...
La corona di alloro...
Nell'azzurro...
Margherita...
Notte di rugiada e g...
La farfalla di Falco...
LUCE CREMISI...
Gladiolum detto di p...
Avere una mente calm...
MILLE E NON PIU’ MIL...
Polvere di farfalla ...
RICAMI...
HAIKU 15...
Baci casti...
Miseri resti...
Del Sole...
L'ironia della besti...
Trovano posto verso ...
Chi sa e finge di no...
Fiamma...
Soffermati...
Ma quanto tempo......
LA COSCIENZA...
Senza permesso...
Morire senza morte...
Silenzio dei pensier...
Marea...
La sera ad agosto co...
Livia...
La vita è un viaggio...
Bisso...
canzone triste...
Farfallina colorata...
Murales...
Parodia di Volare di...
Il mocio...
Il suo albero...
Con ottimismo...
ACQUA...
SATELLITE...
I promessi sposi del...
Agosto...
La notte nel mirino...
Nel mantello della n...
EMOZIONI...
DI DOMENICA...
Notte d'estate...
Quando ti ritroverò...
MARE RIME IN ...
30 Luglio 2022...
Artiste de rue...
L'amore sognato...
Lo sdraio a dondolo...
Violento temporale e...
Canto della Porta de...
Rosellina...
HAIKU 14...
La Luna ci è amica. ...
Taciturno (carmi)...
E piove così (con...
La terra è piena di ...
Era amore...
Il pupazzolaio...
Una notte jazz...
IN QUELLA TERRA DIME...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

poesie

Perché poesie?
Mentre il mondo
col volto striato di sangue
ingiusto col giusto
avaro di sorrisi e pietà
complice del lavoro dei fanciulli
dei diritti negati dei padri
getta ai suoi piedi
le speranze dei popoli
li brucia nella storia
affidata a falsi miti:
anche Geronimo sarebbe
stato chiamato terrorista.


Perché pensieri sulle stelle,
sulla morte, sulle nuvole o i fiori
mentre i settanta ladroni depredano indisturbati
tre miliardi e mezzo di uomini che abitano
fuori dal sogno bello
delle Mille e una notte.


Forse perché anche la ragazza
curda che ha trovato la sua libertà
nelle montagne e nel fuoco
ha bisogno di quelle poesie. O forse
perché ovunque le parole
inchiodano i predoni
del tempio anche quando
non gridano la stessa rabbia.
Forse perché poesie dettava
Neruda al gabbiano che sorvolava
le Ande per annunciare la libertà
dell’indio, forse perché
Majakowskij piangeva le lacrime
di un popolo il giorno in cui
Lenin li lasciava, forse perché
la madre di Gorkij
era la madre di tutte le madri,
forse perché le parole
di Spartaco erano poesie
che dall’arena e dal circo
toccavano il cuore a ogni schiavo
dell’Impero e inchiodavano
la parola Libertà su quella
stessa croce strumento
di potere e ricchezza.


Forse perché un giorno,
quando i confini saranno sabbia,
il denaro messi di grano,
gli uomini specchio l’uno dell’altro,
per ognuno sarà finalmente il tempo
di scoprire se stesso.
E quelle parole si saprà finalmente
che furono scritte
non per un empireo lontano
e non per tutti
ma a una parte soltanto




Share |


Opera scritta il 23/02/2016 - 09:10
Da Giuseppe Vecchi
Letta n.788 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?