Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Innamorato di una st...
DONNA PER TE...
In un tempo eterno...
PESCA...
L'essere immondo tro...
Il Potere della Luna...
Mors tua vita mea...
Il bello e il buono ...
La natura e le sue m...
Dormimmo insieme una...
La mia casa...
Emozioni...
La primavera vola ne...
L' eternità e un mom...
Del Mare...
ORME SU DI ME...
Mattatoio Comunale...
Non ti riconosco più...
Poi arrivasti tu...
Tu Figlia mia...
Grandine...
Decisioni...
apnea...
n° 22 (R/P)...
CHIAMAMI POETA...
Creatura...
I due volatili...
PAROLE CROCIATE...
La natura ci offre i...
Ali di cielo...
Ricordi d'infanzia n...
SORRISO INNOCENTE...
Saturnia...
Ragazzo mio...
L' AMICO VINCENZO...
Infinito volo...
Poetessa...
Poetesse di Oggi scr...
Il volo...
Oltre il cielo...
Un vecchio disegno...
S'affannano ed insis...
Il buio...
Lievito madre...
Ode al mio angelo...
Pioppino...
L'occhio...
IL PIACERE...
35 Agosto 2007...
Ricordi sbiaditi...
Tornerà?...
Il mio cioccolatino...
UN TRAMONTO ROSSO FU...
L'amore segreto dell...
Senza meta...
Mi piace lo stile e ...
I ricordi sono come ...
Alle radici del vuot...
The Legionary...
Valzer per Olindo...
int' 'a stu fridd' c...
Il conto da pagare...
Una notte in bianco ...
Amore e riflessioni ...
CERCANDO LA QUIETE...
Ubriaca di...sogni...
s\'inchina e ghermis...
La stessa ondata di ...
Il Dimenticato....
Mamma e Madre...
Festa della Mamma...
Madre del riso...
I padroni del silenz...
Haiku 102...
Songs...
Stordito...
Blu Indifferenza...
Stelle...
Mettere a frutto il ...
Amami...
Il Contadino Dell'An...
Due versioni...
Senza un cuore...
Tortore...
VIA DALLA MENTE BUI...
L ‘ultima...
Per quanto questo si...
LA ROSA...
Delusa...
Crine al vento...
TERRA STUPRATA...
Recondite speranze...
Un Giorno come un al...
Soffia l'amore...
CAMMINO...
Il sapore delle nuvo...
La Madre dei Poveri...
Cinkuittico...
L'arancione...
Il Potere della Luna...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

D'ORO E D'IO

Maestoso sfarzo, d'oro e d'estate luceva il suo vestito, l'arma sublime d'immortale respiro raccoglieva nel sangue il potere del dio.
Costruitegli un tempio per poterlo adorare, voi, piccoli servitori, che lo vestite come si fa di una statua, scolpitegli addosso la potenza che si legge nel suo sguardo, accarezzate l'ego che gli imbottite fra le gambe e tenete fuori le donne che la sventura si deve cacciare insieme alle gonne.
Si sentono le urla lontane che sembran preghiere ed il dio vestito scende dal suo piedistallo per andare a battagliare col titano.
Uno sguardo al cielo, le mani a segnare la croce e una preghiera a Lui, perché c'è sempre qualcuno più in alto da supplicare.
Il sole lo bacia ed il riflesso accecante sui suoi vestiti incanta la folla che grida, gioisce ed eccitata applaude la sua danza.
Guardatelo scendere dal suo carro dorato e Giove gli bacia i piedi, perché Pablo non corre dietro ad una giovenca, ma di un toro sfida la potenza.
La polvere si solleva ad ogni alito di vento e brucia d'invidia, come chi vuole colpirlo; il titano entra ed il dio lo guarda, lasciandosi alle spalle l'animale cornuto che ha sposato per far felice sua madre.
Dolores lo chiama nel silenzio, ma ormai non si aspetta più risposta. E mentre la moglie piange nel cuore, trafitta dal solito dolore, Pablo solleva lo sguardo in cerca di lei; un gesto fra i due e la dedica di sangue è la sua mano tra le gambe, sotto la gonna sporca di peccato e pesante di piacere.
Ora è l'unica, non vi è altra donna e la battaglia si fa per lei. Che si aprano le quinte dal suo mantello rosso, che siano fianchi e flamenco e che sia la spada a dirigere l'orchestra su questo palco di terra.
magia.
sfida.


Maria non sa quanto Pablo di lei sia in balìa, quanto quegli occhi neri siano palpito d'amore, perchè la bocca di lui resta cucita sul cuore, aperta solo sulle porte del piacere.


"Non avrai altro Dio all'infuori di me..."


le sussurra all'orecchio, la notte, morendo tra le sue gambe.


E tu, piccola Maria Che ti condanni a questa triste danza di amplessi ed abbandoni, tu, che vorresti il figlio di Dio, tu donna segreta , prega....quel dio e Maria, che blasfemia.


"Odio le tue donne..."


gli aveva detto lei più volte, stringendolo, sfinita da un amore infinito.


"Odio tua moglie...l'unica vacca tra i tuoi tori..."


gli diceva spesso, con una faccia da schiaffi che Pablo baciava di desiderio e sorrisi.


"Basta è finita!Voglio essere l'unica!!"


E lui l'avrebbe incatenata nel suo odore.
Quante volte aveva dovuto fermare il suo istinto, mentre sul punto di morire, pensava ad una vita con lei e dentro di lei.


Il grido del toro tiene Pablo nella cornice dell'arena, tra le ovazioni e le richieste di tributo di sangue fatte dai sudditi...come cambiano i tempi.
Anche il sole ha abbassato ormai la testa, i riflessi diventano lame, colpiscono gli occhi e non gli lasciano vedere il pericolo che si insinua a fendenti.


Il toro punta rosso, mentre a Pablo resta il nero e in un istante le scommesse di una vita perdono senso a battaglia finita, l'ultimo segnale rimane sulle dita, solo la Morte non verrà tradita.


Non ci è dato sapere dei pensieri che hanno afflitto il toreador in quegli ultimi istanti; A chi avrà pensato? Di quale donna avrà rimpianto l'ultimo bacio? E se lo shock non gli avesse dato nemmeno il permesso di morire pensando?
A noi restano le parole ufficiali della signora che sedeva in tribuna, al posto d'onore, e che vestita a lutto piange il suo ruolo di donna, cornuta, ma moglie ufficialmente voluta.
Così, mentre lei versa lacrime che sembra estrarre da un serbatoio del quale ci si chiede se esista una fine e di nascosto, si dice, si lasci baciare dal sole, io vado da Maria, che ogni notte torna al suo personale sepolcro, vestita solo di "vorrei".
La guardo ballare e la vedo sognare, su quel rilievo quasi impercettibile che si sfiora a passo di danza e se qualcuno le chiede di Pablo, Maria risponde che è partito e che non vede l'ora di vederlo tornare.




Share |


Opera scritta il 11/07/2016 - 17:54
Da Denise Villa
Letta n.695 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


bel racconto

Sildom Minunni 13/07/2016 - 21:36

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?