Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Innamorato di una st...
DONNA PER TE...
In un tempo eterno...
PESCA...
L'essere immondo tro...
Il Potere della Luna...
Mors tua vita mea...
Il bello e il buono ...
La natura e le sue m...
Dormimmo insieme una...
La mia casa...
Emozioni...
La primavera vola ne...
L' eternità e un mom...
Del Mare...
ORME SU DI ME...
Mattatoio Comunale...
Non ti riconosco più...
Poi arrivasti tu...
Tu Figlia mia...
Grandine...
Decisioni...
apnea...
n° 22 (R/P)...
CHIAMAMI POETA...
Creatura...
I due volatili...
PAROLE CROCIATE...
La natura ci offre i...
Ali di cielo...
Ricordi d'infanzia n...
SORRISO INNOCENTE...
Saturnia...
Ragazzo mio...
L' AMICO VINCENZO...
Infinito volo...
Poetessa...
Poetesse di Oggi scr...
Il volo...
Oltre il cielo...
Un vecchio disegno...
S'affannano ed insis...
Il buio...
Lievito madre...
Ode al mio angelo...
Pioppino...
L'occhio...
IL PIACERE...
35 Agosto 2007...
Ricordi sbiaditi...
Tornerà?...
Il mio cioccolatino...
UN TRAMONTO ROSSO FU...
L'amore segreto dell...
Senza meta...
Mi piace lo stile e ...
I ricordi sono come ...
Alle radici del vuot...
The Legionary...
Valzer per Olindo...
int' 'a stu fridd' c...
Il conto da pagare...
Una notte in bianco ...
Amore e riflessioni ...
CERCANDO LA QUIETE...
Ubriaca di...sogni...
s\'inchina e ghermis...
La stessa ondata di ...
Il Dimenticato....
Mamma e Madre...
Festa della Mamma...
Madre del riso...
I padroni del silenz...
Haiku 102...
Songs...
Stordito...
Blu Indifferenza...
Stelle...
Mettere a frutto il ...
Amami...
Il Contadino Dell'An...
Due versioni...
Senza un cuore...
Tortore...
VIA DALLA MENTE BUI...
L ‘ultima...
Per quanto questo si...
LA ROSA...
Delusa...
Crine al vento...
TERRA STUPRATA...
Recondite speranze...
Un Giorno come un al...
Soffia l'amore...
CAMMINO...
Il sapore delle nuvo...
La Madre dei Poveri...
Cinkuittico...
L'arancione...
Il Potere della Luna...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Vorrei

Vorrei che queste mie lacrime,
facessero vibrare il mondo oltre il mio.
Fugace terremoto dell'anima mundi.


Vorrei che qualcuno lo sentisse
e le usasse per me, per la sua sete
e concimasse le sue utili necessità.


Vorrei che dicesse: sono lacrime
di quest'uomo senza amore,
che ora piange di tristezza e di gioia.


E vorrei sentire la mano che mi risolleva
a farmi vedere questo cielo d'inverno,
terso d'azzurro.




Share |


Opera scritta il 06/02/2017 - 16:09
Da Giovanni Angelone
Letta n.834 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


bella poesia

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 07/02/2017 - 09:09

--------------------------------------

Esaustivi versi... per rigenerarsi... per rallegrarsi...
Il mio encomio e la mia lieta giornata.
*****

Rocco Michele LETTINI 07/02/2017 - 05:59

--------------------------------------

stimo molto la capacità che hai avuto di distinguere il racconto in quattro quartine di uguale ed incredibile intensità. la poesia è così generale che ognuno può leggerla a modo suo e in ognuno suscitare ricordi ed emozioni diverse. mi ha fatto un grande effetto, complimenti

Luca Agosto 07/02/2017 - 01:21

--------------------------------------

malinconica
ma bellissima.....

laisa azzurra 06/02/2017 - 19:40

--------------------------------------

tanta speranza... tanta voglia ti esserci... positiva... bella

Paolo Pedinotti 06/02/2017 - 18:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?