Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Biagina...
Maison du monde...
Creatura...
Il crinale...
Papaveri e papere...
Vietato giocare al p...
Diletto Antico Desti...
SETTEMBRE...
La falsità presuppon...
Un'altra primavera...
AIUTAMI A CREDER...
L\'invisibile...
I tempi belli...
IL CERCHIO DELLA VIT...
Sera...
Sono la vittima (non...
Il cinico, l'infame,...
Ultimi saldi...
La poesia evoca o sc...
Evocando te (Concors...
IDEALI...
LA PORTA...
Diario di bordo...
Lacrime...
La campana di vetro ...
GLI AMICI DELL\'ESTA...
Fior di luna...
Resta...
SOGNANDO TE...
HAIKU 38...
Avanzi di poesia...
Da mane a sera...
7...
Mille lune ( concors...
Sogno d'amore...
In un fumetto di Cla...
Big Gym...
Chirp, chomp e chok...
Una favola antica...
SPOSA IN FUGA...
Francesca Manzella...
Tra uno strappo e un...
Io ti canto...
Giaccio...
Vado sfogliando...
Dove sei andata ?...
Elisei...
Il testa di caxxo...
Un piccolo pianto...
Alla mia meraviglia...
Umanità fallita...
PETRA...
Anima solitaria...
Poteva essere...
Scale verso il nulla...
Nonostante il freddo...
RICORDANDO L' AMOR...
Come fogli di carta...
Ritrovarsi...
PLACIDO...
L'ombra (lipogramma...
Non conosce falsità ...
Stampata sugli euri...
Carcerieri di noi st...
Pippo il Polpo...
Sprazzi Vitali...
Nuvole bianche...
CON STILE...
Ideare e progettare ...
Brividi assalgono...
Dove osano le oche o...
QUANDO SCRIVO...
Orologio...
Anche se (100 parole...
Proverbio indù (100 ...
Câblé n.5...
Luce e penombra...
Il meteorite gigante...
La solitudine bisogn...
mila pezzi...
Autunno Asseminese. ...
HAIKU 37...
È ancora primavera...
Il Dolore...
E tra I flutti una s...
L' AMORE HA CONOS...
Ti scrivo (100 parol...
VIVERE IL PAESE...
Velatura...
Fascio...
Non temere l’insicur...
Moto Zen (1)...
La tomba di Renzo eL...
Guadando il fiume...
Ciò che rimane ( con...
melograno...
Anima....
Masai...
Inquietudini...
L'autocontrollo è un...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

ODE

Ode al primo cittadino
che al suo popolo è vicino
si comporta da sovrano
con il cellulare in mano
mai non perde l'occasione
d'attirare l'attenzione
urla sbraita e si dimena
lo sproloquio è qui di scena
ad insultar non ha ritegno
tanto lui non paga pegno
non risparmia neanche i santi
li bestemmia tutti quanti
non è certo un gran bel clima
niente più è come prima
son continui temporali
scrosci che non hanno uguali
ma è già pronta la battaglia
per far fuori la canaglia
non eserciti a schierare
ma epitaffi sempre uguali
non saranno sangue e onore
a decretare il vincitore
un foglio e una matita ti faran cambiar vita



Share |


Opera scritta il 15/02/2018 - 18:54
Da Carlo vallese
Letta n.936 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


La poesia in rima, che delizia
a pensarci bene mi propizia..A dirti bravo. 5 stelle.

Anton Reiken 15/02/2018 - 23:52

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?