Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Affetti...
Figlio...
Sciame di foglie sec...
Nyx...
POTER SOGNARE...
HAIKU F...
La casa di Arianna...
L'Eleganza si manife...
Tramonta l\'Estate...
Lettera al cuore dal...
tepore d' Autunno...
Cuoricino...
A Ritroso...
Notte...
Prologhi d\'autunno...
willy...
Autunno che viene es...
Credi che mi sono pe...
Saper accettare i ca...
LUCIA...
Conto alla rovescia...
Il tuo sorriso è ent...
Albert Voss 1944...
Albero buono...
Ho chiesto di te...
TI VOLEVO SCRIVERE A...
Appagamenti...
LA MUSICA DEL CUORE ...
L’Alba del Serafino ...
Riconosciamo forme e...
Anni Sessanta...
RICOSTRUIRE IL C...
Tristezza...
Fisicità...
La barca...
E SE FOSSE L’AMORE.....
Sequenze da sogno e ...
Guardando questo cie...
Coltre...
SUA MAESTÀ...
Orchestra...
Simbiosi letteraria...
Tutto ebbe inizio. C...
Rifrazioni!...
Abbracciami...
I ricordi sono picco...
Notturno ma non trop...
Non volendo invecchi...
Tu sogni di notte?...
Tempo...
HAIKU E...
SENZA TITOLO...
A passo lento...
Sussurro...
Irrequieto sognare...
Nel giardino tutti c...
Il sogno.......
Contemplazione...
AL FARO...
scriverEsistere...
Vuoto...
I babbaluci...
Andiamo...
Per te...
RITORNO AL PASSATO -...
Sparse...
Clair de lune...
Si cercano ovunque M...
Cos'è l'amore...
Lorenza s'attiva (se...
SE CI PENSI…...
L'ultimo tocco di qu...
PALLIDO IL SOLE FORS...
Cinquant'anni d'amor...
L’Alba del Serafino ...
Giorgio...
In deserti dell'anim...
Il messaggio...
viola...
LE BOLLE DI SAPONE...
VIGNA...
Il cecchino...
ALLA DERIVA...
Obsolescenza...
Forse...
La tela...
ORA SO...
TROVARE LA FELIC...
Soltanto fortuna...
LA MORTE NEL CUORE...
Tra una carezza ed u...
INADEGUATEZZA...
L'usignolo malato...
Alpi...
STELLA...
Bisogna esercitare g...
Spot Lemondrink...
Dal mio giardino...
Ancor ti mostri all'...
La Historia Oficial-...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Incontro

La puntò.
E avvicinandosi con uno sguardo idiota, le fece l'occhiolino e le disse:


- Posso sapere il tuo nome?


- Mi chiamo Mantide - rispose lei con un sorriso gelido;


- ma... - aggiunse, - ovviamente non uccido l'uomo dopo essermi accoppiata con lui.


- Ah ecco, volevo ben dire! - ribatté lui, tirando un goffo sospiro di sollievo e ammiccando con uno squallido sorrisetto stampato in faccia.


E fu allora che lei, guardandolo dritto, aggiunse:
-Lo uccido subito. E poi respiro.




Share |


Opera scritta il 11/09/2018 - 11:29
Da ape saggia
Letta n.431 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Grazie Adriano, mi fa davvero piacere ricevere un commento così bello dal padrone di casa di questo meraviglioso sito!

ape saggia 13/09/2018 - 14:27

--------------------------------------

si...il finale è catartico....ma le api sagge di solito lo sanno....altrimenti non sono sagge. Scherzo, ovviamente.
Mini racconto originale, ben costruito, con un finale a sorpresa, come piace a me.

Adriano Martini 12/09/2018 - 08:41

--------------------------------------

Grazie a tutti per le letture e i vostri commenti! Franca, non conoscevo Flavio Oreglio, grazie anche per avermelo fatto scoprire! Concordo con il tuo commento e mi fa molto piacere! Grazia, sono molto contenta per le tue parole! Margherita, un commento super il tuo! In piena sintonia... gcr poeta lupo dell'amiata, spiritoso e simpatico!

ape saggia 12/09/2018 - 00:21

--------------------------------------

cavolo sei proprio un APE

gcr poeta lupo dell'amiata 11/09/2018 - 23:49

--------------------------------------

Un incontro che mi ha deliziato...dopo respiro!!!
Complimenti Ape saggia, davvero saggia!

Margherita Pisano 11/09/2018 - 21:54

--------------------------------------

...non dopo ma prima!...
Originale

Grazia Giuliani 11/09/2018 - 18:00

--------------------------------------

La battuta finale dissacrante collega questo racconto al modo di concepire le Poesie catartiche...se non le conosci vai su You Tube e scrivi Poesie Flavio Oreglio...ecco, sotto questo aspetto lo definirei un racconto catartico.

Franca M. 11/09/2018 - 17:42

--------------------------------------

La battuta finale dissacrante collega questo racconto al modo di concepire le Poesie catartiche...se non le conosci vai su You Tube e scrivi Poesie Flavio Oreglio...ecco, sotto questo aspetto lo definirei un racconto catartico.

Franca M. 11/09/2018 - 17:42

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?