Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

FANTASIE D' AUTUNN...
LA VILLA...
Lullaby...
Vago silenzio...
A mezza vita (2/2)...
La Dalia...
A mio Padre...
Fiore del deserto...
Un volo di rondini è...
Gocce....
La Tela del Ragno...
Di noi...
Un'amarezza...
POESIE D' AMORE...
IL RAGU' DELLA DOMEN...
Sola...
Se potessimo...
ottoeventisette...
HO VISTO LEI...
E sembra stupido...
A mezza vita (1/2)...
Sei bellissima...
Turista nella nebbia...
L' ANANAS IN OFFERTA...
Tra i righi...
fai piano...
Geova, il tuo nome...
E NIENTE......
un sorriso...
dicono...
Il mio primo autunno...
Good luck...
Siamo luci disperse ...
Gerarchie d'autunno...
Con la voce dell'ani...
Groviglio...
Senza confini...
Cristo Signore, dand...
Il tuo Volere...
Scrivere per esister...
Approdo letterario...
MORTE DELL\' ANIM...
Amore ovattato...
Sei strana...
VOLTO...
IL GRIDO DELLA VALLE...
Appunti appuntiti...
L’uomo che coltiva l...
E piove così...
Se l'amore crea e l'...
Casto sonetto...
Nuda...
Libertà...
Stella morta...
Spiragli di visioni...
Per rifornirci di fi...
TUTTE LE MIE NOTTI.....
Redimere il silenzio...
La nostra vera ident...
Giovinezza...
TU IL MIO SOGNO...
Si sveste il castagn...
Un giglio fresco è ...
Poesia all'inverso...
E così non mi ricono...
Per una amica...
Il drago spazientito...
Ravello...
Oltre quella siepe....
L'arte di amare è un...
I NOSTRI LUOGHI...
Il Ponte...
Precipizio...
Un dolce canto...
La nuova tela...
BISOGNO...
Intro versi...
Gigì il piccolo gira...
SI DESTANO I RI...
Ora che sei......
ancora occhi...
PASTA AL FORNO...
Rosso cuore...
Stolta malinconia...
Caro babbo...
Insieme fino al mare...
Luna...
La vanità è causa di...
Alfa, beta, gamma e ...
La stanza che aspett...
Nel sottobosco quand...
Una via d'uscita...
LA DEBOLEZZA DEL...
INNO ALLA SHOAH Lacr...
Siamo atomi strettam...
je ne savais pas...
FINALMENTE IO...
IN QUEL DIVINO VOLER...
È solo una sera d’Au...
SCORCI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Il sipario della menzogna

Un'ombra livorosa mi socchiude le porte,
è buio, d'improvviso cala la notte,
mi manca il respiro e temo la morte.
Avanza e si perpetua un pensiero malizioso,
radica e perpetra nel mio corpo voglioso.
Mi sento confuso, desueto e assente,
un'onda travolgente annega la mia mente.


Si dilegua con nevrosi politiche
il chiaror del tramonto d'una sera ambrata
in libertà provvisoria e dignità negata.
Mi siedo al centro di questo labirinto
tra sollazzi umani ed urla di sgomento;
qui sulla Terra la rabbia è una gabbia,
un'ingiustizia che insabbia e annebbia.


Cosa cerco in questa perenne condizione?
Entro ed esco nel teatro dell'illusione
ove pur l'entropia è andata in confusione.


Si finisce ancor prima di iniziare
o si trascende ancor prima di capire?
No, nessun copione da dover recitare
sul palcoscenico di una vita tutta da scoprire;
ode al tempo che non lascia scampo
ove giorni e stagioni si perdono nel vuoto
con l'armistizio dei pensieri verso l'ignoto.


La speranza è una forte illusione,
il desiderio è solo un'intenzione
ma uno sguardo tra gli sguardi
cattura la mia attenzione.
Uno specchio ha riflesso
il mio volto che disdegna,
si chiude il sipario della menzogna.




Share |


Opera scritta il 12/12/2020 - 22:01
Da Marco Giuseppe Vito
Letta n.245 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Complimenti

Nonno Orsolino 13/12/2020 - 12:36

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?