Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mese d'Agosto...
L'estate che vorrei...
L' autoritratto...
Fragole...
In punta di piedi...
Tanka...
I binari...
Del tramonto ne fann...
Il peggior danno che...
Il fiore della felic...
Certi pensieri...
LE POESIE NASCONO da...
Canto di dove esiste...
Ombre...
MADONNA INCORONATA...
Sputacchio...
La materia cosmica s...
L\'anima mia è nuda...
NELLA CASA DELL EMPI...
Transumanza...
Certi momenti......
Lo sbaglio di una ro...
Da quell’ultimo (mio...
Nel silenzio ritrovo...
Haiku (1)...
Cammino...
Il temporale...
San Lorenzo...
Vorrei essere un gla...
Meditando...
SICCITÀ...
Sentenza planetaria...
ONDE...
Il denaro è quella c...
La nuit de Aimèe...
Mezza estate...
Acqua 8...
SACCO A PELO...
Lettere filanti...
STELLA CADENTE...
si dice sempre il l...
Storia di un seme...
Il velo del tempo...
Che nostalgia Obama!...
Al mio caro babbo...
Prendi il mio cuore...
Cavaliere errante...
A te...
E i pinguini non vi ...
LUOGHI DEL PAS...
Il rumore della risa...
Versi tersi....
Buone vacanze...
Zio Primo...
Ammonite...
L\' omino di latta...
Tu, la mia vita...
Senza armonia...
Una nota d\'amore...
Inverno...
Ormai è sera......
SCRITTURA AGOSTO...
Compleanno...
Un'altra vita mi ucc...
NEL CUORE DEL MONDO...
Il veliero...
L’uomo del buonumore...
Bella e lucente...
AMO LA SOLITUD...
CLOCHARD...
Tinte tenue...
Nuraghe Losa...
Per i veri amici, co...
Il Privilegio...
Torneranno a cadere ...
La corona di alloro...
Nell'azzurro...
Margherita...
Notte di rugiada e g...
La farfalla di Falco...
LUCE CREMISI...
Gladiolum detto di p...
Avere una mente calm...
MILLE E NON PIU’ MIL...
Polvere di farfalla ...
RICAMI...
Baci casti...
Miseri resti...
Del Sole...
L'ironia della besti...
Trovano posto verso ...
Chi sa e finge di no...
Fiamma...
Soffermati...
Ma quanto tempo......
LA COSCIENZA...
Senza permesso...
Morire senza morte...
Silenzio dei pensier...
Marea...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Il Lupo

La tagliola sanguinolenta
morde la zampa grigia
lasciata lì dal lupo
che, per liberarsi,
ha dovuto staccarla a morsi


l'ululato di dolore
nasce dalla profondità dell'orrore
e si espande tra gli alberi,
e le fronde,
della gelida foresta;


l'animale, claudicante,
lecca il moncone sfrangiato,
urla la sua disperazione
con lai che si strozzano in gola,


annusa l'aria
e sente l'afrore dei suoi simili:


è un maschio alfa,
ma ora dovrà essere protetto
dal resto del branco
e lasciare la sua femmina
ad un altro dominante;


vorrebbe essere felice
di respirare ancora,
di non essere morto,
ma l'aria che inala è greve,
pregna dell'odore del sangue;


ora ha solo paura,
il cuore impazzisce nel petto,
affannoso,
pensa alla sua zampa
che ha lasciato nella trappola


e che marcirà,
e sarà cibo per vermi.


La luna riflette,
nel lucore degli occhi corvini,
un raggio che serpeggia
sul muso triste:


forse una lacrima,
sorta dall'anima!?




Share |


Opera scritta il 09/07/2021 - 00:06
Da Antonio Gabriele Barca
Letta n.261 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?