Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LE DIECI STANZE...
riflessioni n. 6...
UNA BELLEZZA DA SALV...
La nave va...
La poesia è il siste...
Questa bomba di vita...
Pelle d'Ocra...
Liquide distanze...
Goccia...
Le Carte...
MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...
Lassù nel cielo...
IN BILICO COME UN EQ...
MISURA DEL TEMPO, MI...
Qui...
Oltre la vita...
EFFIMERA SEMBIANZA...
Disordine e anarchia...
Vento di profumi...
Forza Cagliari...
Io amo....
Turista nella nebbia...
fuga dalla solitudin...
Distorsione Notturna...
Lasciami andare...
Un fiore...
SAMAEL, il concepime...
Noi...
Dimmi...
Autunno....
Pensieri ,(per la fi...
Bevendo birra in tab...
ANCORATI RINGRAZIAME...
AUTUNNO...
Quante lune attraver...
20:48...
Foglie...
Oggi e ieri...
La marcia...
ADDIO...
Abbandono...
FIDATI OGNI TANTO...
Donna ti amo....
Nello specchio dell'...
METAFORE...
Tutte le volte che h...
Se adesso sei nei mi...
La danza delle fogli...
Umida è l'aria...
Con l’incertezza del...
Delle tue mani...
Oltre la gente...
Fantasia...
Tanka 10...
FRAGILE...
La stagione nuova...
Oleandro...
Il canto dell'autunn...
Il Nulla e il Tutto ...
Le bambole...
Paura...
Haiku dolce...
Con i nostri pensier...
Nuotando...
AMICI (seconda parte...
Poesia breve - Tanka...
Prima neve...
NOTTE ESTIVA...
RIMARCHEVOLE NE FU L...
Gelo...
Lo scrigno...
Desiderio...
HAIKU COMMEMORATIVO...
Il Templare di Árnes...
L'Amore è magia...
Tra queste pareti...
Pensare a te...
Terra mia...
C\\\'é vita dentro u...
Vuoto...
REPROBI ANGELUS (IV)...
Tanka 9...
Addio...
La Quarta Testa di D...
Depressione, spietat...
...è azzurra...
Sensazioni 7...
ANCORAGGIO...
Trentaduesima sonata...
Io...tu...
Tanka...
la non accettazione ...
sapete cosa e' la...
Tu sei...
Le domande di Nicol...
Volgere...
L' amore della mia v...
Grazie d'autunno...
Ogni giorno che pass...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

IO VOGLIO AMAR

Potessi fermar un breve istante
curvar la luce del cosmo distante
cancellando così la mia sorte
ingannando l’astuzia della morte.
E via dal destino non più tetro
ogni cosa farei all’indietro
gettandola là in fondo al mare;
al tempo: “Ferma!” Che voglio amare.
Tu angelo solo del paradiso
togliendo lacrime dal tuo viso,
con pura bontà ed ecco d’incanto
tessuta la trama di questo canto.
Come tua ombra ad ogni dolor
le membra servili d’immenso calor
e di verità in quello che sono
con gioie del mondo fatteti dono.
Niente paura esiste l’immenso
al di qua del cosmo privo di senso,
fra anime dentro un corpo solo
abbracciati in quell’ultimo volo.
Su vira con me e riscoprirai,
tu solo segretamente vedrai
nel percorrere con pura coscienza
le vie che portano all’essenza.
Al tuo cospetto mai diverso
sarò simbiosi vero universo;
esplodimi dentro stella lucente…
L’eterno noi nel viaggio cadente.



Share |


Opera scritta il 29/10/2014 - 23:34
Da domenico pesci
Letta n.557 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Molta intensità in questo bel testo, scritto molto bene e dal contenuto importante. La voglia di amare non cessa mai!
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 30/10/2014 - 13:46

--------------------------------------

Con questa enfasi amerai sicuramente,straordinariamente intensa ,l'ho letta più volte,complimenti opera eccellente

genoveffa 2 frau 30/10/2014 - 10:53

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?