Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mare nero...
...negli aranci dei ...
MUORI...
Io sono...
OGGI...
Il buon pirata ...
il sistema e la norm...
Genesi...
A Leopardi ( Parte 1...
giocosi attimi...
Notte sui Lungarni...
HAIKU N.20...
La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Ascesa nel Tempio

L'immutabil spirito vagherà
tra le eterni notti,
non si stancherà di cercare,
non sarà in nessun luogo
ove lo sguardo umano si poserà.
Coloro i quali lo chiameranno a gran voce
otterranno il beneficio dell'anziano,
le cui mani sono fiumi di luci,
lampioni di energia incessante.
Di quest'acqua calda e fresca
si riempiranno i giorni e le notti,
berranno gli assetati
e i quali avranno bevuto
potranno scorgere oltre i muri fantocci
il vuoto che si annida tra gli atomi.


Un vuoto di pienezza,
di contemplazione,
un ponte che ci separerà dalla convinzione
che esiste una materia solida,
cibo della mente,
veleno per il parassita del pensiero.
Quando questo parassita
non si nutrirà più del nostro tempo
ci sarà un vuoto,
un tonfo sordo,
un buco nero di suoni,
poi più nulla.


Ci svuoteremo dalla polvere
che si annida in noi,
scapperanno gli scheletri d'ossa
e in lontananza vedremo
le piume dei cigni bianchi volteggiare
tra le albi dei mille universi.


Osserveremo che il tempo
è un cerchio infinito che mangia se stesso,
tra vari cosmi che si compenetrano
e danno vita a ciò che si muove,
essere come l'acqua
che fluisce tra le rocce
come un serpente che sale
lungo la colonna vertebrale.


Sarà vana la ricerca sotto i sassi,
in mezzo alle persone,
tra i libri,
di quel sapere arcaico,
quella risposta alle grandi domande,
esso infatti viene custodito
nel cuore del tempio umano.
Esso è come un fiore
dai mille petali,
un fuoco che pervade l'aria
che accende il segreto dei corpi
divenendo il distruttore dell'inganno
e il salvatore della verità.


Il tempio è aperto per tutti
e per nessuno
e una volta entrati
non si può più tornare indietro.



Share |


Poesia scritta il 07/03/2015 - 12:36
Da Lorenzo Arcaleni
Letta n.391 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?