Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eterea...
Il Pirata...
18 giugno 2016...
Sommerso...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il cielo di Taranto

Una tarda primavera
fa tornare il sole
che avevamo aspettato
come il primo desiderio.


Però si guarda in su
oltre questo cielo
rosso


senza passione


eppure l'abbiamo


sta sopita
sotto il mare


sopra e sotto intossicato
questo cielo addormentato


sta fermo ed aspetta il suo destino
come Taras sul dorso del delfino.



Share |


Poesia scritta il 13/04/2015 - 19:02
Da Antonio GARGANESE
Letta n.918 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Poesia con un profondo significato e attualissima! Buona serata,

Chiara B. 14/04/2015 - 18:30

--------------------------------------

Quante bellezze naturali rovinate dalle mani dell'uomo,hai toccato un tasto doloroso.Significativa poesia,ciao ANTONIO

Anna Rossi 14/04/2015 - 09:11

--------------------------------------

L'uomo ha distrutto una meraviglia della Magna Grecia, ricca di storia
e cultura, uno delle insenature naturali più belle che esistano.
Povera penisola Salentina oggetto di speculazioni e ........
non continuo per il troppo dolore.
Bravissimo hai messo in versi una dolorosissima realtà!!!

Giancarlo Gravili 13/04/2015 - 22:33

--------------------------------------

Infinitamente, ringrazio l'artista Garganese per avermi spinta a pormi una domanda... chi è Taras? E a sbirciare risposta... poesia importante! Ringrazio l'autore per aver donato e confermo il voto di "molto buono".

Maria Valentina Mancosu 13/04/2015 - 21:03

--------------------------------------

Il cielo di Taranto ferito dalla mano dell'uomo. Molto significativa

Giulio Arco 13/04/2015 - 20:31

--------------------------------------

E chi si può dimenticare le cozze di un tempo,le più buone del mondo...Ma perché a Taranto c'è ancora il cielo???

Auro Lezzi 13/04/2015 - 20:22

--------------------------------------

Ci sono stata anch'io a Taranto tempo fa e mi era piaciuto moltissimo. Ormai, Antò, c'è il cielo inquinato in tutte le città; si salva un po' la campagna, la montagna, o nei posti isolati.

Paola Collura 13/04/2015 - 19:38

--------------------------------------

Il cielo di Taranto mi è molto famigliare data la vicinanza rispetto alla mia città. Ci vado spesso e ne ammiro le bellezze malgrado l'inquinamento siderurgico che spesso nasconde un cielo intossicato ed addormentato.

luciano rosario capaldo 13/04/2015 - 19:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?