Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
È AUTUNNO...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LA CHIESETTA DELL'OSPEDALE

Amore mio, un giorno sono tornato in Ospedale
ho sofferto tanto, e mi sono sentito un pochino male.
Ho salutato i medici e le infermiere, che ti hanno curata
con tanto impegno, ma purtroppo non ti hanno salvata!
Ho ripensato a quando andavamo, in quella benedetta stanza
con i nostri cuori tristi, ma sempre pieni di speranza.
Sono entrato come allora in chiesa, per salutare la Madonna
che più volte ha ripetuto: veramente grande la tua donna!
Ho pregato a lungo, la nostra cara e adorata Madonnina
rimanendo inchinato accanto a Lei, quasi tutta la mattina.
Ho invocato con fede tante volte, il nome tuo e di Maria
non trovavo più la forza, per uscire e per andare via.
Mi sembrava di stare, ancora insieme a te felicemente
e ho gridato forte: ti ho ritrovato Amore mio, finalmente!
Purtroppo, ho fatto certamente una grande confusione
ma nel vederti accanto alla Madonna, è stata tanta l’emozione!


Share |


Poesia scritta il 20/06/2015 - 20:09
Da Sabatino Santucci
Letta n.359 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


In questa poesia si materializzano insieme amore e fede.Davvero bellissima!

Papavero nel vento ... 22/06/2015 - 19:37

--------------------------------------

Sabatino caro, come sei tenero e dolce....
e quanto è grande il tuo amore...sono certa che lei è sempre li come Angelo a vegliare su di te.e a sentire il tuo amore... Ti abbraccio forte e ti auguro tutto il bene di questo mondo, e sappi che ti voglio bene..ciao.

Maria Cimino 21/06/2015 - 12:30

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?