Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

sentiero...
E se fosse che la fo...
È AUTUNNO...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
Pietà...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...
Nato in Settembre...
DUE RAGAZZI...
L’imbecille di turno...
Nonna stand by me...
Sarò solo io a scegl...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La Capinera

Nell’incavato fusto di ciliegio
Di capinera è custodito letto
Ch’esperta costruito ha in mod’egregio
In loco ritenuto sicuro tetto.
Tenerissime fibre l’hann’intrecciato
Con diligente architettura innata
Da testa nera, con fare ricercato
Per schiudere le uova dell’annata.


Poscia, nel caldo, morbido lettuccio
Depositò tre uova corpo grigio
Sicura che mai avesse avuto cruccio
Nè che suo cuor divenisse bigio.
Ma l’arbusto che non dava frutto
Era d’impaccio all’animal’eretto
Che non sopporta non avere tutto
E nel demolire il legno scassa il tetto


di quella capinera dolce e buona
che sotto già teneva tre nudetti
da poco della schiusa dei tre uova
di pelle ancora scura, i piccoletti.
Implumi ancora, sol boccucci’aperta
per quell’impulso di sopravvivenza
la testolina ,ora ,all’ari’aperta
cercando vanno di mamma la presenza


che svolazzando nei d’intorni e presso
cinguettando, desolata, va piangendo
e s’avvicina e s’allontana spesso
e spaurita va dall’uman fuggendo.
Da mane dura l’andirivien’ ardito
e par che preghi: Va ! o uomo crudo
non vedi il nido mio com’è avvilito?
Perchè in petto tieni cuore sì duro?


E’ sera, ormai, e l’uomo via sen va
Indi la capinera è sul morente nido,
un piccoletto afferra e vola e va
penzoloni altro trasporta al posto fido
torna, festante in becco stretto
l’ultimo ai fratellini affianca
sotto provvido e fortunoso tetto
e accanto giace ,finalmente, stanca.


Quant’amore traspare in sì tal’atto!
Quant’affetto racchiude piccol volatile,
quant’altruismo quel corpicino ha in petto,
quanta bontà, quanta dolcezza e stile.



Share |


Poesia scritta il 18/11/2011 - 17:55
Da nello maruca
Letta n.569 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?