Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

02:00...
FLIPPER...
Eco da lontano...
Agosto...
Arte infinitesimale...
haiku A...
Confessione di Ferra...
LASCIATI TOCCARE...
Sera d'agosto...
Aulenza latente...
I saldatori...
La rosa mai nata...
Amarcord (racconto s...
Nilo...
00:00...
...Cosa ne avremo?.....
Mese d'Agosto...
L'estate che vorrei...
Fragole...
In punta di piedi...
Tanka...
I binari...
Del tramonto ne fann...
Il peggior danno che...
Il fiore della felic...
Certi pensieri...
LE POESIE NASCONO da...
Canto di dove esiste...
Ombre...
MADONNA INCORONATA...
Sputacchio...
La materia cosmica s...
L\'anima mia è nuda...
NELLA CASA DELL EMPI...
Transumanza...
Certi momenti......
Lo sbaglio di una ro...
Da quell’ultimo (mio...
Nel silenzio ritrovo...
Haiku (1)...
Cammino...
Il temporale...
San Lorenzo...
Vorrei essere un gla...
Meditando...
SICCITÀ...
Sentenza planetaria...
ONDE...
Il denaro è quella c...
La nuit de Aimèe...
Mezza estate...
Acqua 8...
SACCO A PELO...
Lettere filanti...
STELLA CADENTE...
si dice sempre il l...
Storia di un seme...
Il velo del tempo...
Che nostalgia Obama!...
Al mio caro babbo...
Prendi il mio cuore...
Cavaliere errante...
A te...
E i pinguini non vi ...
LUOGHI DEL PAS...
Il rumore della risa...
Versi tersi....
Buone vacanze...
Zio Primo...
Ammonite...
L\' omino di latta...
Tu, la mia vita...
Senza armonia...
Una nota d\'amore...
Inverno...
Ormai è sera......
SCRITTURA AGOSTO...
Compleanno...
Un'altra vita mi ucc...
NEL CUORE DEL MONDO...
Il veliero...
L’uomo del buonumore...
Bella e lucente...
AMO LA SOLITUD...
CLOCHARD...
Tinte tenue...
Nuraghe Losa...
Per i veri amici, co...
Il Privilegio...
Torneranno a cadere ...
La corona di alloro...
Nell'azzurro...
Margherita...
Notte di rugiada e g...
La farfalla di Falco...
LUCE CREMISI...
Gladiolum detto di p...
Avere una mente calm...
MILLE E NON PIU’ MIL...
Polvere di farfalla ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Natale

Suono giunge indistinto in lontananza
e poco a poco parmi che s’avanza.
M’accosto lentamente alla finestra,
le flebil note annunciano un’orchestra.
Dal ciel a fiocchi lenta cade la neve
e su ogni cosa posa piano, lieve
Mentre l’orchestra sempre più vicina
Cristo ricorda e Maria Regina.
Le dolci note son della zampogna
che a valle scende giù dalla montagna,
accompagnata dal suon di chitarra
ci dice che Gesù è sceso in terra.
Il manto bianco a vista si disperde
e tutt’intorno ha ricoperto il verde.
Il vento porta il mugolio del cane,
il tocco festoso di bronzee campane.
La mamma ruota in casa indaffarata
a preparar frittate e pignoccata,
a frigger baccalà nella padella
e lenticchie condir nella scodella.
Per la famiglia questa è la gran festa;
tutti siam dentro:Il nonno in testa.
Nella modesta casa a due stanzette
siam tutti intorno al fuoco:I diciassette.
Ora si sente il sibilo del vento
quasi fosse d’orchestra altro strumento;
la zampogna prosegue il suo cammino
e noi contenti intorno al tavolino.
quel che di questa festa è più importante
è la serenità che intorno spande.
Nel cuor d’ognuno cessa ogni doglianza
poiché pervaso di dolce speranza;
di tutte le ricorrenze è la più grande
ed è per l’Universo la più imponente
giacchè di quest’oggi è lieta novella
del Redentore nato in una stalla.
Richiamati dai delicati canti,
degli Angeli dal ciel scesi gaudenti,
lo venerano i pastori trepidanti
e i re magi del lontano oriente.


Share |


Poesia scritta il 20/12/2011 - 22:44
Da nello maruca
Letta n.860 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?