Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Nell'aria...
A pensarci bene, la ...
Nel silenzio del lag...
Cena a due....
A volte...
il silenzio...
Chissà domani?...
Pensieri...
Ci può essere più fo...
Pescatori...
COLORARE L’ANIMA...
EVANESCENZE...
SCRIVO D' AMORE...
Furtivi...attimi...
Proverbialmente...
Il programma filosof...
Io...tu...
Bevemmo a distanza...
Colori...
LA VORAGINE...
Last minute...
Fuggo...
Il Sussidiario...
NOSTALGICAMENTE...
Il momento...
Rabbia...
Perchè...
Una mezza sega...
L’altro viaggio 7/16...
Canto dell' Amore ch...
Se vuoi rovinare qua...
Di là dal vetro...
leggero il vento...
Giorni...
Gli alberi sono l'ul...
VIAGGIARE DI NOTTE...
INETTITUDINE DI PADR...
IL DESERTO DELL'...
GUARDANDO UN RAGNO...
Il castello...
La Pozione...
La maschera è caduta...
A Mia Madre...
O mio caro nuovo fut...
Sciogli la mia neve...
E' tutto un equilibr...
I nostri passi...
Casa poesia...
Baluginìo...
Soltanto ora mi vedi...
All'angolo della via...
La luce dei pensieri...
Piccolo dolore...
IN BOTTEGA...
Non ci sono solo il ...
SOGNO PER VIVERE...
Se n’è andata con il...
L\'eco delle parole...
Un vecchio libro di ...
IL FLAUTO DI PAN...
INQUIETUDINI...
Affido alla luna...
La giostra...
Il mormorio del mare...
Essere intelligenti ...
La mutazione dei col...
La forza del Mare...
Ma... Poi...
Viaggio nel futuro...
La mia Laika...
Feste in maschera e ...
É lo stesso...
Mirko D. Mastro- Gua...
CON TUTTE LE ATTENZI...
PRIMO...
Composizione n.374...
PASSATO BRUCIATO...
Non c'è pace...
Un figlio...
IL CASSETTO...
Senza pace...
Ad maiora...
Stampe antiche...
L'amore vero...
LA CORSA DELLA ...
Nebbia...
Con altre mani ti ac...
Se timoniere della n...
Ti amo...
La famiglia è la rad...
IL BACIO...
La pentola di fagiol...
UN AFFARE CON IL DIA...
Una volta la famigli...
L’altro viaggio 6/16...
Nonno sprint...
I SOGNI NEL CASSETTO...
Ci rinuncio...
Assopito...
AL MIO CONVENTO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Natale

Suono giunge indistinto in lontananza
e poco a poco parmi che s’avanza.
M’accosto lentamente alla finestra,
le flebil note annunciano un’orchestra.
Dal ciel a fiocchi lenta cade la neve
e su ogni cosa posa piano, lieve
Mentre l’orchestra sempre più vicina
Cristo ricorda e Maria Regina.
Le dolci note son della zampogna
che a valle scende giù dalla montagna,
accompagnata dal suon di chitarra
ci dice che Gesù è sceso in terra.
Il manto bianco a vista si disperde
e tutt’intorno ha ricoperto il verde.
Il vento porta il mugolio del cane,
il tocco festoso di bronzee campane.
La mamma ruota in casa indaffarata
a preparar frittate e pignoccata,
a frigger baccalà nella padella
e lenticchie condir nella scodella.
Per la famiglia questa è la gran festa;
tutti siam dentro:Il nonno in testa.
Nella modesta casa a due stanzette
siam tutti intorno al fuoco:I diciassette.
Ora si sente il sibilo del vento
quasi fosse d’orchestra altro strumento;
la zampogna prosegue il suo cammino
e noi contenti intorno al tavolino.
quel che di questa festa è più importante
è la serenità che intorno spande.
Nel cuor d’ognuno cessa ogni doglianza
poiché pervaso di dolce speranza;
di tutte le ricorrenze è la più grande
ed è per l’Universo la più imponente
giacchè di quest’oggi è lieta novella
del Redentore nato in una stalla.
Richiamati dai delicati canti,
degli Angeli dal ciel scesi gaudenti,
lo venerano i pastori trepidanti
e i re magi del lontano oriente.


Share |


Poesia scritta il 20/12/2011 - 22:44
Da nello maruca
Letta n.693 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?