Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Inverno...
Ormai è sera......
SCRITTURA AGOSTO...
Compleanno...
Un'altra vita mi ucc...
NEL CUORE DEL MONDO...
Il veliero...
L’uomo del buonumore...
Bella e lucente...
AMO LA SOLITUD...
CLOCHARD...
Tinte tenue...
Nuraghe Losa...
Per i veri amici, co...
Il Privilegio...
Torneranno a cadere ...
La corona di alloro...
Nell'azzurro...
Margherita...
Notte di rugiada e g...
La farfalla di Falco...
LUCE CREMISI...
Gladiolum detto di p...
Avere una mente calm...
MILLE E NON PIU’ MIL...
Polvere di farfalla ...
RICAMI...
HAIKU 15...
Baci casti...
Miseri resti...
Del Sole...
L'ironia della besti...
Trovano posto verso ...
Chi sa e finge di no...
Fiamma...
Soffermati...
Ma quanto tempo......
LA COSCIENZA...
Senza permesso...
Morire senza morte...
Silenzio dei pensier...
Marea...
La sera ad agosto co...
Livia...
La vita è un viaggio...
Bisso...
canzone triste...
Farfallina colorata...
Murales...
Parodia di Volare di...
Il mocio...
Il suo albero...
Con ottimismo...
ACQUA...
SATELLITE...
I promessi sposi del...
Agosto...
La notte nel mirino...
Nel mantello della n...
EMOZIONI...
DI DOMENICA...
Notte d'estate...
Quando ti ritroverò...
MARE RIME IN ...
30 Luglio 2022...
Artiste de rue...
L'amore sognato...
Lo sdraio a dondolo...
Violento temporale e...
Canto della Porta de...
Rosellina...
HAIKU 14...
La Luna ci è amica. ...
Taciturno (carmi)...
E piove così (con...
La terra è piena di ...
Era amore...
Il pupazzolaio...
Una notte jazz...
IN QUELLA TERRA DIME...
Le fotografie di Ame...
Ieri sera...
Pensieri d'una madre...
Il tempo passa ineso...
Isola indòmita...
Frutti rossi...
Il respiro delle str...
DUBBIO...
Duna D'anima...
Poeta...
Occhi nel buio...
QUANDO...
L'imbattibile trio d...
Le lettere di Notte ...
Invertire la rotta....
Della nobil Historia...
Unico pensiero...
Controvento...
Archivi...
Dea dalle dita rosat...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

IL COLORE

Negro! Tu come cammini?
Come loro sì,ma con le scarpe rotte,
forse vogliono toglierti anche quelle.
Mangi? Come loro,forse una volta all'anno
gli altri giorni peggio dei loro cani.
E gli occhi tuoi vedono?
Sì certo, ma cosa?
Il loro odio per la tua pelle
la sporcizia di dove sei costretto a vivere
la paura negli occhi dei tuoi figli
perchè sono neri neri neri
e tu non puoi farci nulla.
Ma non preoccuparti
stanno studiando, sì!
Che cosa?
Come farti tornare nel mondo dei vivi.
Da quanto tempo studiano?
Mah non so?
Ma sta pur certo che se non te
i tuoi figli o i figli dei tuoi figli
potranno forse dire:
come sono contento
di essere nato negro.



Scritta nel 1963



Share |


Poesia scritta il 22/02/2012 - 10:29
Da Lucia Ghitti
Letta n.977 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?