Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
Giulia...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
AUTUNNO (doppio acro...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...
Nato in Settembre...
DUE RAGAZZI...
L’imbecille di turno...
Nonna stand by me...
Sarò solo io a scegl...
In alcuni momenti è ...
Ingrata inettitudine...
Quante volte sono st...
Ulisse...
Brezza...
Sensazioni...
Bruma...
Angoscia...
Così è la vita...
Peccatore...
IMMENSITA'...
mattina presto...
Progetti...
splendore...
Settembre...
L' ANIMA OZIOSA...
spicchi...
Margherita...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Face book

Odori, colori, ricordi.
C’è un tarlo che rode la mente,
che scava,che sguscia,
che squassa, che trova !!
due corpi abbracciati in un letto,
un letto di erba e di foglie,
nel parco,
un corpo un po’ acerbo,
il seno appena accennato,
due labbra dischiuse.
Si attivano geni,
si ri-aprono vie
da tempo sbarrate
da vecchi segnali,
in disuso.
Corre la mano sulla tastiera,
cerca un nome, una storia, una faccia.
Un clic inaugura la nuova vicenda.
Corron sul filo elettroni veloci ,
spinnando gioiosi , dervisci impazziti,
cambiando orbitale, tornando in quiete.
Si accende, si spegne, si spegne si accende,
il linguaggio binario raggiunge il bersaglio.
Lo vede, lo sente, riaffiora il ricordo.
Sinapsi in disarmo riprendono il flusso.
Colori, rimpianti, emozioni.
Due corpi abbracciati in un letto,
Un letto di scogli, profuma di mare,
la bocca si chiude sul tenero dono.
Odori, dolori , risate e rimpianti.
Il dito percorre l’usata tastiera ucraìna,
E lui, non è lui ? E lei, non è lei?
E’ reale la traccia che dorme?
Rivive da un clic e riprende la storia.


Share |


Poesia scritta il 07/03/2010 - 10:53
Da nicola perrotti
Letta n.723 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


complimenti molto originale bravo.

Antonio D'Aprea 26/06/2018 - 08:01

--------------------------------------

bravo!Hai saputo scrivere in modo scorrevole e veloce,proprio come quando si naviga in internet....

m.adelaide 24/03/2010 - 11:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?